Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 29-01-2007, 12.16.05   #31
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Le vostre dissertazioni sul sesso matrimoniale (interludi ed esempi compresi) mi rendono molto triste!

Trapela un senso di rassegnazione…e la rassegnazione è una gran brutta bestia perché le si costruisce attorno un’impalcatura di alternative e scusanti che non sono mai sufficienti a coprire quel malessere di fondo che ci accompagna, non solo dentro il rapporto di coppia, ma anche al di fuori…nella vita di tutti i giorni.

Intesa sessuale e felicità di coppia sono strettamente connesse…non può esistere l’una senza l’altra. Tutto il resto è un sopravvivere al quotidiano nella “Famiglia & Figli SRL”.

Abbandonarsi al momento di intimità, in maniera giocosa, sensuale,…concedersi una serata a scherzare maliziosamente per scoprire lati ancora nascosti del partner (e ci sono anche dopo molti anni) credo aiuti ad affrontare la vita anche con più ironia e serenità…e francamente non riesco a comprendere perché una simile complicità riesca solamente a rarissime coppie.


Condivido le tue impressioni.

Pare che la semplicità non alberghi più nelle nostre menti e nelle nostre intenzioni.

Non credo veramente che ci sia nella mente umana tanta possibilità di calcolo dal progettare un'unione come un inferno in cui ci si fa la guerra per stabilire chi ha più potere, e il sesso diventi un'arma.

Questa assurda ipotesi ne decreterebbe tra l'altro l'impossibilità in termini di abbandono e fiducia, condizioni che immagino essenziali per una sana intesa anche sessuale.
cannella is offline  
Vecchio 29-01-2007, 14.23.34   #32
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Quinto interludio – scientifico

Monogamia, poliandria, poliginia… significano qualcosa?

Gli animali sono monogami, poliandrici o poligenici secondo equazioni parametriche quasi perfettamente individuate e condizionate da un certo numero (limitato) di elementi, quali la disponibilità delle risorse alimentari, l’attitudine o l’inettitudine dei piccoli che determina anche la numerosità della prole, il clima eccetera.

Gli animali passano dall’una all’altra forma di organizzazione familiare con maggior o minore disinvoltura quanto più o meno facile sia il superamento dei vincoli indicati sopra.

Gli animali superiori, in particolare i primati, hanno un ulteriore vincolo. Quelli che praticano il sesso a solo scopo riproduttivo tendono ad essere monogami, quelli che usano l’accoppiamento anche a scopo sociale sono tutti ovviamente poligamici.

E l’Uomo?... ahi!...ahi!... le dolenti note!

L’Homo sapiens sapiens come super animale superiore che compra, vende, affitta, presta il sesso è chiaramente poligamico, come specie con prole altamente inetta dovrebbe essere rigorosamente monogamico, come membro di una società evoluta in villaggio, anzi in villaggio globale…

Non basta un interludio. Ci vorrà un discorso più lungo.
Se riesco a farlo si chiamerà «Il matrimonio “nel” sesso». E se non ci riesco io, toccherà farlo a qualcuno di voi!

Ma prima, ci vorrà anche un sesto interludio.

Scusa, Maxim


Rudello 29 gennaio
Lucio Musto is offline  
Vecchio 29-01-2007, 14.28.45   #33
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Ragazzi, scusatemi.

Ma l'avevo anticipato, che partendo, poi sarebbe stata dura... e non avrei nemmeno finito!

Ma non provo nessun gusto ad essere cattivo. Se non vi va, la pianto qui. O metto anche il sesto interluido e "il Matrimonio "nel" sesso" e poi la smetto.
O continuo. Ditemi voi.

Grazie comunque, e comunque, vogliatemi bene lo stesso!
Lucio Musto is offline  
Vecchio 29-01-2007, 15.11.56   #34
sangarre
Ospite abituale
 
L'avatar di sangarre
 
Data registrazione: 10-01-2007
Messaggi: 58
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Il sesso è un potente mezzo di comunicazione di coppia, quando viene meno cominciano i problemi.
Finchè il fuoco è vivo, l'attrazione forte, non importa quanti sono gli anni trascorsi, ogni problema diviene di più facile risoluzione, perchè la comunicazione dei partners e' doppia: ordinaria, e profonda, istintuale.
Nel sesso ben vissuto ed agito, l'altro viene riconosciuto come parte inscindibile di sè e il legame diviene molto forte. L'amore fa il resto.
Questa è la mia esperienza.
sangarre is offline  
Vecchio 29-01-2007, 15.36.52   #35
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Citazione:
Intesa sessuale e felicità di coppia sono strettamente connesse…non può esistere l’una senza l’altra. Tutto il resto è un sopravvivere al quotidiano nella “Famiglia & Figli SRL”.

Leggendoti così mi viene d'impulso dirti "assolutamente nò" e meno male!
Però, rileggendo, vorrei chiederti se per "intesa sessuale" intendi l'atto dell'accoppiamento o è sufficiente la semplice carezza?
Gli impeti giovanili si smorzano, è una questione fisiologica e a 40/50/60 anni hai sempre meno voglia di fare le capriole ed in alcune coppie rimane la "carezza" come unica intesa sessuale. Rudello l'ha chiamato "cappuccino tiepidio" , ti pare poco?
tammy is offline  
Vecchio 29-01-2007, 15.48.12   #36
angelo della luce
l.'amore è vita...
 
L'avatar di angelo della luce
 
Data registrazione: 30-06-2004
Messaggi: 99
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

DICE MAXIM:
Abbandonarsi al momento di intimità, in maniera giocosa, sensuale,…concedersi una serata a scherzare maliziosamente per scoprire lati ancora nascosti del partner (e ci sono anche dopo molti anni) credo aiuti ad affrontare la vita anche con più ironia e serenità…e francamente non riesco a comprendere perché una simile complicità riesca solamente a rarissime coppie.

perchè riesce a poche coppie Maxim?

perchè più che mai oggi è l'epoca del consumismo anche nel sesso e nell'amore...purtroppo ..perchè la persona che ti è stata vicina degli anni non è più una novità e se un tempo .....come un oggetto, veniva RIPARATO,AGGIUSTATO,perchè funzionasse ancora oggi sai che si fa? SI BUTTA VIA !perchè c'è subito il ricambio ,quello nuovo di zecca cha apparentemente soddisfa le tue aspettative.apparentemente perchè poi nella quotidianetà si vede la realtà.....in quella bellissima quotidianetà che se si riesce a inventare e reinventare, con gioia e dolore,nei momenti tristi e in quelli felici,può diventare lunga e assolutamente non noiosa e abitudinaria.Ma ci vuole impegno ....non è facile ma .....chi ti conosce meglio della persona che ti vede in tutti i momenti quando gioisci e quando piangi? chi a letto conosce meglio il tuo corpo, della persona che da anni ne sperimenta gli angoli più reconditi ? chi sa prenderti in giro e giocare meglio di chi vive con te?
mah....io i miei genitori li ho visti così e lo spero per me....un giorno
angelo della luce is offline  
Vecchio 29-01-2007, 17.18.25   #37
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da tammy
Leggendoti così mi viene d'impulso dirti "assolutamente nò" e meno male!
Però, rileggendo, vorrei chiederti se per "intesa sessuale" intendi l'atto dell'accoppiamento o è sufficiente la semplice carezza?
Gli impeti giovanili si smorzano, è una questione fisiologica e a 40/50/60 anni hai sempre meno voglia di fare le capriole ed in alcune coppie rimane la "carezza" come unica intesa sessuale. Rudello l'ha chiamato "cappuccino tiepidio" , ti pare poco?

Per intesa sessuale non solo comprendo anche la semplice carezza...ma pure l'astinenza. Se, ad un certo punto della vita, si opta per l'astinenza e questa è condivisa dall'altra persona significa, a mio avviso, che si è in perfetta sintonia sessuale.

maxim is offline  
Vecchio 29-01-2007, 17.27.16   #38
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da angelo della luce
DICE MAXIM:
Abbandonarsi al momento di intimità, in maniera giocosa, sensuale,…concedersi una serata a scherzare maliziosamente per scoprire lati ancora nascosti del partner (e ci sono anche dopo molti anni) credo aiuti ad affrontare la vita anche con più ironia e serenità…e francamente non riesco a comprendere perché una simile complicità riesca solamente a rarissime coppie.

perchè riesce a poche coppie Maxim?

perchè più che mai oggi è l'epoca del consumismo anche nel sesso e nell'amore...purtroppo ..perchè la persona che ti è stata vicina degli anni non è più una novità e se un tempo .....come un oggetto, veniva RIPARATO,AGGIUSTATO,perchè funzionasse ancora oggi sai che si fa? SI BUTTA VIA !perchè c'è subito il ricambio ,quello nuovo di zecca cha apparentemente soddisfa le tue aspettative.apparentemente perchè poi nella quotidianetà si vede la realtà.....in quella bellissima quotidianetà che se si riesce a inventare e reinventare, con gioia e dolore,nei momenti tristi e in quelli felici,può diventare lunga e assolutamente non noiosa e abitudinaria.Ma ci vuole impegno ....non è facile ma .....chi ti conosce meglio della persona che ti vede in tutti i momenti quando gioisci e quando piangi? chi a letto conosce meglio il tuo corpo, della persona che da anni ne sperimenta gli angoli più reconditi ? chi sa prenderti in giro e giocare meglio di chi vive con te?
mah....io i miei genitori li ho visti così e lo spero per me....un giorno


Già, come quando regali un libro che ti sembra prezioso, una tua scoperta bellissima e la persona cui l'hai donato se lo gira fra le mani e poi: "Si, e di che parla?..."

E leggilo, no?!...
Lucio Musto is offline  
Vecchio 29-01-2007, 18.39.59   #39
sangarre
Ospite abituale
 
L'avatar di sangarre
 
Data registrazione: 10-01-2007
Messaggi: 58
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da tammy
Leggendoti così mi viene d'impulso dirti "assolutamente nò" e meno male!
Però, rileggendo, vorrei chiederti se per "intesa sessuale" intendi l'atto dell'accoppiamento o è sufficiente la semplice carezza?
Gli impeti giovanili si smorzano, è una questione fisiologica e a 40/50/60 anni hai sempre meno voglia di fare le capriole ed in alcune coppie rimane la "carezza" come unica intesa sessuale. Rudello l'ha chiamato "cappuccino tiepidio" , ti pare poco?

Ma chi te lo ha detto? A 40/50/60 anni il cappuccino tiepido?
Non conosco nessuno che non abbia più voglia di fare le capriole, e di persone di quell'età ne conosco moltissime.
Dirò di più: le donne si scatenano proprio dopo le età citate, quando si sentono più libere da figli, doveri, contraccezione ecc.
Informati meglio!!!
sangarre is offline  
Vecchio 29-01-2007, 20.52.53   #40
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Nel rapporto d'amore ideale tra due persone, tutte e tre le forze - eros, sesso, amore devono essere presenti.
Ed è questo che di solito accade quando ci si sposa.

Ma, nonostante la scelta sia matura, il rapporto - con il tempo e con l'abitudine, si esaurisce, perché l'eros misteriosamente si spegne

L'impulso sessuale, presente nella maggior parte degli esseri umani sani, comincia a diminuire solo quando l'eros si affievolisce.

Quando questo succede, in genere, si comincia a cercare altrove.

Perché, andando ad analizzare l'elemento principale della forza erotica, si comprende che tale elemento è l'avventura, il desiderio di conoscere un altro essere umano.

Ed è proprio questo impulso vitale che fa superare all'individuo il suo stato di separazione.

Nella misura in cui c'è ancora qualcosa di nuovo da scoprire nell'altro essere e da mostrare nel nostro, l'eros continua a vivere.

Appena cominciamo a credere di avere scoperto quello che c'è da scoprire e rivelato di noi stessi tutto quanto c'è da rivelare, l'eros muore.

Il matrimonio ci fa raggiungere un certo grado di familiarità e di abitudine: nella coppia esistono affetto, senso di amicizia e di intimità, reciproco rispetto ed un'attrazione sessuale di tipo puramente fisico, in cui comunque manca la scintilla dell'eros, spentasi con il tempo.

Quello che muore con il tempo nel matrimonio è per l'appunto l'eros, la scintilla vitale.

Ma dal momento che Maxim ha intitolato il thread "L'atto sessuale come ...."
possiamo dirci che la sessualità ancora può esistere o ... resistere.
Patri15 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it