Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 07-06-2006, 17.51.14   #71
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
Pensa che molti lo fanno pure inconsapevolmente pensando egoicamente di farlo ...


sacre parole...
atisha is offline  
Vecchio 07-06-2006, 17.59.46   #72
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
il "blocco" è sempre causato da distorsione egoica.
Ecco la vera "causa" del continuo "ripetersi"
la non comprensione della forza "bloccante" che risiede nell'ego non incanalato a fini unitivi e di evoluzione...
turaz is offline  
Vecchio 07-06-2006, 18.26.04   #73
rezan
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Citazione:
Messaggio originale inviato da shakespeare
prego!
ma non serve che leggi quel che ho scritto; nulla di nuovo di quel che già non è stato scritto e che non venga interpretato continuamente!

pace e bene!

Shakespeare, mi spiace averti liquidato così in due parole ti prego di scusarmi, ma concedimi un ulteriore diritto di replica. Se una persona inizia un discorso dicendo "dubito che tu possa capire" equivale a dargli dell'impedito e non mi sembra un bel modo per iniziare una conversazione. Vorrei chiarire che non ho vissuto i miei 52 anni nel buio più totale poi, un mattino mi sono svegliato inventandomi Dio e la religione. Quanto dico è frutto di scelte, a volte anche dure, scelte che sono iniziate quando ho deciso che il cattolicesimo come lo vedi tu o come lo vede la chiesa conservatrice, non mi sta più bene. Una mia scelta Shakspeare. Se un domani verrà la resa dei conti sarò io di persona a pagare per i miei errori. Però non voglio correre il rischio di vivere la mia vita secondo quello che per te è un' intrascindibile verità. Se a questa ipotetica resa dei conti Dio mi dicesse che ho sbagliato tutto cosa potrei rispondere? E' colpa di Shakspeare? Sai cosa mi direbbe Dio? Che Lui ha dato a Shakspeare una vita e in ugual misura ne ha dato una anche a me. Quindi trattiamo gli argomenti in questo forum nel rispetto della sua essenza ovvero RIFLESSIONI. Giuste o sbagliate che siano ha poca importanza, ogni persona ha i suoi tempi, modi e i suoi errori da commettere.
rezan is offline  
Vecchio 07-06-2006, 18.31.27   #74
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
...e i suoi crismi (legati all'IO) da sviluppare o da "bloccare"...
turaz is offline  
Vecchio 07-06-2006, 18.41.20   #75
rezan
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
il "blocco" è sempre causato da distorsione egoica.
Ecco la vera "causa" del continuo "ripetersi"
la non comprensione della forza "bloccante" che risiede nell'ego non incanalato a fini unitivi e di evoluzione...

vorrei replicare a questo argomento rispondendo anche ad Atisha.
capisco questo dubbio Atisha, ma chi... chi può dire che una persona stia facendo progressi oppure no, chi può dire che il percorso di quella persona non debba passare prima per un errore madornale per poi comprendere?
Un errore madornale potrebbe essere anche una, dieci o cento vite sbagliate.
Ci sono persone Atisha (e ne conosco un paio), che hanno capito il vero valore della vita, dopo aver ucciso una persona in un incidente d'auto.
Riguardo all'ego sono pienamente d'accordo con te Turaz. L'ego è l'unico vero responsabile delle nostre catastrofi personali, credo che l'ego comunque muoia con il corpo, lo spirito è privo di ego e credo che elevandosi al livello spirituale si possa fare come una sorta di scansione delle proprie azioni e valutarle obiettivamente senza rancori o tutte le distorsioni che l'ego di solito procura.
rezan is offline  
Vecchio 07-06-2006, 20.00.20   #76
shakespeare
Utente bannato
 
Data registrazione: 17-06-2004
Messaggi: 421
rezan non poter capire certe cose non equivale ad essere impedito e non era quello il mio intento; vi sono molte cose che rimangono celate, solo la fede le rivela! ma se dico così allora verrò lapidato perchè mi si dirà essere un illuminato o cose del genere in maniera ironica; solo che così non è!qui non sono io e non sei tu rezan, ma Dio è venuto a te perchè tu non saresti mai potuto arrivare a lui, per questo basta solo aprire il cuore e tanti discorsi ti sembreranno vani; il Signore poi è misericordioso, ma l'uomo si perde nelle stelle, nei tarocchi, nella fortuna conferendo si queste cose come verità , nel mentre le verità invisibili a noi celate sono ben altre!

pace e bene!
shakespeare is offline  
Vecchio 07-06-2006, 20.18.56   #77
rezan
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Citazione:
Messaggio originale inviato da shakespeare
rezan non poter capire certe cose non equivale ad essere impedito e non era quello il mio intento; vi sono molte cose che rimangono celate, solo la fede le rivela! ma se dico così allora verrò lapidato perchè mi si dirà essere un illuminato o cose del genere in maniera ironica; solo che così non è!qui non sono io e non sei tu rezan, ma Dio è venuto a te perchè tu non saresti mai potuto arrivare a lui, per questo basta solo aprire il cuore e tanti discorsi ti sembreranno vani; il Signore poi è misericordioso, ma l'uomo si perde nelle stelle, nei tarocchi, nella fortuna conferendo si queste cose come verità , nel mentre le verità invisibili a noi celate sono ben altre!

pace e bene!

fede significa non capire ma accettare senza far domande. Non ho mai parlato ne di fortuna ne di tarocchi, cose che mi sono del tutto estranee, anzi, è proprio il fatto di pensare che la fortuna non esista una delle boe che mi ha fatto cambiare direzione. Quello che ho difficoltà ad accettare è il tuo modo di porti come l'essere che ha l'inconfutabile verità in tasca. Purtroppo non metti in discussione nulla, quello che dici è oro, qualsiasi diverso pensiero equivale ad una bestemmia. Questa verità non ce l'hai perchè ci sei arrivato ragionandoci, i misteri sono ancora moltissimi nella tua mente e non puoi far altro che avere fede e crederci, ma ti è stata imposta e l'hai accettata così com'è. Ora pretendi che gli altri facciano altrettanto. Se per te è così, va bene così, ma per favore pensa per la tua di anima e lascia che ognuno pensi alla propria.
Ora penso sia il caso di smetterla perchè contrariamente a te non intendo redimere nessuno e non mi interessa abbattere nessuna barriera. Utilizzo questo sito come riflessioni, mi piace mettermi in discussione, fare delle ipotesi senza sentirmi colpevole di niente, in ogni caso in modo civile e ragionevole, l'integralismo non mi piace.
rezan is offline  
Vecchio 07-06-2006, 20.30.49   #78
shakespeare
Utente bannato
 
Data registrazione: 17-06-2004
Messaggi: 421
non sono qui per redimere nessuno rezan!
se il mio modo di credere ti fa tanto infuriare, che non accetti allora io non provo lo stesso astio nei tuoi riguardi; è questo rezan che significa capire; le domande spero ancora che si possano fare rezan, altrimenti non vorresti che passassero tutte le menzogne che chiunque, preso questo o quel frammento svegliandosi al mattino si può inventare; è mio o tuo dunque l'integralismo? io non pretendo nulla a differenza di te; ho solo mandato ciò che ritenevo giusto, quanto a te rezan ti auguro di cuore pace e bene!
shakespeare is offline  
Vecchio 08-06-2006, 09.15.44   #79
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Onestamente non sono del parere del dover interpretare le scritture.
Ti spiego perché.
Nel corso dei millenni l’uomo si e’ interrogato sempre sul divino, e naturalmente sempre lui si è dato delle risposte, riportando su testi quello che poteva umanamente concepire.
Così le tradizioni hanno fatto il loro corso.
A mio parere la bibbia, l’A.T. e il nuovo testamento vanno inquadrati solo in un periodo storico e cosi’ vanno presi, come testimonianza di un dato periodo e delle credenze di quel periodo.
Intanto gli stessi testi sono passati attraverso manipolazioni interminabili (dare un occhiata qui ad esempio http://www.utopia.it/ ), cancellando frasi qua e là perfezionando messaggi, tantè che nemmeno piu’ assomigliano all’originale, se noi leggessimo la torah probabilmente non vi troveremmo nulla di comprensibile, ed e’ talmente differente dalla nostra bibbia. Il fatto e’ che quella tradizione non è la nostra, noi cristianizzati non sappiamo nulla del popolo che fu liberato dalla schiavitù, quella tradizione non ci appartiene.
Tantè che gli stessi ebrei hanno vietato ai cristiani di riportare il nome YHWH perche’ la nostra bibbia e’ bestemmia ai loro occhi, il nome di d_o non lo si poteva riportare in quel mucchio di eresie impunemente.
Il mio parere e’ dunque quello di ridare ai testi la loro reale dimensione, riportarli al loro carattere originale, come poema epico, al livello dei testi omerici e dei poemi sumeri, leggere le gesta di questi eroi, Mose’, Jeshua romanzate come quelle di Ercole, Ghilgamesh, lasciando intatte anche quelle frasi a noi incomprensibili, ma che ben si addicono a quei periodi storici come una frase soppressa che dice pressappoco “la donna peccatrice sarà calpestata come sterco nella via”.
Questi testi dovrebbero essere lasciati intatti, sono patrimonio culturale di tutti, nessuno deve avere la possibilita’ di variarli a piacimento, nemmeno il santo papa e sua santissima congreghescion,

Ora dobbiamo avere il coraggio di guardare ai miti per quello che sono, Gesu’ (in realtà Saul di Tarso) lo fece a suo tempo, i tempi erano cambiati per poter seguire ancora la tradizione ebraica, cosi’ ora sono cambiati i nostri per star dietro ancora a questi miti e occorre un nuovo messia a rimettere sulla pista giusta gli uomini nella loro ricerca spirituale.
La_viandante is offline  
Vecchio 08-06-2006, 10.05.20   #80
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
il "messia" non va "identificato" e mistificato.
Questo benedetto "messia" (virgulto per Isaia ad esempio) e via discorrendo è l'IO insito in ognuno.
E' la shekinah divina da far espandere nell'equilibrata e piena comprensione dell'albero della conoscenza e della vita a tutti i livelli.
E quest'opera è di tutti.
L'IO è in ognuno
turaz is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it