Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 29-02-2008, 13.07.11   #51
chlobbygarl
Lance Kilkenny
 
Data registrazione: 28-11-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Altra domanda...

Citazione:
Originalmente inviato da nevealsole
Chiedereste, chiedete o avete chiesto alla vostra compagna le prestazioni che chiederste alla prostituta? Se sì, con quali reazioni?
Qualunque donna, prostituta o meno, è in grado di fare tutto quanto è possibile fare, a patto che chi ha di fronte si appassioni a toccare le giuste corde della sua sensibilità femminile.Per questo non vedo la necessità di suddividere la sessualità in sezioni a seconda della donna che ne dovrà essere la referente.
chlobbygarl is offline  
Vecchio 29-02-2008, 13.39.55   #52
misterxy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-01-2008
Messaggi: 200
Riferimento: Sesso in vendita

A far luce sui diversi desideri dei due sessi sono i rapporti omosessuali.
Quelli eterosessuali rappresentano un compromesso tra i desideri di un uomo e i desideri di una donna, e tendono quindi a minimizzare le differenze tra i sessi.
Gli omosessuali, invece, non hanno bisogno di giungere a compromessi e la loro esperienza mette in mostra la sessualità umana in una forma più pura.
In uno studio sugli omosessuali di San Francisco condotto prima dell'epidemia di AIDS (il primo caso ufficiale fu registrato il 5 giugno 1981), emerse che il 25% degli uomini gay aveva avuto più di mille partner sessuali; il 75% oltre 100.
Viceversa, nessuna femmina lesbica risultò essere così promiscua, solo il 2% di esse dichiarò un centinaio di partner.
Anche altri desideri dei gay, come quelli riguardanti la pornografia, la prostituzione e l'attrazione per partner giovani, rispecchiano o portano all'eccesso i desideri degli eterosessuali.
(Tra l'altro, il fatto che i desideri sessuali degli uomini siano gli stessi a prescindere dal fatto che siano rivolti alle femmine o ad altri uomini confuta la tesi che si tratti di strumenti di oppressione della femmina.)
Non è che gli uomini gay siano sessualmente "più calorosi": sono semplicemente uomini i cui desideri maschili si incontrano con altri desideri maschili anziché con desideri femminili.

Tra gli eterosessuali, se gli uomini desiderano la varietà più delle femmine, quello che dovrebbe conseguirne può dircelo un qualunque corso di economia.
L'accoppiamento dovrebbe essere considerato un'elargizione femminile, un "favore" che le donne possono decidere se concedere o negare.
Fiumi di metafore parlano del rapporto sessuale con una donna come di una merce preziosa, sia che assumano il punto di vista di lei (concedersi, dargliela, sentirsi usata), sia che assumano quello dell'uomo (averla, favori sessuali, farcela).
E le "transazioni sessuali", come i cinici di ogni genere hanno scoperto da tempo, obbediscono spesso a logiche di mercato.
In tutte le società sono quasi esclusivamente gli uomini che corteggiano, fanno approcci, ricorrono a "filtri d'amore", fanno regali in cambio di rapporti sessuali, pagano le prostitute, etc.
L'economia sessuale, naturalmente, dipende anche dalla desiderabilità dei singoli individui, non solo dai desideri medi dei due sessi.
Si paga per il sesso (in denaro, impegni, favori, regali, vacanze, cene, etc.) quando il partner è più desiderabile di noi.
Dato che le donne discriminano più degli uomini, l'uomo medio deve pagare per avere rapporti sessuali con la donna media...* (Non sempre è così ma poco ci manca*...)
Un uomo medio può attrarre una moglie di qualità superiore a quella di una partner occasionale (presumendo che l'impegno matrimoniale sia una forma di pagamento...), mentre una donna media può attrarre un partner occasionale (che non pagherebbe niente...) di qualità superiore al marito*.

Solo con gli uomini di qualità "più alta" sono disposte ad avere rapporti sessuali (gratis) un gran numero di femmine.
misterxy is offline  
Vecchio 29-02-2008, 14.43.51   #53
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Sesso in vendita

Citazione:
Originalmente inviato da nevealsole
Ciao Donella,
permettimi di dire ... con una battuta, che qui presti il fianco a Iul.
Ovvero, che non sia libera di scegliere la Siberiana che viene a fare la miliardaria in Italia, sinceramente mi fa sorridere.
Perché non ha scelto di fare la badante, allora, acquisendo consapevolezza del valore delle cose?
Chi sceglie la strada più facile, dal mio punto di vista, sceglie eccome.
Che poi le prostitute da 30.000 euro al mese (quelle di cui si sta parlando qui e non altre), non abbiano scelto la via più facile io non concordo. E penso anche che la maggior parte siano "goderecce" e non prigioniere di loro stesse.
Tra l'altro la descrizione da te fatta, sull'amica siberiana, è proprio avvilente.
Perché sbaglierà chi pensa di potersi "comprare" moglie, ma è brutto vedere una donna incapace di provare la minima benevolenza per l'uomo che, alla fine, le ha permesso di avere tutto ciò che poteva desiderare, materialmente parlando.
Si presuppone che il marito non valesse nulla: e se invece lei, anziché prendere solo avesse saputo anche dare? Forse oggi poteva non essere così insoddisfatta.
Chi si costruisce la gabbia e piange la propria prigionia a me non piace.
Nel tuo esempio, proprio perché era lei ad arrivare dal niente e con niente, avrebbe dovuto dimostrare di non essere interessata solo ai soldi, e forse avrebbe avuto risposte diverse...

Ciao Neve.
Ti ringrazio per l'osservazione, però... un attimo! (no! il fianco a IUL no!)

Tu hai istintivamente cercato il "lato umano-sentimentale" in una vicenda che portavo come esempio da manuale di SOLA prostituzione. Con il "privilegio", raro ma non unico della soggetta, di poter vedere in pochissimi fotogrammi quelle che sono le puntate salienti della prostituzione "per scelta".
Insomma: la tizia è venuta nella perfetta consapevolezza di "vendersi": Aveva fatto la sua "lucida" considerazione che - piuttosto che spalar la neve in Siberia (insieme ad un uomo di cui rimpiangeva l'impareggiabile intesa sessuale) - .... la Felicità fosse avere quel che abbiamo noi secondo le pubblicità. Ne era così certa che si è turata il naso e ha "scelto". Qui ha avuto la "fortuna" di avere, con un solo atto di prostituzione, molto più e molto più comodamente di quanto sue colleghe possano racimolare in anni e anni di avventure: ha potuto raffrontare in tempi da record aspettative e conquiste. Lei, per suo stesso dire, era il prototipo di chi nel benessere economico vedeva LA Felicità. La stessa lei, avendo potuto goderlo appieno in un attimo, certamente avrà avuto primi attimi di estasi... ma a quelli ha fatto seguito IL Vuoto.
Dimenticavo : siccome era totalmente libera di gratificarsi in tutti i modi che potessero venirle in mente.... io l'ho persa di vista perchè è fuggita col suo maestro di yoga... che se lo rovesciavi non gli cadevano i soldi per un tramezzino + birra! E oggi, molto probabilmente, ha un'idea molto diversa della "Felicità" e della "Libertà".

----------------

MAXIM... mi sembra che tu attribuisca a me quel che un bellissimo intervento di Misterxy attribuisce alla sessualità maschile : scindere l'atto, addirittura scindere le parti del corpo abilitate a prendervi parte
Credo che la mia verità si trovi esattamente a metà strada : trovo più che vero ed illuminante quel che Misterxy riporta come differenza base tra sessualità maschile e femminile; e ho veramente capito che il mio terrore è sempre stato quello di sentirlo senza "saperlo". Insomma: non sono io che "scindo l'atto", ma è vero: mi sento lontana ed ho anche senso di fredda estraneità rispetto a chi lo fa. Altrimenti detto: ci penso per prima, perchè "so" che così può essere e così non vorrei mai che fosse.

-----------------

Solo per chiudere sorridendo.
Maschietti, non abbiate invidia!
Se le donne che adorano il dio quattrino hanno davanti, con la prostituzione, un bella superstrada...... volendo e con la stessa dose di coraggio... a voi si apre una pista d'aeroporto!
No... mica penso ai gigolò! (Concordando con Misterxy.... e quante ce ne potranno essere di mezze femmine che fanno la platea del gigolò???? Poca roba!).
Ma, sempre ai grazie ai gusti dei maschietti, quella dei viados non è una "strada" , è proprio una pista di decollo! Sai, Bomber, che i 30.000 possono farli stancandosi pochissimo e anche in meno di un mese?
donella is offline  
Vecchio 29-02-2008, 15.03.29   #54
Simaptico
Ospite
 
Data registrazione: 29-01-2008
Messaggi: 38
Riferimento: Altra domanda...

Citazione:
Originalmente inviato da nevealsole
Ringrazio tutti per le risposte. In particolare, ho trovato sinceramente interessanti gli interventi riportati da misterxy.

Avrei, bontà vostra, un'altra domanda... lasciando da parte per un attimo chi va con la prostituta in assenza di una compagna.

Chiedereste, chiedete o avete chiesto alla vostra compagna le prestazioni che chiederste alla prostituta? Se sì, con quali reazioni?
Posso testimoniare il mio caso: ho manifestato alla mia ragazza la mia insoddisfazione per il fatto che ancora non avevamo fatto sesso orale, facendole capire che per me era importante.
Lei mi ha detto che non era ancora il momento, facendomi capire che al limite aspettava che io diventassi abbastanza bravo da ispirarla a farlo.
Poi mi è venuto in mente un suo ex, di cui lei mi parla in modo molto negativo, e le ho chiesto come mai con lui, che non valeva niente per lei, si sentiva ispirata a farlo e con me no, e lei mi ha risposto che dipendeva da certi modi di comportarsi a letto, una specie di maturità comportamentale sessuale (che io non avrei raggiunto).
Una cosa che mi ha dato molto fastidio è constatare come lei non riuscisse a prendere sul serio questa mia insoddisfazione.
Simaptico is offline  
Vecchio 29-02-2008, 15.18.51   #55
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Sesso in vendita

Citazione:
Originalmente inviato da iulbrinner
Un affresco etico-morale di rara bellezza che la dice molto lunga - unitamente alle altre visioni di mondi femminili vittimizzati nella storia e nella geografia universali - sulla visione donelliana dei rapporti sociali.
Unico dubbio: in questo frega-frega generale quando è lei a fregare, questo le suscita una grande simpatia, quando invece è lui, una grande antipatia.
Da cosa dipenderà?

Ahhhh... ma non era solo il piccone (anzi piccozza)!
C'hai pure le scarpe chiodate, i rampini, la corda, tutto quel che serve per infiggere la bandierina in vetta!!!
Ma, scusa, la montagna da scalare.... dov'è

Una che capitalizza il tonto volontario mi fa simpatia. La riaccendo.
La stessa che mi fa uno che capitalizza la tonta volontaria. La riaccendo (perchè anche questa l'avevo già accesa, ma non l'hai vista).

Hai presente quando uno inciampa e ti viene da ridere?
Bene: è proprio la stessa cosa.

Poi - dopo aver ISTINTIVAMENTE riso - posso essere la prima a correre per dargli una mano.
Ma se nego che mi viene da ridere.... o son falsa o non so ridere!
E se qualcuno nega che gli viene da ridere .... per me.... o è falso o non sa ridere.

Sarà chiara, adesso, una battuta di ruolo infinitesimale, che era "giusta" mentre si premeva il tasto per chiamare l'ascensore.... eh beh, sì! : perchè mica poteva reggere la conversazione durante tutta la corsa dell'ascensore!

Non ho mai avuto chi facesse l'esegesi della mia etica, e ne sono profondamente onorata. Però, magari, consultami prima un pochino, visto che non ci conosciamo affatto.
donella is offline  
Vecchio 29-02-2008, 15.30.51   #56
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: Sesso in vendita

Carissima Neve, quando c'è vera unione nella coppia costituita ,non c'è differenza di richieste tra compagna o prostituta,dove c'è intelligenza,c'e disinibizione quindi vale sempre il proverbio che dice: Ne a tavola ne a letto non si deve aver rispetto. Ma a parte questo,vorrei farti una precisazione.Non vorrei fosse un elementarismo,ma te lo voglio esporre comunque. Tanto l'uomo,come sono quasi convinto anche per la donna,il miglior godimento nell'amplesso è sempre indiretto,l'uomo gode maggiormente relativamente a quanto piacere lui riescie a donare alla sua partner. per cui spesse volte cerca la prostituta perchè questa essendo professionista sa meglio fingere riuscendo a far credere a lui che tutto il bello che lei prova è merito della sua donazione,mentre questo,tra le mura domestiche non avviene come probabilmente avveniva i primi tempi di unione, penso che anche la donna sia nelle medesime condizioni. Questa realtà è uno dei tanti esempi da me analizzati per stabilire concretamente che la felicità arriva all'umano maggiormente nel dare che non nel ricevere.Ma questa è un'altra storia.

Tanti saluti e Ciao espert37
espert37 is offline  
Vecchio 29-02-2008, 15.35.54   #57
iulbrinner
Utente bannato
 
Data registrazione: 25-10-2007
Messaggi: 303
Riferimento: Sesso in vendita

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Solo per chiudere sorridendo.
Maschietti, non abbiate invidia!
Se le donne che adorano il dio quattrino hanno davanti, con la prostituzione, un bella superstrada...... volendo e con la stessa dose di coraggio... a voi si apre una pista d'aeroporto!
No... mica penso ai gigolò! (Concordando con Misterxy.... e quante ce ne potranno essere di mezze femmine che fanno la platea del gigolò???? Poca roba!).
Ma, sempre ai grazie ai gusti dei maschietti, quella dei viados non è una "strada" , è proprio una pista di decollo! Sai, Bomber, che i 30.000 possono farli stancandosi pochissimo e anche in meno di un mese?
Una chiusura migliore di questa non sarei riuscito nemmeno ad immaginarla; della serie "non mi vergogno più di nulla".
In aggiunta a quello che ho già scritto mi chiedo come si possa essere tanto offensivi ed in modo tanto spudorato.
Questa è la vera misura di certe "femminucce"....
Complimenti vivissimi per la prestazione; assai significativa!
iulbrinner is offline  
Vecchio 29-02-2008, 16.18.05   #58
webmaster
Ivo Nardi
 
L'avatar di webmaster
 
Data registrazione: 10-01-2002
Messaggi: 957
Exclamation

Vi ricordo che il regolamento non consente di utilizzare lo spazio del forum per dispute personali di ogni genere.
Grazie.
webmaster is offline  
Vecchio 29-02-2008, 19.56.50   #59
misterxy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-01-2008
Messaggi: 200
Riferimento: Sesso in vendita

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Voglio dire : tutto sembra orgogliosamente ostentato, mentre i protagonisti maschili son certamente troppo sgamati per credere che le sventole siano attratte dalle loro rughe e sottopance piuttosto che dai loro quattrini.

Non resta forse, a motivare quell'indubbio orgoglio, la sola possibilità di vivere il tutto pensando SOLO "sì, posso comprare (alla faccia di tutti) quello che mi pare. Visto cosa ho comprato stasera? Certo che alla sventola faccio più o meno schifo, ma IO PAGO, e qui deve stà, e pure sorridendo: vedete?"
Vai oltre ciò "che si vede con gli occhi"... e cerca di osservare quel che "si può vedere solo con la mente"... (un po' come fece Einstein, per formulare la Teoria della Relatività...)
Ti accorgerai che quegli uomini non solo non "dominano" nessuna giovane e bella figliola, ma sono essi stessi dominati dalle suddette.
misterxy is offline  
Vecchio 29-02-2008, 19.59.08   #60
cici
Ospite
 
L'avatar di cici
 
Data registrazione: 17-07-2007
Messaggi: 6
Riferimento: Sesso in vendita

Citazione:
Originalmente inviato da bomber
L'altra sera, mentre distrattamente facevo zapping, mi sono fermato un attimo su una rete locale, dove due signorotti conducono una trasmissione dove a turno fanno sedere e parlare diversi personaggi stravaganti e non.
In quella particolare serata cera una donna.
Una donna non particolarmente attraente, così a vista direi asiatica, ben vestita e a occhio di buona cultura.
Questa signorina non più giovanissima faceva il mestiere più antico del mondo, o meglio la prostituta.
Durante il suo colloquio con i due signorotti parlava delle problematiche del suo mestiere, ma una cosa in particolare mi ha colpito.
candidamente dichiarava che il suo stipendio medio annuo era di 30mila €.
Rimango ancora più sbalordito quando dice che alla fine lavora poco e che potrebbe fare tranquillamente più ore, continua affermando che lei tende a fare poco meno di 8 ore al giorno e il resto della giornata la dedica ad altro, contando che il weekend si vive tranquillamente la sua vita.
Adesso io sono rimasto senza parole, ma viene da chiedersi, se è così facile guadagnare tanti soldi, perchè non lo fanno tutte le donne ???
perchè complicarsi la vita, con stipendi da fame e rogne da sbrogliare ogni giorno ??


dignita e rispetto per il proprio corpo
cici is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it