Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 11-08-2004, 08.32.26   #161
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Io sento che il "trascinarsi Stancamente"
è assoluto Bagaglio del Singolo e Non del Forum!

Non siamo qui (scusate la presunzione!) alla ricerca di "Conclusioni"
Ma -al Massimo!- per Crescere Insieme!

Non trovo Alcun Parallelo con il "Beautiful" [che di 'BEAUTIFUL' HA SOLO IL TITOLO!] !
Ognuno -di noi- Non Può Che Vedere Ciò Che Già Dentro Possiede..!

I personaggi di Beautiful -come di ogni altra stronzata al pari- sono PERSONE INESISTENTI, EROINA per i deboli -se vogliamo!

Se il forum NON é MORTO è perché a nessuno frega niente della Treccani!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!!

Ci chiediamo vicendevolmente un Rapporto Diretto col NOSTRO SENTIRE, fatto di NOSTRE LIBERE OPINIONI, Assolutamente senza alcun bisogno così limitante -come De Angelis, sembra voler sostenere- da essere COSTRETTI a paletti di segnalettiche di percorso Prestabilite!

Questo -infatti!- non è un "sistema democratico" ..dove solo la maggioranza ha influenza..(!!!) e non è neppure ..un "sistema"(!)
è un 'luogo' d'incontro per chi REALMENTE desidera un incontro!

A buon intenditor ..poche parole! Ed io già ne ho fatte ..troppe..
Senza alcuna volontà d'offesa!

Gyta
gyta is offline  
Vecchio 11-08-2004, 09.37.38   #162
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Giancarlo_Deangelis
P.S x Fragola.

Se dovessi incontrare ancora quel ragazzo: domandagli come ha fatto a sapere che il paradiso e l'inferno hanno una sola porta? E perché tu ritieni giusta questa idea? Comunque, per altri versi, avvisalo che indossare una maglietta per così tanto tempo: può risultare non igienico. Ciao. Giancarlo.

Per quanto ne so potrebbe avere 50 magliette tutte uguali! Non puzzava.

Cos'è il paradiso? Cos'è l'inferno? Sono luoghi in cui andremo un giorno secondo ciò che abbiamo... "meritato"? (un altro modo di dire karma, insomma?) Io non credo proprio. Io non credo questo. Il paradiso e l'inferno sono su questa terra e in questa vita. Sono qui. Non dipendono dal Karma o dal destiono. Dipendono esclusivamente da noi. E io credo fermamente che abbiano la stessa porta perchè mi è successo di entrare nell'uno o nell'altro passando dalla stessa porta. Non è un'idea per me, è un'esperienza. e Semplice, no?

Comunque, la prossima volta che mi citi, per favore, non ribaltare le mie frasi. Immagino che tu non abbia fatto apposta a cancellare un "non" mentre cancellavi l'inciso, ma se a una frase togli un "non" le ribalti il senso, non credi? E siccome nessuno si prende la briga di leggere tutto attentamente, allora la maggior parte delle persone crederà che io abbia scritto proprio quello che ti citi mentre io ho scritto il contrario. Un casino! Perché se per caso io non mi accorgo del fatto che hai tolto un "non" poi non capisco perchè mi dicono cose che sembrano rispondere la contrario di quello che ho detto. Un casino, insomma!

Riassumento, io ho fatto una domanda e la ripropongo: "Perchè cerchiamo l'illuminazione?". Non "se siamo illuminati a che cosa serve cercare l'illuminazione" Nella mia frase c'era un non. "Se NON siamo già illuminati, a che cosa serve cercare l'illuminazione?" Quel non serviva a rivolgere la domanda a chi la cerca e non a chi crede, a torto o a ragione, di essere già arrivato!

Lo so, lo so, sta scritto in tanti libri, siamo già illuminati anche se non lo sappiamo! Tutto è perfetto così ecc. ecc....
Ma è vero e non è vero. Non serve a niente "sapere" che siamo perfetti così e stare male come cani!
Il riferimento è la vita, la capacità di vivere, di godere, di essere felici, non la quantità di cose che si sono lette sui libri.
Mi piace giocare con la mente se è un gioco, ma non lo faccio mai su queste cose. Non dirò mai una parola o anche solo mezza parola che per me non sia carne e sangue. Che non abbia vissuto sulla mia pelle. Che non derivi dalla vita.






Fragola is offline  
Vecchio 11-08-2004, 09.54.10   #163
Giulma
Utente bannato
 
Data registrazione: 09-07-2003
Messaggi: 558
Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan
Ma che significa? Al massimo chiedimi cosa intendo per mondo vero.

Il mondo vero è quello che mi fa sognare di vivere al pian terreno? Se seguo la verità di questo mondo alla mattina invece di scendere le scale, mi butterò dalla finestra pensando di essere al pian terreno?

Cosa significa che Epicurus "dovrebbe sapere che quello che accade nel mondo è legato nel profondo"?
Perchè devi dire una frase simile? Con quali prove? Con quali argomentazioni?
Quale profondo? Dove lo senti il profondo? Sicuramente pensi che questo profondo non si può cogliere coi sensi, e allora te come lo cogli? Con la fantasia?
La risposta è FEDE, sempre FEDE, non necessariamente in una religione, ma anche semplicemente FEDE in una nostra Credenza, un'idea indimostrabile che nasce nel cervello e dai per vera.


“Ma che significa? Al massimo chiedimi cosa intendo per mondo vero.”

E che significa allora la tua affermazione:

“Giulma, scusami, ma perchè non vuoi uscire dal mondo dei sogni?
Il mondo "vero" è troppo duro?”

Sembrerebbe che tu sei convinto che io stia nel mondo dei sogni, vero? E con quale presunzione (è solo per capirci) diresti questo, quanto credi che mi conosci? Il mondo dei sogni, il mondo vero, va bene, parliamone, ma concentrati più in modo serio con il tuo amico interlocutore, che ne dici? Vediamo se mi puoi aiutare ad uscire da questo mondo, ma prima definiamo meglio le cose.

“Il mondo vero è quello che mi fa sognare di vivere al pian terreno? Se seguo la verità di questo mondo alla mattina invece di scendere le scale, mi butterò dalla finestra pensando di essere al pian terreno?”

E certo, infatti il senso era tutt’altro. Il mondo in cui viviamo è non vero, diciamo così, perché la reale oggettività del nostro vivere è ad un'altra frequenza. Questo non significa che nella nostra realtà "illusoria" non dobbiamo comunque fare attenzione perchè ci si fa male, eh? Lascia perdere adesso questo, poi se è possibile lo esaminiamo meglio, piuttosto gradirei una cosa, se possibile: quando discutiamo non sminuire o ridurre gli argomenti di cui trattiamo o di cui io parlo come se non fossero degni di attenzione o ulteriori analisi di approfondimento (rileggendo la tua frase iniziale, ad esempio) perché non sono così ingenui come si può credere, ma sono frutto di ricerca sviluppatesi nei millenni e molto serie. Ora, che oggi tutto ciò sia diventato un gioco e niente più, per amanti della new age o seguaci dell’ultima moda di quelli orientali o altro, bè, hai ragione. Ma attenzione, perché non è sempre così, c’è invece chi certe cose le vede molto più seriamente, scartando tutto il banale e ridicolo che si è formato attorno, e andando diritto al centro per un analisi molto più interessante.
Ba sta che ti dica, che sulla rivista Focus, non molto tempo fa, è uscito un articolo che parlava del NULLA, ma non quello banale a cui subito si può pensare, no no, quello relativo alle filosofie orientale dove ci sono interi libri di disquisizioni filosofiche a proposito. Ebbene, in questo articolo scienziati veri, (è verificabile) hanno preso in considerazione questo termine che nella scienza più avanzata (in questo caso fisica, astrofisica e psicologia) inizia ad acquistare sempre più un senso. E sì, sembra proprio che questo NULLA sia proprio interessante per i più moderni ricercatori, quasi che nascondesse qualcosa. E’ inutile che ti dica che tutto ciò è stato giustamente correlazione a quanto già noto nell’antico oriente, nel buddismo (quello più vero però, non quello dei riti e dei giocarelli), ecc…, ecc… Questo articolo è naturalmente reperibile nella rivsta che ho menzionato.
Questa è solo una delle tante cose per dire che la scienza stessa ormai si sta avvicinando sempre più a certi dicorsi perché sa che c’è qualcosa sotto, qualcosa di molto interessante che devi venir fuori per fare un bel salto evolutivo e di conoscenze.
La reincarnazione? E credi che non si stia studiando in modo molto più serio ed avanzato di quello che credete? E’ solo che le cose poi vengono fuori piano piano. Che volete che vi dica, che si sono ipotizzati universi a dieci dimensioni? Ipotesi consistemti, fatte da scienziati veri, e pubblicate. Non sapete forse che il Buddha parlò di universi di vario tipo? Era un pazzo che qualche migliaio di anni fa diceva queste cose quando ancora oggi se ne parla ma solo a certi livelli? Leggetevi quello che diceva il Buddha, sugli universi.

“Quale profondo? Dove lo senti il profondo?”

Secondo te dove si sente il profondo? Nel profondo, naturalmente.

“Sicuramente pensi che questo profondo non si può cogliere coi sensi, e allora te come lo cogli?”

Il profondo non lo cogli. E’ lui che ti coglie, ogni volta che, non più identificato nella tua mente e nelle tue certezze mentali (necessarie) trascendi.

“Con la fantasia?
La risposta è FEDE, sempre FEDE, non necessariamente in una religione, ma anche semplicemente FEDE in una nostra Credenza, un'idea indimostrabile che nasce nel cervello e dai per vera.”

Nessuna fantasia.
La fede? Io credo solo in ciò che sento e vivo. E questo tu non lo conosci.
Forse però se ne può parlare.

Ciao, Giulio

Ultima modifica di Giulma : 11-08-2004 alle ore 10.06.18.
Giulma is offline  
Vecchio 11-08-2004, 09.58.25   #164
Giulma
Utente bannato
 
Data registrazione: 09-07-2003
Messaggi: 558
Citazione:
Messaggio originale inviato da Fragola


...

Cos'è il paradiso? Cos'è l'inferno? Sono luoghi in cui andremo un giorno secondo ciò che abbiamo... "meritato"? (un altro modo di dire karma, insomma?) Io non credo proprio. Io non credo questo. Il paradiso e l'inferno sono su questa terra e in questa vita. Sono qui. Non dipendono dal Karma o dal destiono. Dipendono esclusivamente da noi. E io credo fermamente che abbiano la stessa porta perchè mi è successo di entrare nell'uno o nell'altro passando dalla stessa porta. Non è un'idea per me, è un'esperienza. e Semplice, no?

...


Non confondere la parola Karma con queste cose che stai dicendo. Non centra nulla questo. La tua idea è la tua idea, ma Karma è un altra cosa e non significa quello che hai scritto. Il Karma, o destino, è sempre da noi che dipende, e siamo sempre noi che lo produciamo.

Ciao, Giulio

Ultima modifica di Giulma : 11-08-2004 alle ore 10.07.41.
Giulma is offline  
Vecchio 11-08-2004, 11.07.29   #165
neman1
Ospite abituale
 
L'avatar di neman1
 
Data registrazione: 24-04-2004
Messaggi: 839
Citazione:
Messaggio originale inviato da Giancarlo_Deangelis
X Neman1.

"ritengo molto utile questa discussione ecc."

caro Neman1, quel poco che ho scritto dovrebbe essere sufficiente per farti comprendere che non mi dispiacciono affatto le "teste toste": anzi; ma ritengo che la discussione potrebbe essere molto più utile se ponessimo dei paletti, mentre qui si sta parlando di tutto e di più. Per esempio: Potremmo parlare dell'inganno dell'illuminazione secondo il punto di vista della religione di Abramo, o di Zoroastro, o di Gesù o Mamometto o dell'animismo ecc., ma tu mi devi far comprendere che senso ha, per esempio, parlare di un principio secondo quello, ed io ti rispondo con un principio secondo quell'altro. Apparentemente questo potrebbe sembrare un sistema "democratico", ma ti garantisco che potremmo parlare per anni e anni e, alla fine, si rimarrebbe ognuno sulle proprie posizioni di partenza, proprio perché non vi è la possibilità di una qualsiasi scambio, perché magari uno è più ferrato su di una cosa e quell'altro su un'altra. Allora, per esempio, se il titolo fosse: l'inganno dell'illuminazione secondo il pensiero del Buddha, io non parteciperei poiché di questo non so nulla; mentre, magari potrei parteicipare ad un'altro titolo. Ora comprendi cosa voglio intendere quando parlo di Beatiful, con Fragola? Ciao Giancarlo.

Mannaggia Giancarlo, difficile cosi....via net. Il tono delle parole scritte da me era di stupore, appunto, perche ti leggo, ma non di rimprovero. Questo come inizio. Tu mi dici che ti devo far comprendere.....dal mio punto di vista e' come aspettare dio a venirci a salvare. Il cercare di convincere gli altri attraverso tesi e' una pratica che ho abbandonato diverso tempo fa' per l'inutile dispendio di forze, poiche sono tra quelli che nel caso, non vorrebbero' nemmeno piu dei seguaci. Oppure proporre il mio gioco/ giocatolo mentale....Non bramo piu per i grandi discorsi. Si trovano altri modi per farsi valere quando occorre, e' non neccesariamente questo della convinzione logica (produttrice di certezze), che porta solo a stabilire chi ha la testa piu dura, la convinzione piu compatta, giocatolo di una mente piu interessante.....come se regnasse il principio del: alla fine rimane solo una testa.... simile alla piramide. Infatti dici: .....si rimarrebbe ognuno sulle proprie posizioni di partenza. Per forza, chi sono io per convertirti alla mia psicologia, filosofia. Al massimo ti posso invitare a fare un giro panoramico delle mie viuzze mentali, ma poi si ritorna a casa....spero, arricchiti dall'eventuale escursione. Pero', cio che vai a cogliere e tuo. Inoltre su questa veduta si basano anche i messaggi lasciati dai vari illuminati famosi. Io non credo le vie esistono per diventare un'altro Gesu' o Buddha, erano espressioni del loro essere...unico ed irripetibile. Tanto vale per me seguire in tutto il loro messaggio. Li "visito" attraverso l'immedesimazione nei scritti e poi ritorno nelle mie, ecco. E' come partire per un'altro pianeta e ritornare a casa.
Le risposte variano perche come ti ho gia risposto nel forum sul pensiero, per le varie predisposizioni della mente a captare cio che le fa comodo.....ma meno male che sono diverse. Senno' il confronto, paragone dove sta. Ora, ti ripeto anche che cosa cambia e' solo il linguaggio delle parole, ma le sensazioni, emozioni, valori prodotti dalle proprie convinzioni etc sono piu universali, ed e' consigliabile captare piu questi. Attendere un' illuminazione, concordanza di massa nel linguaggio verbale e' matematicamente difficile per non dire impossibile.
Le risposte apparentemente senza nesso, le vedrei piu come impatto avuto sull'altra persona, lo stimolo suscitato. Almeno che non si miri solo alla condivisione del proprio pensiero, volevo fornirti queste indicazioni per prendere piu coscienza del "potere", influenza che si suscita gia. L'impatto sul mondo non soddisfa'???? Basta chiarirsi cio che veramente si vuole...in questi tempi dove la capacita' di entrare nel mondo degli altri e' rarita'. Hihi. Ciao Giancarlo.

Ps. Come ho detto in un precedente post: gli inganni.......poi l'illuminazione. Tanto da parte mia
neman1 is offline  
Vecchio 11-08-2004, 11.27.40   #166
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Giulma
Non confondere la parola Karma con queste cose che stai dicendo. Non centra nulla questo. La tua idea è la tua idea, ma Karma è un altra cosa e non significa quello che hai scritto. Il Karma, o destino, è sempre da noi che dipende, e siamo sempre noi che lo produciamo.

Ciao, Giulio

Siamo noi che lo produciamo? Ma chi siamo "noi"?
Il Karma sarebbe stato accumulato nel corso di molte vite e questa cosa che chiamo "io" e che mi porto a spasso in questa vita non esisteva nelle mie vite precedenti. (semrpe ammesso e NON concesso che ci si reincarni!!!!!!) Spesso il Karma è concepito come qualcosa di ineluttabile, da cui non si può sfuggire. I allora qual'è la differenza reale, in termini di vita, tra l'idea dell'inferno cristiano e quella di Karma?

Ma io stavo parlando di un'altra cosa. E' davvero sorprendente il modo in cui leggi i miei post. Che ti ho fatto di male? Perchè così tanto gusto a darmi ordini? Bah! L'unica idea che mi viene è che... ci siamo già incontrati in un'altra vita... intendendo con questo sotto altre identità virtuali.



Fragola is offline  
Vecchio 11-08-2004, 12.02.49   #167
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Ciao,VanLag, Fragola e a tutti!
Inizio da te VanLag.. Per arrivare alla domanda di Fragola.. ahimè senza ..'risposta'...
A me sembra che tu parli di ..fantascienza !!
Cioè, dove la vedi 'sta cultura sociale dal messaggio ..tanto audace..??!
Sono d'accordo su tutto ciò che dici ma non sul punto principale dove identifichi come 'modello sociale idealizzato' ..la bellezza!
Se così fosse vivremmo in un mondo dove la sensibilità, l'arte e l'amore sarebbero ..quotate in Borsa! Beh, una 'Borsa' un poco diversa dall'attuale, non credete?!
Assolutamente d'accordo sullo svolgersi del tuo discorso se tu non identificassi come qualità del tendere ..la sensibilizzazione delle qualità umane! Poiché così non è ..a mio avviso (se così non fosse avvisatemi perché temo d'essermi persa qualcosa.. Ed invece di fare sempre più 'l'eremita' tornerei al mondo popolato ..non più d'alieni -od alienati/ od alienanti- )..!

"L’uomo infelice è una manna per questa società ..dei CONSUMI"!
'Consumare' non è essere né 'divenire'..!
Se qualche 'pseudo-cultura' ci ha fatto e/o ci fa sentire 'inadeguati' non è 'modello di cultura' al quale potere realmente ispirarci, né è vera cultura!
Nell'arte ci si sono messi i cosiddetti critici, nelle vie di bellezza le varie chiese, dogmi ..e chi più ne ha, ne metta...!
Dimmi (/ditemi) un periodo storico dove il 'modello sociale' fosse REALMENTE lo sviluppo delle doti umane...La fantasia, l'estro, l'inventiva,l'amore, il sentire..Ma soprattutto il senso di UNICITA' (dell'essere 'umani') !!
La Francia scriveva 'fraternità, uguaglianza, libertà'..
Beh, lo ..scriveva..! Meglio che ..niente!!!
Siamo in ..sviluppo.. Individualmente..
Responsabilmente da singoli..
Comunichiamo.. Alle volte -insieme- raggiungiamo un qualche reale sviluppo che tutti abbraccia.. Altre, mettiamo al mondo una manciata di individui-semi..!
Alle volte si raggiunge un' accordo di sviluppo e lo si scrive in forma di legge ..affinché possa, prima o poi, essere -se non 'eseguito'- 'ricordato' ..almeno!
Questa è la 'politica'.. Questa è la 'storia'.. Questa la 'società' ed i suoi 'riferimenti..<culturali>'...!
La vera 'cultura' è racchiusa negli occhi di chi può ..vedere e sentire..
Poco importa sia stata persona o meno nota ..al 'grande' pubblico.. Di certo avrà sparso i suoi ..semi e noi siamo qui ad innaffiarli..! ..Qui ad annaffiarli ..senza 'saperne' il nome.. Senza avercene accordato uno..!
L'uomo non diventa un consumista perché l'amore è 'cosa' impossibile a realizzarsi.. ! Diventa un 'consumista' perché pensa che l'amore sia qualcosa che -prima o poi- troverà confezionato in un qualche 'grande magazzino'.. !
Ed infatti il 'messaggio primario' è "La Qualità della Vita si paga col Denaro" ed invece.. parafrasando la Mannoia 'L'amore ..con l'amore si Paga' !
Ma tutto ciò che scrivo ..non credo non lo sappiate già!
Il vero modello comportamentale perno dell'attuale società(e non solo!) è l'acquisizione, che fa decisamente a cazzotti con lo sviluppo, dove già 'tutto' si 'ha' ..anzi, si è..(in potenza)!

Fragola domanda ' a che serve cercare l'illuminazione ?' e specifica essere per lei (eventualmente) solo un mezzo (e non un fine)..
Personalmente non so 'rispondere'..
Primo perché -per me- fine e mezzo sono due aspetti (teorici) della medesima cosa (pratica)..
Secondo, perché la parola illuminazione mi fa venire in mente ..la bolletta della luce (non QUELLA LUCE!! L'ENEL ..per capirci!!)..
In generale penso che si cerchi qualcosa ..che ci appartiene e che sentiamo di aver smarrito..
Sennò ..chi mai cercherebbe senza sapere che cercare..??!
Oppure, si sta in 'Ascolto' ..e si cerca ..senza cercare..!
'Giri' di parole..???! Non saprei esprimermi altrimenti..!! ..Sul serio..!



Gyta
gyta is offline  
Vecchio 11-08-2004, 12.04.44   #168
Giulma
Utente bannato
 
Data registrazione: 09-07-2003
Messaggi: 558
Citazione:
Messaggio originale inviato da Fragola
Siamo noi che lo produciamo? Ma chi siamo "noi"?
Il Karma sarebbe stato accumulato nel corso di molte vite e questa cosa che chiamo "io" e che mi porto a spasso in questa vita non esisteva nelle mie vite precedenti. (semrpe ammesso e NON concesso che ci si reincarni!!!!!!) Spesso il Karma è concepito come qualcosa di ineluttabile, da cui non si può sfuggire. I allora qual'è la differenza reale, in termini di vita, tra l'idea dell'inferno cristiano e quella di Karma?

Ma io stavo parlando di un'altra cosa. E' davvero sorprendente il modo in cui leggi i miei post. Che ti ho fatto di male? Perchè così tanto gusto a darmi ordini? Bah! L'unica idea che mi viene è che... ci siamo già incontrati in un'altra vita... intendendo con questo sotto altre identità virtuali.





“Siamo noi che lo produciamo? Ma chi siamo "noi"?
Il Karma sarebbe stato accumulato nel corso di molte vite e questa cosa che chiamo "io" e che mi porto a spasso in questa vita non esisteva nelle mie vite precedenti. (semrpe ammesso e NON concesso che ci si reincarni!!!!!!)”

E allora, che vuoi dire!


“Spesso il Karma è concepito come qualcosa di ineluttabile, da cui non si può sfuggire. I allora qual'è la differenza reale, in termini di vita, tra l'idea dell'inferno cristiano e quella di Karma?”

Perché, vorresti dirmi che non la sai?

L’inferno cristiano è un qualcosa di terribile perché per un azione commessa “sbagliata” si va lì per l’eternità tra fuoco e fiamme. Davvero primitivo come concetto, oltre che demoniaco. Il Karma invece dice che tu impari dai tuoi stessi errori rivivendo su di tè ciò che hai commesso, se uccidi verrai ucciso. E poi stai pari. Capito? Ti sembra poco come differenza? Oltretutto, la “pena” chiamiamola così (in realtà è solo il compitino di apprendimento nella scuola della vita) non è qualcosa di strano o diverso da ciò che hai provocato e che quindi devi imparare, ma è proprio ciò che hai fatto. Più logico e giusto di così?

“Ma io stavo parlando di un'altra cosa. E' davvero sorprendente il modo in cui leggi i miei post.”

Non dire fesserie. Stavi parlando di un'altra cosa ma hai anche parlato del Karma che hai utilizzato per supporto alle tue spiegazione, dunque, è legittimo rispondere.


“Che ti ho fatto di male? Perchè così tanto gusto a darmi ordini? Bah!”

Ordini? Qui stiamo su un forum e possiamo dialogare tutti, in qualsiasi momento e in qualsiasi punto. Non si dà nessun ordine, ma solo consigli, semmai, e senza nessuna pretesa!

Ciao, Giulio

Ultima modifica di Giulma : 11-08-2004 alle ore 12.09.33.
Giulma is offline  
Vecchio 11-08-2004, 12.11.57   #169
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Non ti hi chiesto una differenza teorica, ma una differenza in termini di vita. L'inferno mi dice che se mi sono comportata male sarò condannata a un dolore eterno, la teoria del karma che sarò contannata, ad esempio, a reincarnarmi in uno spirito infernale per eoni. In termini di vita, dov'è la differenza?
Fragola is offline  
Vecchio 11-08-2004, 12.13.20   #170
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Acc... Dimenticavo una cosa!

Inferno e Paradiso!!!
Noi ..siamo la porta!
Noi ..siamo la storia -nessuno si senta escluso!

(okay.. okay.. la finisco..! Forse sento troppa ..musica!

Gyta
gyta is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it