Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 09-12-2005, 21.18.14   #151
fabiobasile
Ospite
 
Data registrazione: 13-01-2005
Messaggi: 23
per nexus

Ruini sarebbe pienamente daccordo con la mia affermazione, infatti non mi pare abbia proposto una legge per rendere confessione e comunione obbligatoria
fabiobasile is offline  
Vecchio 09-12-2005, 21.53.55   #152
Piccolo Antonio
Ospite abituale
 
L'avatar di Piccolo Antonio
 
Data registrazione: 06-07-2005
Messaggi: 47
illuminante,peccato che non abbia ne capo ne coda.
avete stravolto totalmente ciò che rappresenta l'uomo razionale,fra giri di parole avete (non tutti ) mutato l'essenza del non credente per non affrontare una condizione semplice e contemplata come l'ateismo,la non accettazione di un dio superiore frutto della fantasia dell'uomo,imparate ad accettare l'ateo così come è,semplice,senza giri di parole,sono ateo,per me dio non esiste,la questione è semplice,alla mia condizione ci sono arrivato con pensieri molto tristi,dapprima irrazionali come quelli di un credente(del tipo pensa alla possibilità che dio possa non ritenerti simpatico anzi magari ce l'ha proprio con te) poi i pensieri sono diventati più razionali,almeno per me,e ho smesso di credere in dio come a dieci anni ho smesso di credere a babbo natale
Il diavolo non è il Gran Sacerdote del Tempio.
Il diavolo non è il Papa.
Il diavolo non è il Marajà.
Il diavolo non è il Faqir.
diavolo è chi non accetta il pensiero a tal proposito e cerca di scoinvolgere la realtà altrui per renderla accettabile agli occhi di un mondo ancora troppo chiuso

ciao a tutti
Piccolo Antonio is offline  
Vecchio 10-12-2005, 11.17.32   #153
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Re: per nexus

Io ho scritto:

--- Vallo a dire a Ruini e parlagli pure di fecondazione assistita, di contraccettivi, di clonazione, di divorzio, di eutanasia, ecc... ecc... e vedi se pure lui è d'accordo nell'affermare che queste NON sono questioni religiose, come hai detto tu. ---


Fabio risponde:
Citazione:
Messaggio originale inviato da fabiobasile
Ruini sarebbe pienamente daccordo con la mia affermazione, infatti non mi pare abbia proposto una legge per rendere confessione e comunione obbligatoria
Che c'entra? Io ti ho parlato di temi ben più scottanti della confessione obbligatoria, caro Fabio, e tu hai sorvolato!

La questione è semplice: la vita appartiene ad ognuno di noi e non a dio, per chi non crede, e dunque ognuno di noi, nel rispetto altrui, può farne quello che più gli aggrada; se sto per morire e soffro terribilmente è giusto che mi venga somministrata la morfina e mi si aiuti a morire degnamente; se una donna è stata violentata è giusto che possa scegliere di abortire, dopo essere stata opportunamente informata; vorresti negare questo, a livello legislativo?

Perchè è proprio questo che Ruini e tutta la sua combriccola vorrebbero fare...


x Piccolo Antonio: le cose che tu dici sono state dibattute all'interno della presente discussione (per es. a pagina 12-13-14).

nexus6 is offline  
Vecchio 11-12-2005, 19.54.36   #154
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
Vediamo cosa dice Buddha.

Shalom,
un ricercatore della verità andò da Buddha e gli chiese:
"Esiste Dio?"
"Buddha rispose:"No."
venne un secondo visitatore e fece a Buddha la stessa domanda.
Buddha rispose:"Sì."

Il cugino di Buddha,Ananda,che aveva assistito alla scena,disse:
"ma perchè ti comporti così:a uno dici una cosa e a un'altro la cosa opposta?"

Rispose Buddha:

"Il primo visitatore era un credente,mentre il secondo era un ateo."

Morale della favola?
Per Buddha credente o ateo sono la stessa persona, perchè nessuno dei due ha la conoscenza:uno crede nell'esistenza di Dio e l'altro crede nella non esistenza di Dio.Tutti e due sono credenti.

Shalom.

Kantai.
kantaishi is offline  
Vecchio 12-12-2005, 17.31.58   #155
and1972rea
Moderatore
 
Data registrazione: 12-09-2004
Messaggi: 781
Chiarimento per chi non crede che l'ateo crede di non credere a nulla (Nexus)

nexus scrive:
Ahhhhh............. L'ATEO NON E' UN UOMO CHE NON CREDE IN NULLA!!

----------------------------------------------------
invece , secondo me,e' proprio cosi' nexus:

Un uomo che non nutre alcun dubbio sull'inesistenza di dio, non puo' certo fondare questa sua certezza sulla fede che dio non esista; sarebbe assurdo pensare che un ateo possa fondare la sua miscredenza sopra lo stesso atto di fede che muove un credente verso il suo dio…;in realta', l'ateo non pone alcun tipo di fede alla base del suo metro di giudizio e alla base delle sue certezze, egli e' convinto che a nulla si possa dar credito forche' alle prove inconfutabili della propria ragione, egli e' un iper-razionalista che a nulla da' credito per fede pura , che a nulla crede se non a se' stesso; l'ateo ancora il proprio giudizio alle certezze della ragione finendo per credere a quella senza alcun tipo di ragione. Questo e' il paradosso che conduce l'ateo a credere fermamente di non credere a nulla.

Saluti a tutti
and1972rea is offline  
Vecchio 12-12-2005, 18.32.19   #156
Piccolo Antonio
Ospite abituale
 
L'avatar di Piccolo Antonio
 
Data registrazione: 06-07-2005
Messaggi: 47
e secondo questo ragionamento secondo te cosa distingue un ateo da uno scettico?
Piccolo Antonio is offline  
Vecchio 13-12-2005, 12.14.08   #157
and1972rea
Moderatore
 
Data registrazione: 12-09-2004
Messaggi: 781
Lo scettico sospende il suo giudizio, l’ateo no

saluti a tutti
and1972rea is offline  
Vecchio 13-12-2005, 13.39.21   #158
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Re: Chiarimento per chi non crede che l'ateo crede di non credere a nulla (Nexus)

Citazione:
Messaggio originale inviato da and1972rea
nexus scrive:
Ahhhhh............. L'ATEO NON E' UN UOMO CHE NON CREDE IN NULLA!!

----------------------------------------------------
invece , secondo me,e' proprio cosi' nexus:

Un uomo che non nutre alcun dubbio sull'inesistenza di dio, non puo' certo fondare questa sua certezza sulla fede che dio non esista; sarebbe assurdo pensare che un ateo possa fondare la sua miscredenza sopra lo stesso atto di fede che muove un credente verso il suo dio…;in realta', l'ateo non pone alcun tipo di fede alla base del suo metro di giudizio e alla base delle sue certezze, egli e' convinto che a nulla si possa dar credito forche' alle prove inconfutabili della propria ragione
Andrea, credimi , sei in errore: l'ateo non crede fermamente di non credere in nulla! L'ateo non fa ciò! Lo affermi pure tu nel tuo ultimo post, parlando di fiducia incondizionata nella ragione da parte degli atei!

Ultima modifica di nexus6 : 13-12-2005 alle ore 13.40.33.
nexus6 is offline  
Vecchio 13-12-2005, 21.45.20   #159
Piccolo Antonio
Ospite abituale
 
L'avatar di Piccolo Antonio
 
Data registrazione: 06-07-2005
Messaggi: 47
io prima ho introdotto il concetto di scettico per arrivare a dire che mentre uno scettico non crede in nulla nemmeno nell'esistenza del suo essere l'ateo rifiuta solo un essere divino,quindi l'ateo crede,non mi sembra così difficile da capire.come già detto da kantaishi sia il credente che il non credente credono,colui il quale si astiene da ogni forma di credo è lo scettico che è ben diverso
Piccolo Antonio is offline  
Vecchio 14-12-2005, 13.30.24   #160
and1972rea
Moderatore
 
Data registrazione: 12-09-2004
Messaggi: 781
Nexus, hai ragione, dici quello che dico io; i veri atei non ripongono alcuna fede in nulla, perche’ credono solo a se’ stessi e alla propria ragione che li spinge a non credere a nulla, questa e’ la loro contraddizione e il loro paradosso.
Antonio ha pure ragione ,se rimane alla definizione letterale del termine ateo senza trarne ulteriori conclusioni; a lui dico solo che trovo lo scettico apparentemente molto piu’ coerente dell’ateo, perche’ lo scettico non dice ne’ di credere ne’ di non credere, sospende il suo giudizio riguardo ad ogni cosa…ma…,forse, alla fine, anche il giudicare di non giudicare potrebbe rappresentare una forma di credenza assai contraddittoria; persino nel calcio ci si puo’ giocare una partita non giocandola affatto.

Saluti a tutti

Ultima modifica di and1972rea : 14-12-2005 alle ore 13.34.40.
and1972rea is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it