Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 07-02-2007, 12.10.09   #81
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello
La mia risposta non tardò che qualche attimo:

"Sai che ti dico?... competizione o meno... io 'sta figura di m***a... la rischierei volentieri!..."

Ecco. Più o meno, fra le coppie solide, le cose vanno così.

Rudello 7 febbraio 2007

In una coppia veramente solida...non ci si limita solo alle battute!
E' nel momento in cui sparisce ogni forma di gelosia (causata dall'assenza di fiducia) che è possibile esprimersi fino in fondo, scoprire e scoprirsi, mantenere sempre viva quella tonificante carica di erotismo e stabilire così una complicità unica come la coppia fosse un tutt'uno.

maxim is offline  
Vecchio 07-02-2007, 12.10.26   #82
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: L’atto sessuale come Unione di due principi...

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello
Per come la vedo io, assolutamente si, su tutto.
Ribadirei solo che i due principi, una volta sufficientemente unitisi, vivono di vita propria, e continuano a mantenersi uniti anche venendo meno i pronubi che propiziarono la loro unione.

Grazie.

direi di sì..

(per una volta che non ho voluto andare oltre.. ecco che per magia.. )

atisha is offline  
Vecchio 07-02-2007, 12.29.03   #83
gentlemen
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-12-2006
Messaggi: 76
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello
Quotidianeità matrimoniale




Per le cigogne sembra accertato che sia proprio così, tanto che qualche volta l'uccello rimasto solo non sopravvive alla morte del compagno.
Qualcosa di analogo (pare) avvenga fra le orche e qualche altro cetaceo.

Per gli altri... non so nulla di preciso.

Nell'uomo, per quanto ricordi io, il primo bacio con un'innamorata è una cosa assolutamente irripetibile, che ricorderai per sempre. Molto meno il secondo, che di solito lo segue a pochi secondi di distanza (almeno secondo il mio costume). Tutto il resto che riguarda le pulsioni del corpo segue le stesse regole; ogni volta è un po' diverso da quella precedente... un po' diverso... un po' diverso...
Ma non peggio. Solo diverso, nel senso che ci si infiltrano infinitesime pagliuzze di altri sentimenti, di altre intimità, di altre complicità...

E quando dopo tante volte (come precedentemente dicevo) il cocktail è cambiato a tal punto che il sesso non c'entra quasi più... nemmeno te ne sei accorto... ma è bello lo stesso. Salvo poi che le fantasie erotiche ti vengono ugualmente.

Mi permetterò un esempio autobiografico assolutamente vero.

Passavo per il soggiorno (la TV non l'ho mai seguita un granché) durante una esibizione di Carmen Russo prima maniera, quando faceva la prorompente ballerina... quella che riempiva lo schermo.
Un solo sguardo e... zacchete! rimasi fulminato. Naturalmente fra l'ilarità di mia moglie e dei figli ormai grandicelli che seguivano il programma televisivo.

Sfottò ed ammissione di ammandrillamento, battute e battutacce... finché mia moglie, rivestendosi del suo abito di docente:

"Ecco... sicuramente è una splendida donna... e chi potrebbe negarlo... ed ovviamente sarà circondata da splendidi aitanti giovanotti che le fanno la corte... Ma diciamo pure..., ammettiamo..., ipotizziamo che vedendo te ti prendesse in simpatia... te, ... i tuoi anni, ... la pancetta...?..."

La mia risposta non tardò che qualche attimo:

"Sai che ti dico?... competizione o meno... io 'sta figura di m***a... la rischierei volentieri!..."

Ecco. Più o meno, fra le coppie solide, le cose vanno così.

Rudello 7 febbraio 2007
Data la tua esperienza ti pongo una domanda:
Per raggiungere questo alto grado di complicità è essenziale una esclusività sessuale, nel senso che gli sposi(o la sposa) abbiano vissuto la loro vita sessuale con l'attuale coniuge ??
gentlemen is offline  
Vecchio 07-02-2007, 13.34.15   #84
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: L’atto sessuale come Unione di due principi...

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Accidenti Atisha...

....Rimane il problema di trovare applicabilità pratica alla questione spirituale da te esposta...altrimenti qui se scomodiamo solo i santi va a finire che pratichiamo autoerotismo per tutta la vita.



la pratica è la conseguente comprensione della teoria.. le due cose sono ancorate..
se comprendi il gioco cosmico del così in alto come in basso.. tutto si compie da sè..

senza scomodare i Santi (che non godono affatto della loro sessualità... ) è naturale ricordarci che l'Unione avviene nel corpo/mente/Spirito.. quindi nessuna spiritualità astratta.. solo scienza.. iniziatica, verso un cammino migliore..

grazie del complimento .. vedi che le perplessità e le lontananze sono solo apparenti??
atisha is offline  
Vecchio 07-02-2007, 14.05.42   #85
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da gentlemen
Data la tua esperienza ti pongo una domanda:
Per raggiungere questo alto grado di complicità è essenziale una esclusività sessuale, nel senso che gli sposi(o la sposa) abbiano vissuto la loro vita sessuale con l'attuale coniuge ??


Non lo so.

Mia moglie per sua personalissima scelta (io non ho mai concepito alcuna forma di gelosia) ha optato per un rapporto rigorosamente monogamico.
Io invece ho avuto (in età decente) le mie brave avventurette extraconiugali sforzandomi comunque (spero con successo reale, oltre che quello di etichetta) di mantenerle nei loro limiti, senza che ne fosse intaccata la stabilità familiare né umiliata la dignità matrimoniale.
E mi vanto di affermare che a questo ci ho tenuto non solo verso "l'interno" della famiglia, ma anche rispettosamente nei confronti della "cotta" di turno, onestamente presentandomi nella mia esatta veste e senza mai una volta essere ricorso ad alcun sotterfugio.

Per spiegarmi con un esempio, ancor oggi che sono vecchio e le mie "affinità" con l'altro sesso sono preponderatamente intellettive, non mi sognerei mai di spacciarmi per un "marito deluso" in cerca di una "felicità mancata", e ciò al solo scopo di ingraziarmi la signora che mi sta di fronte.
Mi sentirei sminuito, e sminuirei indebitamente il mio matrimonio (ne ringrazio Dio) riuscito.
Alla signora che incontro dico semplicemente: "Sono sposato e non ho problemi. Tu, mi piaci un sacco lo stesso."
Troppo difficile?...
Sforzandomi, forse potrei essere anche più esplicito. Ma non credo che occorra!

E' TROPPO EVIDENTE che questa è la mia realtà personale!... che fa testo esattamete come può far testo una esperienza su seimiliardi e rotti di casi!...
Mai!, farsi maestri... come diceva il nonno!

Ciao!
Lucio Musto is offline  
Vecchio 07-02-2007, 14.06.30   #86
angelo della luce
l.'amore è vita...
 
L'avatar di angelo della luce
 
Data registrazione: 30-06-2004
Messaggi: 99
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Non per puntualizzare ma .....di "mera sessualità" ne hai parlato proprio tu Maxim in un tuo intervento! dicendo che è fondamentale un appagamento di quest'ultima...
Infatti dici:
" Possiamo ergere finchè vogliamo a baluardo dell’amore i valori che ruotano attorno al matrimonio, valori che ideologicamente sono più tendenti al “bene” rispetto alla mera “sessualità”, però io penso che senza un appagamento di quest’ultima, vengano a mancare le fondamenta cui poggiavano gli iniziali progetti di vita a due…e c’è sofferenza…a volte nascosta ed indecifrabile, ma c’è.
perche' poi dici....in netta contraddizione :

" Infatti mi disturba assai quando sento parlare di "mera sessualità"...non la distinguo ...."
Uno sdoppiamento di personalità???
angelo della luce is offline  
Vecchio 07-02-2007, 14.38.21   #87
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da angelo della luce
…………
" Infatti mi disturba assai quando sento parlare di "mera sessualità"...non la distinguo ...."
Uno sdoppiamento di personalità???

Ciao Angelo…mi sono espresso male!
Avevo comunque messo “sessualità” tra virgolette e quando parlo di questa cosa non intendo mai il solo rapporto fisico, bensì la carica erotica che coinvolge in generale la coppia e che può esprimersi in svariate forme.

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello
Non lo so.

Mia moglie per sua personalissima scelta (io non ho mai concepito alcuna forma di gelosia) ha optato per un rapporto rigorosamente monogamico.
Io invece ho avuto (in età decente) le mie brave avventurette extraconiugali…

Suppongo che tua moglie non fosse a conoscenza delle tue brave avventurette extraconiugali pertanto, in un altro forum, potrebbe stare a scrivere, in questo momento, le stesse identiche tue parole, esprimendosi al femminile…
…siamo talmente ingenui noi uomini a volte…

Io penso che nel momento in cui si ricercano avventurette extraconiugali ci sia qualcosa che non quadra nella sessualità di coppia…ergo…per mia visione…nel matrimonio in generale.

Per comprendere appieno cosa significhi complicità di coppia è necessario arrivare al punto di interrogarsi su ciò che non va, saperlo esporre all’altra persona ed arrivare comunque, sempre in complicità, ad avere l’esperienza delle “avventurette” che in tal caso…non si potrebbero neanche più chiamare così.

maxim is offline  
Vecchio 07-02-2007, 15.03.15   #88
gentlemen
Ospite abituale
 
Data registrazione: 19-12-2006
Messaggi: 76
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello
Non lo so.

Mia moglie per sua personalissima scelta (io non ho mai concepito alcuna forma di gelosia) ha optato per un rapporto rigorosamente monogamico.
Io invece ho avuto (in età decente) le mie brave avventurette extraconiugali sforzandomi comunque (spero con successo reale, oltre che quello di etichetta) di mantenerle nei loro limiti, senza che ne fosse intaccata la stabilità familiare né umiliata la dignità matrimoniale.
E mi vanto di affermare che a questo ci ho tenuto non solo verso "l'interno" della famiglia, ma anche rispettosamente nei confronti della "cotta" di turno, onestamente presentandomi nella mia esatta veste e senza mai una volta essere ricorso ad alcun sotterfugio.

Per spiegarmi con un esempio, ancor oggi che sono vecchio e le mie "affinità" con l'altro sesso sono preponderatamente intellettive, non mi sognerei mai di spacciarmi per un "marito deluso" in cerca di una "felicità mancata", e ciò al solo scopo di ingraziarmi la signora che mi sta di fronte.
Mi sentirei sminuito, e sminuirei indebitamente il mio matrimonio (ne ringrazio Dio) riuscito.
Alla signora che incontro dico semplicemente: "Sono sposato e non ho problemi. Tu, mi piaci un sacco lo stesso."
Troppo difficile?...
Sforzandomi, forse potrei essere anche più esplicito. Ma non credo che occorra!

E' TROPPO EVIDENTE che questa è la mia realtà personale!... che fa testo esattamete come può far testo una esperienza su seimiliardi e rotti di casi!...
Mai!, farsi maestri... come diceva il nonno!

Ciao!

Io non intendevo l'esclusività nel matrimonio...per me quella dovrebbe essere un "dogma"...io mi riferivo ad un esclusività più assoluta, facendo rientrare l'intera vita...cioè se è essenziale che ambedue, o uno(di costume però si guarda di più allla donna) abbiano fatto l'amore solo con chi si sposerà, o con chi si è sposato.
gentlemen is offline  
Vecchio 07-02-2007, 15.36.21   #89
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da gentlemen
Io non intendevo l'esclusività nel matrimonio...per me quella dovrebbe essere un "dogma"...io mi riferivo ad un esclusività più assoluta, facendo rientrare l'intera vita...cioè se è essenziale che ambedue, o uno(di costume però si guarda di più allla donna) abbiano fatto l'amore solo con chi si sposerà, o con chi si è sposato.

No, secondo la mia esperienza. Niente di così radicale
Lucio Musto is offline  
Vecchio 07-02-2007, 15.40.42   #90
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: L’atto sessuale come costituente del matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
...

Suppongo che tua moglie non fosse a conoscenza delle tue brave avventurette extraconiugali pertanto, in un altro forum, potrebbe stare a scrivere, in questo momento, le stesse identiche tue parole, esprimendosi al femminile…
…siamo talmente ingenui noi uomini a volte…

...

Un matrimonio basato su questo livello di intesa dura sei mesi... anche meno.

Io ci sto dentro da Quarantatré anni...
Lucio Musto is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it