Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 02-08-2007, 15.21.26   #141
emmeci
Ospite abituale
 
L'avatar di emmeci
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 1,272
Riferimento: Dio non esiste...

La mia risposta, oltre che tardiva, vi sembrerà a tutta prima insensata: Dio esiste se non esiste. Tenterò di spiegare.
Credo che Dio – o meglio il divino – sia sorto all’alba della storia dell’uomo, cioè quando l’uomo – attraverso anni che forse sono millenni – ebbe la forza di staccarsi dal suolo e guardare (metaforicamente) in alto: e là dovette apparirgli il bagliore dell’assoluto, cioè di una realtà inconfutabile che sovrasta tutte le altre. Sennonché l’uomo non si accontentò di quel fugace bagliore e volle in qualche modo afferrarlo e comprenderlo – e fu allora che lo trasformò in Dio – cioè in un essere a sua immagine e somiglianza ma immensamente più forte; e in quel Dio riversò le sue aspirazioni supreme, la sua brama di immortalità e di potenza, la vittoria per sé e la disfatta dei suoi nemici cioè la loro dannazione infernale. In ultima analisi l’uomo, col concepire Dio, l’ha abbassato dall’assoluto al relativo e da allora se ne sarebbe servito – direttamente o attraverso un gioco di norme e ministeri sacrali - come alleato nelle sue imprese, anche se questo ovviamente doveva produrre un moltiplicarsi di entità soprannaturali, non solo perché i bisogni degli uomini sono tanti, ma perché sono tanti i popoli della terra, e ogni popolo si aggrappava al suo Dio, a costo di vederlo combattere contro quello degli altri e di dover chiedersi qual era il più forte.
In ogni modo, è di lì, da quel volto o maschera dell’assoluto, che dovette cominciare a svolgersi una religiosa cultura, dapprima come mitologia poi sempre più variegata e differenziata, ricca di dottrine e di riti, e soprattutto costretta a confrontarsi con la storia terrestre, in un amore-odio col lavoro degli uomini, i loro piaceri e le loro sventure, la vita di villaggi ed imperi, le loro imprese sfortunate o gloriose. Così cominciò la battaglia non solo fra le religioni, ma fra l’autorità religiosa e quella politica – sprizzando gocce d’amore e di sangue, fra contrapposizioni e compromessi che erano il dono avvelenato di quell’estasi primordiale, viziata dall’ombra di cui fin dall’inizio l’uomo aveva voluto vestirla, per poterla usare a suo personale vantaggio. E’ così che è nato ed è penetrato in ogni luogo e ogni tempo, insieme con Dio, il vizio dell’idolatria: la fede in un Dio che è l’opposto dell’assoluto ed è soltanto un fantoccio dell’uomo.
Certo in ogni religione si alzavano santi e profeti, intesi a condannare quella passione idolatrica – con un richiamo a tornare alle origini, al Dio che è solo assoluto, a colui che nella loro ascesi sembrava perdere le caratteristiche umane che gli erano state imposte e, rinunciando a ogni attributo, somigliava piuttosto che a una luce a una misteriosa penombra, fino a perdere lo stesso nome divino ed evocare l’inesistenza piuttosto che l’esistenza. Ed ecco perché, ripeto, il solo Dio in cui si può credere è quello che non esiste: del resto, non è così che si atteggia ogni vera fede - il credere in un Dio che non c’è, bruciato dall’alone cosparso dai ceri? Ed è questo, soltanto questo il Dio che nessun eretico e nessun filosofo potrà mai uccidere perché non esiste e non è mai esistito. (Attenti prima di criticare: non è mai esistito secondo il nostro – e vostro - aristotelico anselmiano tomistico filosofico e nietzschiano concetto dell’esistenza).
emmeci is offline  
Vecchio 03-08-2007, 11.25.10   #142
and1972rea
Moderatore
 
Data registrazione: 12-09-2004
Messaggi: 781
Riferimento: Dio non esiste...

Citazione:
Originalmente inviato da emmeci
Ed ecco perché, ripeto, il solo Dio in cui si può credere è quello che non esiste: del resto, non è così che si atteggia ogni vera fede - il credere in un Dio che non c’è, bruciato dall’alone cosparso dai ceri? Ed è questo, soltanto questo il Dio che nessun eretico e nessun filosofo potrà mai uccidere perché non esiste e non è mai esistito. (Attenti prima di criticare: non è mai esistito secondo il nostro – e vostro - aristotelico anselmiano tomistico filosofico e nietzschiano concetto dell’esistenza).

…anche l’amore di una madre per il figlio e’ scolasticamente inesistente e bruciato dall’alone soffuso dagli arrosti e degli altri amorevoli manicaretti in cucina…,quale filosofo dimostrera’ che quella donna e’ in grado di dare la vita per lui?...anche la nostra effimera certezza che domani sorgera’ il sole e’ una misera speranza priva di consistenza logica, …anche l’onda stazionaria di elettroni attorno ad un nucleo e’ solo un’inesistenza probabilistica… in definitiva ,tutto cio’ di cui possiamo essere certi e’ solo cio’ in cui crediamo, e questo e’ quello che credo.

Saluti
and1972rea is offline  
Vecchio 06-08-2007, 22.51.20   #143
ahsimone
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 06-08-2007
Messaggi: 1
Riferimento: Dio non esiste...

Caro Sofista, il tuo discorso è razionalmente inconfutabile, ed in quanto animale razionale, non riesco a discordare... fermo restando che, partendo dal presupposto che mi sento più agnostico che altro, spesso mi chiedo:
"il mio pensiero razionale, ragionato, sentito, vissuto rimane comunque prodotto della mia mente, della mia cultura, dell concetto razionale tipicamente riconducibile all'essere umano?". Siamo talmente sicuri del nostro modo di pensare che riteniamo lo scibile umano come unica fonte di saggezza! Io penso che rimanga omunque un' opinione "faziosa", a volte troppo antropocentrica...credo la vera librazione/liberazione "verso l'infinito" si possa ottentere uscendo da questo...ovviamente il problema resta il come poter smettere pensar da uomini se uomini siamo!!
Ammesso questo, Dio o non Dio esisitendo, non riesco a trattenere i battiti del mio cuore quando vedo ogni singola manifestazione di vita vera, che sia un bocciolo in fiore, l'azzurro del cielo, il sorriso di una ragazza, le rughe di un'anziana signora... forse dovremmo vivere amando questo piuttosto che cecare risposte che comunque, in fondo non avremo mai la certezza di avere!
ahsimone is offline  
Vecchio 07-08-2007, 15.46.47   #144
Tibetnow
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 07-03-2007
Messaggi: 2
Riferimento: Dio non esiste...

Se prendi una palla in mano e la lasci cadere non è detto che cadrà. Basta guardare il film Minority report. La forza di gravità non è l'unico elemento che determina la caduta inevitabile della palla. Che cosè per te una persona? Nella filosofia buddista l'io è composto dai 5 skanda e nessuno di loro può essere identificato come la persona e nemmeno tutti e cinque insieme formano la persona perchè comunque ogni skanda è distinto e separato l'io non esiste. Ti faccio un esempio pratico: se guardi un programma alla tv vedrai delle immgini che scorrono ma noi sappiamo che quelle immagini sono costituite da una serie di led o punti luminosi che formano l'immagine. Se Tu potessi vedere la realtà ultima vedresti i punti di luce se invece guardi la contingenza quello che vedi è un programma televisivo. Entrambi esistono sono due realtà distinte e separate e seppur legate intimamente una non vede l'altra e viceversa. ...
http://www.tibetnow.it
Citazione:
Originalmente inviato da Sofista
Mi rivolgo a tutti!
Il ragionamento con cui dimostro la mia tesi è lungo ma leggetelo!
Nel dialogo mi rivolgo ad un interlocutore generico per questioni di semplicità.



Se tu prendi una penna in mano e la lasci questa cadrà.
Se prendi una palla in mano e la lasci cosa accadrà? Cadrà anch'essa.
E' facile spiegare il perchè. Stabilito un principio (in questo caso forza di gravità) questo vale in ogni occasione e con qualsiasi oggetto.
Fatta questa premessa posso proseguire. Tu ritieni che Dio esista e io no.
Immaginiamo per un momento che io creda ad una divinità qualunque es. Zeus.
Immaginiamo di chiamare in causa una terza perzona assolutamente imparziale che dovrebbe giudicare chi di noi due ha ragione. Sicuramente questa persona affermerebbe: "O avete ragione entrambi o entrambi torto". Questo perchè il principio che sta alla base delle nostre affermazioni è lo stesso. Necessariamente dovrà dare ragione o torto ad entrambi. Negare questo significherebbe sostenere che la penna cade e la palla no.
Dunque il ragionamento si sdoppia in due casi. Se abbiamo entrambi torto necessariamente non esiste alcuna divinità mentre ora analizzo il caso in cui abbiamo ipoteticamente entrambi ragione.
Ora... tu quante persone sei? Una (non ti spaventare, non sono pazzo) Avrebbe senso dire che tu sei formato da due persone che occupano lo stesso spazio? No! Se anche fosse si potrebbe affermare che cose che occupano lo stesso luogo si "fondono tra loro"
Bene... Poichè è prerogativa di un dio l'essere infinito (non avrebbe senso pensare ad un Dio finito) si può affermare che ciò che è infinito è in ogni luogo.
Stiamo analizzando il caso in cui sia Dio che Zeus esistono... Essendo entrambi infiniti sarebbero in ogni luogo e quindi nello stesso luogo. Necessariamente si fonderebbero. Non mi puoi contraddire su questo perchè altrimenti potrei affermare che tu sei formato da più persone.
Io ho affermato di credere a Zeus ma se avessi affermato di credere ad una divinità X il ragionamento continuerebbe ad avere senso. Quindi ripetendo infinite volte questo discorso si giunge alla conclusione che ogni divinità pensabile esiste e tutte queste infinite divinità si fondono tra loro.
Ma attenzione. Esiste il bello? Si. Esiste il brutto? Si. Esiste il buono? Si. Esiste il cattivo? Si.
Di ogni cosa è possibile pensare il suo opposto e dunque se tu pensi al dio bene io potrei pensare al dio male e necessariamente si dovrebbero fondere per la ragione spiegata in precedenza ed essendo opposti di questi non rimarrebbe traccia. Se pensi al dio fuoco io posso pensare al dio acqua. Per qualsiasi Dio X pensabile esisterebbe necessariamente un dio -X e la somma complessiva di questi opposti sarebbe il vuoto quindi non è possibile che esista alcun dio sia nel caso in cui entrambi abbiamo ragione e sia nel caso in cui entrambi abbiamo torto.
Tibetnow is offline  
Vecchio 31-08-2007, 08.49.03   #145
Horus_il_falco
Nuovo iscritto
 
Data registrazione: 19-08-2007
Messaggi: 148
Riferimento: Dio non esiste...

Nel caso avessimo ragione entrambi cioè che esiste Dio ed esiste Zeus, la conclusione potrebbe benissimo non essere che si fondono due infiniti poichè non avrebbe senso pensare a un dio finito. La conclusione potrebbe essere semplicemente che esiste un solo dio, che è Dio anche Dio degli dei, degli dei buoni e di quelli cattivi, ma siccome per il tuo ragionamento non esistono dei cattivi, ne risulta che non sono dei, ma demoni.

Perchè solo gli ebrei arrivarono a tale conclusione?

Zuepitar, jupiter, giove, o Zeus Padre o Deus Pater
Horus_il_falco is offline  
Vecchio 27-11-2007, 21.25.20   #146
Celavano Ganneviz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-11-2007
Messaggi: 65
Riferimento: Dio non esiste...

Citazione:
Originalmente inviato da Tibetnow
Se prendi una palla in mano e la lasci cadere non è detto che cadrà. Basta guardare il film Minority report. La forza di gravità non è l'unico elemento che determina la caduta inevitabile della palla. Che cosè per te una persona? Nella filosofia buddista l'io è composto dai 5 skanda e nessuno di loro può essere identificato come la persona e nemmeno tutti e cinque insieme formano la persona perchè comunque ogni skanda è distinto e separato l'io non esiste. Ti faccio un esempio pratico: se guardi un programma alla tv vedrai delle immgini che scorrono ma noi sappiamo che quelle immagini sono costituite da una serie di led o punti luminosi che formano l'immagine. Se Tu potessi vedere la realtà ultima vedresti i punti di luce se invece guardi la contingenza quello che vedi è un programma televisivo. Entrambi esistono sono due realtà distinte e separate e seppur legate intimamente una non vede l'altra e viceversa. ...
http://www.tibetnow.it


Quanto sopra quotato è vero, ma in tal caso l'essere umano nn esiste, inquanto è formato da miliardi di cellule, migliaia di miliardi di molecole e milioni di miliardi di atomi... Quindi se con questo procedimento intendi dire che dio non esiste... beh temo nn sia corretto.
Celavano Ganneviz is offline  
Vecchio 07-12-2007, 06.53.39   #147
emmeci
Ospite abituale
 
L'avatar di emmeci
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 1,272
Riferimento: Dio non esiste...

Si sono tentate molte prove per dimostrare l’esistenza di Dio, e nessuna sembra avere veramente convinto: la stessa chiesa non ama evocarle, appellandosi piuttosto alla semplicità della fede. Ma basta veramente afferrare un rosario e curvare il capo per dare pace alla nostra anima e al nostro cervello?
A me sembra che la sola dimostrazione che Dio esiste sta nell’impossibilità di dimostrarlo, anzi, detto in maniera più forte, Dio esiste perché non esiste. Perché non risponde alle nostre richieste e alle nostre accuse, perché è sempre possibile anche dopo tutto quello che si può provare contro di lui, se Dio – il vero Dio – è ciò che non ha bisogno di nulla, è la verità sopra le verità, quella che trascende le immagini, le litanie, gli attributi che ogni chiesa gli offre, quella che va al di là delle religioni. E’ qui il discrimine che per bonomia o cecità, orgoglio o interesse si è sempre negato, il discrimine tra religione e fede, cioè tra una religione falsa e una religione vera. Ed è proprio contro la religione vera che nessun filosofo e nessuno scienziato può illudersi di poter lottare, se non altro perché Dio non ha braccia da contrapporre alle nostre come le aveva Giacobbe nella lotta con l’angelo. E contro un tale Dio nessun essere di nessun secolo e – vorrei dire – di nessun altro pianeta o universo potrà mai combattere: l’eternità è sua, dovessero nascere e bruciare miliardi di soli, galassie e supergalassie. Anche se sarà un Dio perennemente in fuga dall’universo e da ogni specie di vita umana o superumana, da ogni pretesa di abbracciarlo e di dimostrarlo.
emmeci is offline  
Vecchio 07-12-2007, 10.50.08   #148
koan
Utente bannato
 
L'avatar di koan
 
Data registrazione: 19-09-2007
Messaggi: 522
Riferimento: Dio non esiste...

Citazione:
Originalmente inviato da emmeci
Si sono tentate molte prove per dimostrare l’esistenza di Dio
Credo che Dio sia dimostrabile volta per volta che si avanza con nella comprensione delle cose e della realtà, senza poter mai essere definito ..
Dio si vive, si sperimenta attraverso la vita e si conosce per mezzo del Suo Infinito Spirito .. così infinito da essere, come diresti tu, Emmeci: tutto nella Sua nullità, l'infinito nel nulla ( lancio un nuovo Assioma Matematico ) ..
Citazione:
Originalmente inviato da emmeci
[...] appellandosi piuttosto alla semplicità della fede. Ma basta veramente afferrare un rosario e curvare il capo per dare pace alla nostra anima e al nostro cervello?
Non basta certamente... ma non serve .. ?
Citazione:
Originalmente inviato da emmeci
A me sembra che la sola dimostrazione che Dio esiste sta nell’impossibilità di dimostrarlo
Se Dio fosse dimostrabile non sarebbe più Dio, perché diverrebbe de-finito/de-finitivo. Questa non è filosofia, ma è la realtà ( senza il cui assioma, neanche la realtà stessa potrebbe esistere, cioè: se fosse Finita ) ..
L'universo dice la Scienza che è in espansione, dunque Finito, ma io preferirei constatare che è piuttosto in 'movimento': chi può guardare oltre lo stesso ?
Non ne siamo ancora capaci ( perché mettere limiti alla realtà ) ..
[quote=emmeci]E’ qui il discrimine che per bonomia o cecità, orgoglio o interesse si è sempre negato, il discrimine tra religione e fede, cioè tra una religione falsa e una religione vera.
La falsa relizione segue concezioni umane, mentre quella autentica segue la Fede. Chi segue se stesso, NON può seguire Dio; perché Dio è Tutto, non un singolo...
La Religione non è come la Luce del "Sole", ma è solo un faro nell'oscurità della notte, una Lampada che arde sempre, per mezzo della sola ed unica Fede ( la Luce del Sole o quella della Lampada, NON viene da noi, né possiamo giustificarci rispetto ad essa... Chi può giudicare .. senza condannare al contempo se stesso ? Esistono però delle Leggi universali, indefinibili e superiori a noi, rispetto a cui doversi regolare e con cui interagire personalmente; questo comprendo: la vita, come l'esistenza, NON è un caso, ma vanno comprese pienamente ).

Citazione:
Originalmente inviato da emmeci
Dio non ha braccia da contrapporre alle nostre come le aveva Giacobbe nella lotta con l’angelo. E contro un tale Dio nessun essere di nessun secolo e – vorrei dire – di nessun altro pianeta o universo potrà mai combattere: l’eternità è sua, dovessero nascere e bruciare miliardi di soli, galassie e supergalassie. Anche se sarà un Dio perennemente in fuga dall’universo e da ogni specie di vita umana o superumana, da ogni pretesa di abbracciarlo e di dimostrarlo.
Risuona molto bene quello che dici dentro il mio animo ..
Può essere definito l'Amore ?
koan is offline  
Vecchio 07-12-2007, 16.45.26   #149
emmeci
Ospite abituale
 
L'avatar di emmeci
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 1,272
Riferimento: Dio non esiste...

Caro Koan,
mi sembra che tu partecipi con interesse a quello che dico, ma sei sicuro di fare un buon affare, visto che vado al di là di ogni religione per inseguire quello che altri diranno “un fantasma”? Certo io ho fatto capire nell’argomento “Onnipotenza del desiderio”, che ogni dimostrazione può essere infranta di fronte a ciò che l’uomo vuole che esista – e molti avranno pensato che questo si rivolgesse a Dio, non afferrando che il mio Dio non è oggetto del desiderio ma di una fede che supera ogni catechismo e vincolo religioso e che, d’altra parte, è per me il nocciolo di ogni fede. Mi pare, infatti, di poter penetrare in quel sacrario che è il cuore di un qualunque fedele (vorrei quasi dire di qualunque essere dell’universo) e che si lancia là senza vedere fattezze o leggere nomi, a sentire solo quello che altri possono chiamare il divino e io l'assoluto. Ma vale la pena? Fai un buon affare - potrebbe domandare Pascal - una scommessa vincente? Non so, non so neppure se posso chiamarmi religioso quando rinuncio a chiamare Dio col suo nome e gli nego una vera esistenza, cioè un’esistenza come la intendiamo noi…..Prova a dirmi la tua opinione.
emmeci is offline  
Vecchio 07-12-2007, 19.05.16   #150
daniele75
Ospite abituale
 
L'avatar di daniele75
 
Data registrazione: 12-10-2007
Messaggi: 127
Riferimento: Dio non esiste...

Dio non esiste...Esatto!,per la mente esiste solo quello che può capire e condividere con i suoi simili,possibilmente con tanto di spiegazione scientifica e regola matematica per la sua comprensione in modo veloce e razionale!
Dio non appartiene alla mente!! Dio é.Puoi sfiorare la sua bellezza,la sua immensità quando tace il pensiero,ogni credenza,ogni convinzione condivisa,quando si trascende il tempo.Comunque é giusto dire Dio non esiste per la mente.
daniele75 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it