Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 06-04-2007, 19.50.49   #111
razionale
Ospite
 
L'avatar di razionale
 
Data registrazione: 15-03-2007
Messaggi: 36
Arrow Riferimento: Dio non esiste...

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
La prova ontologica è stata distrutta da Kant.


Saluti
Andrea
La dimostrazione ontologica non deve dare una risposta definitiva......può far riflettere.
e comunque in filosofia non si può dare niente di universalmente vero, di conseguenza troverai sempre qualcuno che non è d'accordo.
anche se kant ha "distrutto" la prova ontologica prova a leggerla e a rifletterci.....magari dissentirai da kant
razionale is offline  
Vecchio 11-04-2007, 21.05.24   #112
A-R-I-E-L
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 10-04-2007
Messaggi: 1
Riferimento: Dio non esiste...

INFINITO:
Se per Sofista dio non esiste, è vano attribuirgli l’infinitezza, anch’essa indimostrata, e quindi la tesi della sua inesistenza verrebbe meno. Gli attributi di Dio, sarebbero come Dio stesso, indimostrati,e da questi sarebbe improduttivo, condurre tesi.
Se il credente ritiene il suo Dio infinito, non vi è alcun fatto che possa smentirlo.<< Dio è infinito amore, e dona la libertà agli uomini.>> contraddirtelo!
Poniamo dunque Dio come tesi originaria, la libertà dell’uomo come antitesi. La realtà sarà dunque la sintesi che si porrà essa stessa come tesi alla quale verrà contrapposta una susseguente antitesi.
E sta proprio nella libertà dell’uomo l’onnipotenza di Dio. Poiché solo il padrone può donare allo schiavo la libertà e non un altro schiavo, e solo colui che non teme, in virtù della sua onnipotenza, che il servo possa divenire padrone, dona la libertà. Perciò, ne consegue che Dio abbia rinunciato al suo essere infinito per amore dell’uomo, che per la sua libertà, può sceglie e creare una opposta “entità”,che Sofista chiama “dio male”.
VUOTO:
ogni prova dimostra la sua inesistenza. Convivono infatti gli opposti più o meno pacificamente senza annullarsi, anzi, tesi e antitesi sono all’essenza della vita e non della morte.
A-R-I-E-L is offline  
Vecchio 16-04-2007, 19.56.54   #113
and1972rea
Moderatore
 
Data registrazione: 12-09-2004
Messaggi: 781
Riferimento: Dio non esiste...

Citazione:
Originalmente inviato da Sofista
Se tu prendi una penna in mano e la lasci questa cadrà.
Se prendi una palla in mano e la lasci cosa accadrà? Cadrà anch'essa.
E' facile spiegare il perchè. Stabilito un principio (in questo caso forza di gravità) questo vale in ogni occasione e con qualsiasi oggetto..

Tu fondi tutta la tua articolata deduzione sopra una premessa illogica, e cioe’ sopra l’assunto che ,stabilito un principio , questi abbia valenza di verita’ assoluta e universale…, cioe’ sia sempre e cmq vero; invece e’ chiaro che qualsiasi assunto determinato empiricamente dall’esperienza non e’ mai verificabile in assoluto (…”congetture e confutazioni”(Popper)).
(Conosci l’esempio di Russel che descrive “la logica del tacchino” natalizio?...)

Citazione:
Originalmente inviato da Sofista

Ora... tu quante persone sei? Una (non ti spaventare, non sono pazzo) Avrebbe senso dire che tu sei formato da due persone che occupano lo stesso spazio? No! Se anche fosse si potrebbe affermare che cose che occupano lo stesso luogo si "fondono tra loro"

Ci sono molte cose e persone che occupano lo stesso luogo pur rimanendo entita’ distinte; infatti tu non tieni conto del tempo; ma la nostra logica e’ assai faziosa: lega l’identita’ al concetto di spazio, ma non a quello di tempo: infatti , nello stesso tempo e’ inconcepibile che un’identita’ occupi spazi diversi ( per es : l’ ubiquita’ e’ un dono inconcepibile), ma nello stesso spazio la nostra curiosa logica ammette che un’identita’ possa trascorrere tempi diversi( per es: l’invecchiamento di una identita’ personale).
Privilegiamo lo spazio rispetto al tempo, e leghiamo la nostra identita’ illogicamente soltanto allo spazio; invece l’identita’ dovrebbe essere logicamente un legame di continuita’ che unisce misteriosamente infiniti hic et nunc allo stesso modo , senza privilegiare l’hic al nunc.
Prima di affermare cioe’ che piu’ identita’ possono coesistere nello stesso spazio soltanto in tempi diversi, e nello stesso tempo soltanto in spazi diversi, bisognerebbe prima approfondire meglio il misterioso concetto di identita’.

Saluti
and1972rea is offline  
Vecchio 20-04-2007, 14.03.05   #114
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Thumbs up Riferimento: Dio non esiste...

io per dio intendo "la scintilla della vita" che è iniziata non so dove e non so se sia iniziata o semplicemente è senza tempo e spazio, dunque senza inizio o fine, anche perchè il concetto di tempo nasce dal pensiero che è un movimento della memoria dunque probabilmente non esiste.....

la scintilla della vita è fantastica si autoriprodice, sempre e comunque.
Essa è tutto il vivente dalle piante alle persone ed è tutto nato da un unica entita......
comunque il fatto che chi a posto la domanda non conosca l'inconoscibile, da si che il suo pensiero (che è conosciuto) creda che non ci sia nulla oltre a cio che si possa conoscere, mentre in realtà basterebbe osservare cio che è nell'adesso , dunque senza pensiero in quanto esso è passato, vivere l'inconosciuto che è presente per capire che qualcosa di inconoscibile e indefinibile c'è poi chiamarlo Dio o verità non cambia cio che è, non credo si voglia discutere su dii una parola che altro non è che un suono
MIMMO is offline  
Vecchio 14-05-2007, 19.57.57   #115
Caesar
Combattente!
 
L'avatar di Caesar
 
Data registrazione: 12-05-2007
Messaggi: 83
Riferimento: Dio non esiste...

Dio esiste...
racconto una breve storia che vale la pena leggere.
Un professore universitario sfidò gli studenti del suo corso ponendo loro questa domanda:"veramente è stato Dio a creare tutto ciò che esiste?" Uno studente rispose con coraggio:"si, è stato Dio."
"ma ha creato proprio tutto?" ripetè il professore.
"si, signor professore", rispose il giovane. Al che il professore aggiunse:" se Dio ha creato tutto, allora è stato anche Lui a creare il male, perchè il male esiste, quindi Dio è cattivo." A tale risposta lo studente non seppe più cosa rispondere, e il professore si vantava di aver provato che la fede cristiana era solo un mito. fu allora che un altro studente alzo la mano e chiese:"posso fare qualche domanda?"
"certamente"rispose il professore. Il giovane disse:"professore esiste il freddo?"
"ma che domanda? Certo che esiste lei non ha mai avuto freddo?"
il giovane rispose:"In realtà, signore, sappiamo che il freddo non esiste perchè, secondo le leggi della fisica, quello che noi consideriamo freddo, in effettiè assenza di caldo. Tutti i corpi diventano inerti, incapaci di reagire, ma il freddo non esiste, abbiamo creato noi questo termine per descrivere come ci sentiamo se non abbiamo caldo." Il giovane chiese ancora:"Professore, secondo lei il buio esiste?" Il prof. rispose:" certo che esiste!". Lo studente allora aggiunse:" Secondo le leggi della fisica però, il buio non è altro che assenza di luce. Infatti possiamo studiare la luce, ma non possiamo studiare il buio. Anche un semplice raggio di luce illumina le tenebre e la superficie che colpisce. Si può sapere quanto buio c'è in un determinato spazio, soltanto in base alla quantità di luce presente in quello spazio. Buio è un termine che l'uomo ha utilizzato per descrivere quello che succede quando non c'è luce." Alla fine il giovane concluse:" Secondo queste teorie appena enunciate, neanche il male esiste, o almeno non esiste di per sé. Il male è semplicemente l'assenza di bene. Dio non ha creato il male, non è come la fede o l'amore che esistono come esistono il caldo e la luce. Il male in definitiva, è il risultato dell'assenza di Dio nei cuori degli uomini, proprio come si ha il freddo in assenza di caldo, o il buiop in assenza di luce." A quel punto il prof., dopo avere abbassato il capo, rimase in silenzio, pensando alle parole di quel giovane che si chiamava... ALBERT EINSTEIN.
Caesar is offline  
Vecchio 15-05-2007, 15.19.05   #116
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Dio non esiste...

Citazione:
“Un professore universitario sfidò gli studenti del suo corso ponendo loro questa domanda:"veramente è stato Dio a creare tutto ciò che esiste?" Uno studente rispose con coraggio:"si, è stato Dio."
"ma ha creato proprio tutto?" ripetè il professore.
"si, signor professore", rispose il giovane. Al che il professore aggiunse:" se Dio ha creato tutto, allora è stato anche Lui a creare il male, perchè il male esiste, quindi Dio è cattivo." A tale risposta lo studente non seppe più cosa rispondere, e il professore si vantava di aver provato che la fede cristiana era solo un mito. fu allora che un altro studente alzo la mano e chiese:"posso fare qualche domanda?"
"certamente"rispose il professore. Il giovane disse:"professore esiste il freddo?"
"ma che domanda? Certo che esiste lei non ha mai avuto freddo?"
il giovane rispose:"In realtà, signore, sappiamo che il freddo non esiste perchè, secondo le leggi della fisica, quello che noi consideriamo freddo, in effettiè assenza di caldo. Tutti i corpi diventano inerti, incapaci di reagire, ma il freddo non esiste, abbiamo creato noi questo termine per descrivere come ci sentiamo se non abbiamo caldo." Il giovane chiese ancora:"Professore, secondo lei il buio esiste?" Il prof. rispose:" certo che esiste!". Lo studente allora aggiunse:" Secondo le leggi della fisica però, il buio non è altro che assenza di luce. Infatti possiamo studiare la luce, ma non possiamo studiare il buio. Anche un semplice raggio di luce illumina le tenebre e la superficie che colpisce. Si può sapere quanto buio c'è in un determinato spazio, soltanto in base alla quantità di luce presente in quello spazio. Buio è un termine che l'uomo ha utilizzato per descrivere quello che succede quando non c'è luce." Alla fine il giovane concluse:" Secondo queste teorie appena enunciate, neanche il male esiste, o almeno non esiste di per sé. Il male è semplicemente l'assenza di bene. Dio non ha creato il male, non è come la fede o l'amore che esistono come esistono il caldo e la luce. Il male in definitiva, è il risultato dell'assenza di Dio nei cuori degli uomini, proprio come si ha il freddo in assenza di caldo, o il buiop in assenza di luce." A quel punto il prof., dopo avere abbassato il capo, rimase in silenzio, pensando alle parole di quel giovane che si chiamava... ALBERT EINSTEIN.”


Non so se realmente quelle parole furono pronunciate dal giovane Albert, tuttavia le argomentazioni sono interessanti. La questione della teodicea è vecchia come il mondo ma, a mio avviso, non è stata data una risposta convincente che concili un Dio infinitamente buono con il male del mondo. In questa storiella si parla dell’assenza di Dio “nel cuore degli uomini” sottintendendo il male quale perversione e scelta dell’uomo. Ma io chiedo: cosa ne è del male della natura, la stessa natura creata da Dio ? come può la natura creata da Dio essere priva della luce dello stesso ?

Che la natura sia crudele o comunque che non segua il nostro senso etico è sotto gli occhi di tutti. Terremoti tzunami eruzioni ecc… sono frequenti e micidiali. Inutile obbiettare che tali eventi sono causati delle attività umane, poiché le tragedie “naturali” sono sempre esistite nella storia anche quando l’uomo aveva ben poco potere sulla natura.

Quindi, come conciliare questo male immenso ma naturale che porta sofferenza, morte e distruzione con un Dio onnipotente e infinitamente buono ed interventista ? Si noti onnipotente e infinitamente buono.

Grazie
Andrea

Ultima modifica di spirito!libero : 15-05-2007 alle ore 16.39.00.
spirito!libero is offline  
Vecchio 15-05-2007, 18.02.49   #117
Caesar
Combattente!
 
L'avatar di Caesar
 
Data registrazione: 12-05-2007
Messaggi: 83
Riferimento: Dio non esiste...

i cataclismi naturali non sono il male, il male è solamente dell'uomo, dell'uomo quando è lontano da Dio.
Caesar is offline  
Vecchio 15-05-2007, 19.00.52   #118
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Dio non esiste...

Citazione:
Originalmente inviato da Caesar
i cataclismi naturali non sono il male, il male è solamente dell'uomo, dell'uomo quando è lontano da Dio.

Perdonami ma questa non è una risposta. Hai semplicemente accantonato un problema logico evidente. Pensa che Ratzinger ha dedicato non ricordo se una enciclica o un libro proprio sul problema del male nella natura.

I cataclismi naturali provocano sofferenza anche peggiore di quella provocata dall'uomo, pensa al recente tsunami in oriente. E non parlo solo di morti, ma di mutilati e sofferenti a vita per quel che è successo. Perchè Dio non solo permette ciò, ma ha creato la natura in modo che l'uomo dovesse soffrire per essa ?

Gli antichi ebrei credevano che queste fossero punizioni divine per i loro peccati. Dietro questa credenza vi è comunque la consapevolezza che se Dio ha creato e governa il tutto ne consegue necessariamente che o permette che ciò accada o addirittura lo governa !

Come risolvere quindi la contraddizione tra l'onnipotenza e bontà divina e la sofferenza e morte provocata dalle catastrofi naturali ?

Capisco che la domanda è difficilissima, tuttavia se non c'è risposta allora non rimane che dedurne che: o Dio non eiste, o non è interventista, o non è onnipotente.

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 15-05-2007, 20.57.54   #119
Caesar
Combattente!
 
L'avatar di Caesar
 
Data registrazione: 12-05-2007
Messaggi: 83
Riferimento: Dio non esiste...

<<vorrei saper se Dio ha avuto scelta nel creare il mondo>> A. Einstein
Ritengo come disse un noto filosofo del quale ora mi sfugge il nome, che Dio ha dato il calcio d'inizio e poi tutto si è andato sviluppando, poi che Dio intervenga nel mondo e in tutto l'universo, dico che essendo la bontà stessa, essendo AMORE, come scrisse il papa odierno nel titolo di un suo libro, se accadono certe cose, ci sarà una motivazione che a noi uomini sfugge, perchè allora non dovrebbero morire neanche le persone, perchè ci fa soffrire la perdita di una persona cara. Giovanni Paolo II ringraziava Dio per le sue sofferenze perchè lo avvicinava di più a lui; allora il significato del dolore risiede nel avvicinarci di più a Dio, e come dicevano Pascoli e Leopardi ne La Ginesta, il dolore avvicina gli uomini gli uni agli altri.
Per concludere volevo dire che l'onnipotenza di Dio, non viene annullata da ciò che dici tu, poichè la trovo un pò insensato. La teofania (termine introdotto da Leibniz) andrebbe ben analizzata per poter discutere molto più approfonditamente questo discorso
Caesar is offline  
Vecchio 16-05-2007, 01.31.38   #120
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Dio non esiste...

Citazione:
“se accadono certe cose, ci sarà una motivazione che a noi uomini sfugge, perchè allora non dovrebbero morire neanche le persone, perchè ci fa soffrire la perdita di una persona cara.”

E no. Questo è semplicemente sfuggire la questione, perché o si ammette che NULLA si può dire su Dio, oppure se si elencano certe caratteristiche (bontà, onnipotenza, onniscienza) allora bisogna saperle sostenere con la logica oppure ammettere che le si accetta senza che vi sia alcuna ragione razionale a reggerl ma le si accetta irrazionalmente per pura fede.

Tutttavia tu hai scritto un post nel quale giustificavi “razionalmente” il male dell’uomo con la metafora attribuita ad Einstein (il quale tra parentesi era praticamente ateo o al massimo deista ma di certo non credeva nel Dio delle religioni monoteiste) e adesso che ti faccio notare la contraddizione tra l’immenso amore e l’onnipotenza con le evidenze quotidiane, non puoi rifugiarti nel mistero della fede dicendomi “non lo sappiamo” perché non avrebbe avuto alcun senso allora anche la tua giustificazione razionale di cui sopra, tanto non lo sappiamo …ma ci sarà un motivo !

Se analizziamo bene la questione in fondo sono stati gli uomini ad attribuire delle caratteristiche a Dio e dunque è proprio con la ragione e la logica che ci accorgiamo che tali attribuzioni sono in palese contraddizione con le evidenze quotidiane.

Se invece assumiamo che fu Dio a dire di se ciò che disse, dobbiamo supporre che la sua rivelazione sia stata monca, cioè ci ha detto di essere onnipotente e onnisciente, ma per dispetto o distrazione ci lascia arrovellarci le meningi per cercare di comprendere perché permette tutto questo male e sofferenza ! Abbastanza ridicolo no ?

Citazione:
“Giovanni Paolo II ringraziava Dio per le sue sofferenze perchè lo avvicinava di più a lui”

C’è da chiedersi che Dio crudele è quel Dio che richiede sofferenze per farsi avvicinare.

Citazione:
“allora il significato del dolore risiede nel avvicinarci di più a Dio”

Ma siccome le regole le ha fatte lui (ricordiamolo sempre), è ben sadico costui che pretende che per meritare la sua vicinanza gli uomini soffrano.

Citazione:
“poichè la trovo un pò insensato”

Perché la trovi insensata ? Sai cosa significa onnipotente ? Significa che può tutto e quando si dice TUTTO si intende TUTTO, il che significa anche spazzare via ogni sofferenza e farci vivere tutti direttamente in paradiso beati e contenti. Ma invece no ! troppo comodo piccoli ominidi, eheh ve lo dovete meritare sennò nulla !! Non credi che sia parecchio puerile questo atteggiamento ? Questo Dio è più infantile dei nostri adolescenti.

Se invece è realmente onnipotente e quindi non vuole eliminare le sofferenze degli uomini, ciò è in contrasto netto con l'infinito amore e bontà che gli si attribuiscono (i cristiani, perchè ad esempio per gli ebrei non è così).

Concludendo, se voi foste Dio, essendo onnipotenti, non cancellereste ogni sofferenza degli uomini in un baleno ?

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it