Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 06-05-2006, 11.36.17   #111
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Citazione:
Messaggio originale inviato da krjisoul
Una domanda, qundo dici 'vegliate', che intendi come essere presenti a se stessi, sottintendi anche 'meditate', in tal caso ritieni che per giungere a dei veri risultati dovremmo necessariamente meditare quotidianamente,
oppure può pure capitare la fortuna del 'principiante', magari già predisposto, che gli capiti di giungere molto 'oltre'?


Meglio poca meditazione ma buona. La meditazione diviene efficace e potente quando tutta la nostra Vita e' vissuta bene...
Quando l'alimentazione e' corretta, quando non indugiamo in stupidita' varie, quando ci relazioniamo agli altri e a noi stessi con attenzione e Amore...allora la meditazione funziona e si crea un feedback positivo con la Vita quotidiana....
Yam is offline  
Vecchio 06-05-2006, 12.33.01   #112
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
"Quando stiamo morendo, se pensiamo che ogni altra persona è viva e noi siamo l’unica persona che muore, il nostro sentimento di solitudine può diventare insopportabile.
Ma se siamo in grado di visualizzare le centinaia di migliaia di persone che stanno morendo insieme a noi, il nostro morire può diventare sereno e perfino gioioso."

Thich Nhat Hanh
atisha is offline  
Vecchio 06-05-2006, 14.16.11   #113
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Citazione:
Messaggio originale inviato da atisha
"Quando stiamo morendo, se pensiamo che ogni altra persona è viva e noi siamo l’unica persona che muore, il nostro sentimento di solitudine può diventare insopportabile.
Ma se siamo in grado di visualizzare le centinaia di migliaia di persone che stanno morendo insieme a noi, il nostro morire può diventare sereno e perfino gioioso."

Thich Nhat Hanh

Su questo qui ho dubbi sempre piu' grossi.....
Yam is offline  
Vecchio 06-05-2006, 21.40.36   #114
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Ho dei seri dubbi su chiunque fonda un ordine o vuole fondare un qualsiasi voglia di ordine e stila dei precetti… oltre ai dubbi ed alle perplessità che mi vengono quando un qualsiasi aspirante “al sapere” sale sul pulpito ed inizia ad inveire.
Insomma Atisha, può darsi che non comprendo il vero significato di quella frase, ma potrebbe benissimo essere una parte della mentalità di un kamikaze.

Al contrario di Thich Nhat Hanh, se io penso alla mia morte riesco anche ad “immaginarmi” di sentire la dissolvenza nel tutto e posso dire che provo una certa serenità. Ma se penso alla morte delle migliaia di altre persone, magari non pronte ancora, che non possono confessare di aver vissuto, quando penso al loro dolore ed alla loro grande paura o sfinitezza, non posso fare a meno di non sentire come mi si strazia il cuore.

Ultima modifica di edali : 06-05-2006 alle ore 21.42.15.
edali is offline  
Vecchio 06-05-2006, 22.32.12   #115
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Citazione:
Messaggio originale inviato da edali

Insomma Atisha, può darsi che non comprendo il vero significato di quella frase

potrebbe essere...

atisha is offline  
Vecchio 06-05-2006, 22.40.59   #116
krjisoul
frequentatore abituale
 
L'avatar di krjisoul
 
Data registrazione: 03-02-2006
Messaggi: 145
Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Meglio poca meditazione ma buona. La meditazione diviene efficace e potente quando tutta la nostra Vita e' vissuta bene...
Quando l'alimentazione e' corretta, quando non indugiamo in stupidita' varie, quando ci relazioniamo agli altri e a noi stessi con attenzione e Amore...allora la meditazione funziona e si crea un feedback positivo con la Vita quotidiana....



Si.....è quello che pensavo anch'io.....grazie per la conferma



krjisoul is offline  
Vecchio 07-05-2006, 02.44.41   #117
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Citazione:
Messaggio originale inviato da edali


Al contrario di Thich Nhat Hanh, se io penso alla mia morte riesco anche ad “immaginarmi” di sentire la dissolvenza nel tutto e posso dire che provo una certa serenità. Ma se penso alla morte delle migliaia di altre persone, magari non pronte ancora, che non possono confessare di aver vissuto, quando penso al loro dolore ed alla loro grande paura o sfinitezza, non posso fare a meno di non sentire come mi si strazia il cuore.

Credo tu abbia compreso bene il significato di quella frase e non solo di quella frase ma della morte stessa...

Quella frase non ha nessun senso......se si e' compreso cosa vuol dire morire ......., come non serve a nulla leggere il libro Tibetano dei Morti al morente (come fanno i tibetani). La liberazione attraverso l'udire ha ben altro significato....
Morire prima di morire, diceva Parmenide......morire Coscienti.....questa e' la straordinaria possibilita' che ci e' data e se si e' persa Coscienza si puo' riconoscere dopo quella Luce......ma solo se in Vita abbiamo Vegliato, questo puo' accadere......
Yam is offline  
Vecchio 07-05-2006, 12.44.57   #118
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
comunione

Buon giorno!

Ma se siamo in grado di visualizzare le centinaia di migliaia di persone che stanno morendo insieme a noi, il nostro morire può diventare sereno e perfino gioioso."

siccome non tutti hanno la capacità di Morire prima di morire, diceva Parmenide......morire Coscienti.....questa e' la straordinaria possibilita' che ci e' data ,forse Tich Nhat con la visualizzazzione di tanti trapassi tende ad esorcizzare ed rendere "normale" la morte claudio

ps auguri a tutte le mamme
fallible is offline  
Vecchio 07-05-2006, 13.54.39   #119
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020


bravo claudio...

atisha is offline  
Vecchio 07-05-2006, 15.25.21   #120
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Per morte intendo di questo corpo fisico che abitiamo, molte persone in punto di morte si pentono, cercano o danno un perdono che non hanno mai considerato per tutta la vita, rimpiangono qualcosa.
Non ho scritto tutte, alcune sembrano tranquille, altre non hanno la possibilità di "pensarci" se la morte li coglie impreparati.
Da sempre la preparazione alla morte è il miglior modo per vivere, molte culture ne hanno fatto un'espressione di saggezza che trasuda bellezza, lasciandoci testimonianze archittettoniche sublimi.
Lascio la parola a chi volesse espandere il discorso, anche portando la propria esperienza se vuole (non di morte , a meno che......) e come si pone di fronte a questo tema.

per come la vedo io la chiave di questo discorso sta nel fatto che la morte rappresenta per noi una discontinuita..l'estrema discontinuita con cui tendiamo a separare e a dividere le cose quando in realta e' solo un prodotto della nostra mente e della nostra dimensione..io personalmente credo(pur non essendo religioso nei termini convenzionali) che quando moriamo usciamo da questo"limite" e da questo paradosso entrando in una dimensione appunto"aperta" e svincolata dalla materia e dal dualismo.
acquario69 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it