Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 20-04-2008, 18.35.19   #181
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Le donne..un incubo per me!

Citazione:
Originalmente inviato da Scorpion
Certo che ne conosco di questi uomini, ma tu ti sei mai chiesta perche' il contrario non accade quasi mai? Non credi che questo faccia proprio parte di quelle differenze esistenti fra uomo e donna, di cui parlavo nel mio precedente post? L'uomo, specie da giovane, e' sempre attratto dalla bellezza della donna e dal sesso senza implicazioni sentimentali, ma non tanto per questioni educative-culturali (che comunque esistono), bensi' naturali.

Certo che lo credo, Scorpion!
Mi sembra che stiamo partendo esattamente dalla stessa premessa, ed è proprio per questo che non mi faccio capace del fatto che arriviamo a conclusioni tanto diverse.
Ci riprovo:
proprio perchè al "sesso per il sesso" l'uomo dà, nella media, molta più importanza di quanta ne dia mediamente la donna.... se fossi un uomo NON darei alla prestanza fisica e alla "esperienza" sessuale tutta quella importanza che molti uomini (soffrendone) le attribuiscono: perchè saprei che la media delle donne dà importanza ad altro!

Può sembrare che io cambi discorso, ma non è così; è solo che devo "prenderla larga" per cercare di spiegarmi.
Io , come donna, sono molto moltissimo infastidita, per esempio, dal "mondo femminile" che viene fuori in TV. Anche perchè tutti crediamo di guardarla "con sufficienza".... però poi si scopre che interiorizziamo molto profondamente e dannatamente una serie di messaggi.... che non necessariamente corrispondono a qualche realtà. Sul "femminile" in TV : tra veline e cretine, tutte invariabilmente rampanti e sia tra le conosciute che tra le sconosciute, se faccio la sintesi vien fuori un mondo femminile che non somiglia PER NIENTE a quello delle donne che vedo, o frequento, o conosco, o semplicemente osservo dal vivo.
Tu Scorpion, sei davvero sicuro che qualunque donna preferirebbe un Bettarini ad un (come tu dici) "insignificante impiegato viterbese"?
Io non ne sono convinta PER NIENTE!
Poi, e qui il discorso si complica, credo sinceramente che - dato il "modello Bettarini" (giusto per dirne uno) - questo si riveli micidiale in almeno due sensi per l'impiegato viterbese o napoletano o milanese: lo rende micidiale l'impiegato stesso quando lo vive come "modello" agognato e, sapendolo lontano da sè, rinuncia ad esprimersi e vivere per quel che è lui stesso, e con tutte le magnifiche differenze rispetto al Bettarini; o, peggio, lo renderebbe ancor più micidiale l'impiegato stesso quando tragicamente dovesse provare ad emularlo anche soltanto negli atteggiamenti.
Ma... nel momento in cui l'impiegato è sè stesso... pur con tutte le proprie delusioni e frustrazioni, e pur con le proprie oggettive "lacune" finanche sessuali..... resta un uomo che, già solo per il fatto di saper essere autentico in quel davvero che sente di essere, genera sensazioni e sentimenti più che lusighieri ed amorevoli in quei milioni di donne che - nella realtà - aspirano davvero e soltanto ad un uomo "autentico" nel vivere la propria UMANITA' e nella capacità di parteciparla e condividerla con la propria donna.
donella is offline  
Vecchio 21-04-2008, 01.38.28   #182
Aizram
Ospite
 
Data registrazione: 27-03-2008
Messaggi: 6
Riferimento: Le donne..un incubo per me!

Citazione:
Originalmente inviato da Scorpion
Se non erro sei una donna, pertanto e' normale che ragioni in questo modo.
Devi sapere che il rapporto che l'uomo ha con il sesso e' diverso da quella della donna e se un uomo non riesce ad avere certe esperienze nel "periodo giusto" della vita, avra' poi sempre qualche problema nel relazionarsi con le donne.
Basti dire che un maschio, al contrario di una femmina, deve avere l'erezione; quindi se non ha una sufficiente esperienza "in materia", molto probabilmente soffrira' di "eiaculazione precoce" e quant'altro e ben poche donne lo perdoneranno per questo... Certo, anche una donna puo' avere (ed ha) dei problemi, ma essendo ricettiva, i suoi problemi non saranno mai paragonabili a quelli maschili. In questo senso ritengo (e non sono il solo) che la vita di una donna sia molto piu' facile e semplice di quella di un uomo.
Un conto e' essere penetrate e un conto e' dover penetrare.


L'unica differenza,secondo me ,é che la donna,apparentemente, può in qualche modo fingere ,l'uomo no essendo tutto più evidente .Non pensare che x tutte le donne sia facile essere ricettive specialmente quando non c'è l'accettazione della propria femminilità e questo può originare una serie di problemi difficili da affrontare e che non ritengo meno importanti di quelli che può avere un uomo.Vita più facile?Ti farei provare !
Ci si nasconde dietro falsi valori, la morale,la religione,l'innamoramento,la castità,il femminismo, il maschilismo,il vittimismo....ma
qui ,dal mio punto di vista, si tratta di avere il coraggio, quindi di non vergognarsi, di essere un "maschio" x un uomo e una "femmina x una donna ossia di esprimere quel desiderio naturale, istintivo, dico pure animale che secondo me tutti hanno di possedere e di essere possedute.
Aizram is offline  
Vecchio 21-04-2008, 13.44.34   #183
Scorpion
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 84
Riferimento: Le donne..un incubo per me!

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Ma... nel momento in cui l'impiegato è sè stesso... pur con tutte le proprie delusioni e frustrazioni, e pur con le proprie oggettive "lacune" finanche sessuali..... resta un uomo che, già solo per il fatto di saper essere autentico in quel davvero che sente di essere, genera sensazioni e sentimenti più che lusighieri ed amorevoli in quei milioni di donne che - nella realtà - aspirano davvero e soltanto ad un uomo "autentico" nel vivere la propria UMANITA' e nella capacità di parteciparla e condividerla con la propria donna.
Non sono una donna, e non ho neppure una esperienza "pratica" in materia, tale da poter smentire quel che dici. Sicuramente in numerosi casi e' come dici tu, ma resto del parere che in molti altri sia il contrario. Ti spiego il perche'.
Dal marzo 2003 ad oggi - cioe' da quando mi sono lasciato con una universitaria romana, con la quale ho avuto una storia lunga circa tre anni - ho avuto solo due brevi relazioni, entrambe finite male. E sai qual e' stato il motivo principale?
Il fatto di aver sofferto, con entrambe, di "eiaculazione precoce", originata dal fatto di non essermi piu' relazionato per lungo tempo con una donna (al contrario questo non puo' certamente capitare). Insomma, ho disimparato a gestire le mie erezioni e le mie pulsioni. E ti posso assicurare che qualcosa del genere e' capitato anche ad altri uomini.
Scorpion is offline  
Vecchio 21-04-2008, 19.22.20   #184
misterxy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-01-2008
Messaggi: 200
Riferimento: Le donne..un incubo per me!

Citazione:
Originalmente inviato da Scorpion
Dal marzo 2003 ad oggi - cioe' da quando mi sono lasciato con una universitaria romana, con la quale ho avuto una storia lunga circa tre anni - ho avuto solo due brevi relazioni, entrambe finite male. E sai qual e' stato il motivo principale?
Il fatto di aver sofferto, con entrambe, di "eiaculazione precoce", originata dal fatto di non essermi piu' relazionato per lungo tempo con una donna (al contrario questo non puo' certamente capitare). Insomma, ho disimparato a gestire le mie erezioni e le mie pulsioni.
Caro Scorpion, riguardo alla questione dell'eiaculazione precoce, vorrei chiederti se ti sei mai rivolto la seguente domanda:
L'eiaculazione precoce maschile, rispetto a chi e a cosa, è precoce...?
Forse ai "tempi femminili"...? Ma, allora, di rimando si potrebbe obiettare che l'orgasmo femminile è ritardato rispetto a quello maschile...
Vedi, Scorpion, la realtà è che in Occidente, da alcuni decenni a questa parte, non si fa altro che usare il "metro femminile" per valutare la sessualità maschile, programmata da Madre Natura - non dalla Cultura - in maniera diversa e più rapida di quella femminile. E questo non fa altro che generare disagio, paranoia, frustrazioni (spesso insanabili) in tantissimi uomini che si convincono di soffrire di una malattia inesistente. Le stesse donne, convinte da tale propaganda di stampo femminista, (*) si ergono a giudici puntando il dito e autoconvincendosi di essere sempre dalla parte della ragione, glissando regolarmente sul fatto che molto spesso sono proprio loro la causa di certi problemi sessuali maschili.

Tuttavia, pur rendendomi conto del fatto che quanto sto per scrivere non potrà consolarti, sappi che io, un po' di anni fa, fui piantato da una donna perché "sofferente" di "eiaculazione ritardata"... Infatti, secondo lei, il sottoscritto arrivava "troppo tardi" all'orgasmo perché "non realmente attratto dalla suddetta". Mentre, in realtà, questo dipendeva (e dipende) dal fatto che io sono "tardo" di mio,(**) a prescindere dalla donna. Ma vaglielo un po' a spiegare...

-------------------------------------

(*) Da molti anni le femministe e tutti i cagnolini maschi al loro seguito, vanno ripetendo che "non esistono donne frigide ma solo uomini incapaci".
Beh, sai cosa affermava Coco Chanel? Che "non esistono uomini impotenti ma solo donne incapaci"... Ovviamente la realtà non è così bianca e nera, giacché è molto più sfumata e colorata, ma indubbiamente una parte di verità c'è.

(*) Il perché è da ricercare nel mio passato trasgressivo, che però in questa sede non interessa nessuno.
misterxy is offline  
Vecchio 21-04-2008, 20.29.48   #185
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Le donne..un incubo per me!

Citazione:
Originalmente inviato da Aizram
L'unica differenza,secondo me ,é che la donna,apparentemente, può in qualche modo fingere ,l'uomo no essendo tutto più evidente .Non pensare che x tutte le donne sia facile essere ricettive specialmente quando non c'è l'accettazione della propria femminilità e questo può originare una serie di problemi difficili da affrontare e che non ritengo meno importanti di quelli che può avere un uomo.Vita più facile?Ti farei provare !
Ci si nasconde dietro falsi valori, la morale,la religione,l'innamoramento,la castità,il femminismo, il maschilismo,il vittimismo....ma
qui ,dal mio punto di vista, si tratta di avere il coraggio, quindi di non vergognarsi, di essere un "maschio" x un uomo e una "femmina x una donna ossia di esprimere quel desiderio naturale, istintivo, dico pure animale che secondo me tutti hanno di possedere e di essere possedute.




I problemi restano problemi, persino un bambino che vede cadere per terra il gelato che sta gustando ha un problema importante

Ciascuno ha i propri e non ha molto senso paragonarli.

I maschi hanno i loro è innegabile esattamente come le donne.

Non ci sono problemi facili o più facili o difficili o più difficili.
Un uomo ha difficoltà più evidenti è innegabile, ma se quelli di una donna sono meno visibili credete sia un vantaggio?

Abbiamo grandi difficoltà di relazionarci all'altro sesso perchè non siamo stati educati alla comunicazione.

Il paradiso?: la donna parla di se stessa all'uomo, l'uomo l'ascolta e accetta quella realtà che può anche non comprendere, l'uomo parla di se stesso e la donna lo ascolta anche se può non comprendere. Lo chiamerei amore ma non so se col sesso c'entri!

ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 22-04-2008, 15.24.06   #186
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Le donne..un incubo per me!

Citazione:
Originalmente inviato da Scorpion
Non sono una donna, e non ho neppure una esperienza "pratica" in materia, tale da poter smentire quel che dici. Sicuramente in numerosi casi e' come dici tu, ma resto del parere che in molti altri sia il contrario. Ti spiego il perche'.
Dal marzo 2003 ad oggi - cioe' da quando mi sono lasciato con una universitaria romana, con la quale ho avuto una storia lunga circa tre anni - ho avuto solo due brevi relazioni, entrambe finite male. E sai qual e' stato il motivo principale?
Il fatto di aver sofferto, con entrambe, di "eiaculazione precoce", originata dal fatto di non essermi piu' relazionato per lungo tempo con una donna (al contrario questo non puo' certamente capitare). Insomma, ho disimparato a gestire le mie erezioni e le mie pulsioni. E ti posso assicurare che qualcosa del genere e' capitato anche ad altri uomini.

Questo è uno di quei casi in cui diventa difficilissimo farsi intendere per semplice successione di post. Ci provo lo stesso, consapevole d'andare incontro al rischio molto concreto d'essere fraintesa e di vedere non compreso quel che davvero penso e vorrei comunicare. Comincio dalla fine, con totale sincerità.

Io NON credo che la reale motivazione delle due donne sia stata quella che hai detto.

Certo che puoi non credermi, però io provo a dirtelo: in vita mia NON ho mai conosciuto donna (di qualunque età, bellezza, possibilità o successo) che sia mai stata MONOPOLIZZATA dall'atto sessuale in sè (nè in positivo nè in negativo).

Scelgo di portarti l'esempio più cinico e recente, e sottolineo che riguarda una donna altamente discutibile (e discussa).
Lei: aspirante "mantenuta", bella, tutte le arti affinate da una vita per essere "mantenuta CON amore".
Le capita un lui: decisamente "bello", apparentemente benestante.
Cominciano a frequentarsi, e lei è effettivamente abbastanza "presa" da questo tipo.
Il gioco riesce, e in capo a tre-quattro mesi, lui vuole "stringere" : parla di famiglia, matrimonio ecc.
Durante questi mesi lei recita il ruolo della donna benedetta dalla sorte: è tutto Fantastico, è tutto Magico, è tutto Incredibile.
Ho dimenticato di dire che la conoscenza biblica risale alle prime battute fra i due, quindi è abbondantemente in corso, durante questi mesi.
Dopo quattro-cinque mesi..... lei mette in discussione tutto.... con tutti... con molto cinismo: il "problema" è che... il principe è notevolmente sottodotato sia anatomicamente che in capacità amatorie.
Casualmente... ma molto in subordine.... vien fuori che.... "mica è benestante", "poi, in effetti, sembra un Principe ma ... a tu per tu... è solo un borghesuccio piccolo piccolo.... e in fondo cerca chi fa la spesa e la cucina".

Bene: se fosse stata davvero determinante la prestanza fisica.... Scorpion! Ma quello era il primo dato CERTO che lei ha conosciuto come inesistente! E dunque? Perchè lo ha secretato fin quando non è rimasta delusa da BEN ALTRO (anche se un po' squallido, nel suo caso)? Nel super-micronico dell'esempio: non va a sufragio della tesi secondo cui il dato prettamente fisico-sessuale è davvero l'ultimo per la generalità delle donne? (e persino per quelle peggiori)???? Fino al punto che, date le mode, effettivamente è molto pratico disfarsi di uno ed uscirne "alla grande" dicendo SOLO "pfui! ce l'ha così piccolo che mi veniva da ridere!!!!".
Solo che NON è la verità.
Quella lei ha secretato il "piccolo" fin quando era promessa d'altro in termini di "convenienza".
Milioni di donne hanno secretato di tutto e di più, nella storia, in nome di altri valori che vivevano come enormemente superiori rispetto "ai cinque minuti" o "alla tre ore".
Altri milioni di donne........ hanno vissuto annose passioni dietro al classico "amico gay" adorato per la poesia e la sensibilità e l'acume.
Insomma: se è vero che l'atto sessuale in sè è mooooooooooolto relativo e secondario al femminile (qualunque femminile: dal sublime all'infimo), non credi che molte croci che vi fate .... non abbiano.... quasi nessuna ragione di essere?
donella is offline  
Vecchio 22-04-2008, 17.35.34   #187
Gabry
Ospite
 
Data registrazione: 09-04-2008
Messaggi: 11
Riferimento: Le donne..un incubo per me!

Citazione:
Originalmente inviato da misterxy
Caro Scorpion, riguardo alla questione dell'eiaculazione precoce, vorrei chiederti se ti sei mai rivolto la seguente domanda:
L'eiaculazione precoce maschile, rispetto a chi e a cosa, è precoce...?
Forse ai "tempi femminili"...? Ma, allora, di rimando si potrebbe obiettare che l'orgasmo femminile è ritardato rispetto a quello maschile...
Vedi, Scorpion, la realtà è che in Occidente, da alcuni decenni a questa parte, non si fa altro che usare il "metro femminile" per valutare la sessualità maschile, programmata da Madre Natura - non dalla Cultura - in maniera diversa e più rapida di quella femminile. E questo non fa altro che generare disagio, paranoia, frustrazioni (spesso insanabili) in tantissimi uomini che si convincono di soffrire di una malattia inesistente. Le stesse donne, convinte da tale propaganda di stampo femminista, (*) si ergono a giudici puntando il dito e autoconvincendosi di essere sempre dalla parte della ragione, glissando regolarmente sul fatto che molto spesso sono proprio loro la causa di certi problemi sessuali maschili.

Tuttavia, pur rendendomi conto del fatto che quanto sto per scrivere non potrà consolarti, sappi che io, un po' di anni fa, fui piantato da una donna perché "sofferente" di "eiaculazione ritardata"... Infatti, secondo lei, il sottoscritto arrivava "troppo tardi" all'orgasmo perché "non realmente attratto dalla suddetta". Mentre, in realtà, questo dipendeva (e dipende) dal fatto che io sono "tardo" di mio,(**) a prescindere dalla donna. Ma vaglielo un po' a spiegare...

-------------------------------------

(*) Da molti anni le femministe e tutti i cagnolini maschi al loro seguito, vanno ripetendo che "non esistono donne frigide ma solo uomini incapaci".
Beh, sai cosa affermava Coco Chanel? Che "non esistono uomini impotenti ma solo donne incapaci"... Ovviamente la realtà non è così bianca e nera, giacché è molto più sfumata e colorata, ma indubbiamente una parte di verità c'è.

(*) Il perché è da ricercare nel mio passato trasgressivo, che però in questa sede non interessa nessuno.

Quoto! Sono talmente tanti i movimenti e le correnti di pensiero dove ognuno cerca di affermare la propria superiorità, che si finisce in una insensata guerra tra frustrati che non ha senso. Nessuno può permettersi di condannare le diversità dell' altro!
Io ho avuto un piccolo problemino con la mia ragazza, ne sono consapevole, tutto è stato fatto in tempi non consoni alla cosa. Nonostante mi avesse sfiorato il pensiero che io potessi passare per l' incapace di turno, non ho permesso che ciò avvenisse! Questo perchè mi stimo in primis, e poi perchè sono cose naturali che dipendono da moltissimi fattori, alcuni dei quali davvero elementari da individuare, quindi sono tranquillo, lei è intelligente e comprende.
Gabry is offline  
Vecchio 23-04-2008, 19.41.11   #188
Scorpion
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 84
Riferimento: Le donne..un incubo per me!

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Bene: se fosse stata davvero determinante la prestanza fisica.... Scorpion! Ma quello era il primo dato CERTO che lei ha conosciuto come inesistente! E dunque? Perchè lo ha secretato fin quando non è rimasta delusa da BEN ALTRO (anche se un po' squallido, nel suo caso)? Nel super-micronico dell'esempio: non va a sufragio della tesi secondo cui il dato prettamente fisico-sessuale è davvero l'ultimo per la generalità delle donne? (e persino per quelle peggiori)???? Fino al punto che, date le mode, effettivamente è molto pratico disfarsi di uno ed uscirne "alla grande" dicendo SOLO "pfui! ce l'ha così piccolo che mi veniva da ridere!!!!".
Solo che NON è la verità.
Quella lei ha secretato il "piccolo" fin quando era promessa d'altro in termini di "convenienza".
Milioni di donne hanno secretato di tutto e di più, nella storia, in nome di altri valori che vivevano come enormemente superiori rispetto "ai cinque minuti" o "alla tre ore".
Altri milioni di donne........ hanno vissuto annose passioni dietro al classico "amico gay" adorato per la poesia e la sensibilità e l'acume.
Insomma: se è vero che l'atto sessuale in sè è mooooooooooolto relativo e secondario al femminile (qualunque femminile: dal sublime all'infimo), non credi che molte croci che vi fate .... non abbiano.... quasi nessuna ragione di essere?

Quindi, nello scrivere questo, tu stai confermando quanto alcuni utenti come iulbrinner e misterxy vanno ripetendo; ossia che per le donne il sesso e' solo uno strumento con il quale usare gli uomini.
Ti chiedo: ma allora perche' tutta questa falsita', tutta questa derisione, tutto questo astio nei confronti degli uomini e della loro sesualita' ? Ma cosa credete di ottenere comportandovi in questo modo? Forse il rispetto? Be', non credo proprio, perche' alla lunga certi discorsi e atteggiamenti generano solo rancore e disprezzo. Sai, piu' tempo passa e piu' capisco i motivi per cui molti uomini, a un certo punto della vita, diventano misogini.
Scorpion is offline  
Vecchio 24-04-2008, 14.54.31   #189
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Le donne..un incubo per me!

Citazione:
Originalmente inviato da Scorpion
Quindi, nello scrivere questo, tu stai confermando quanto alcuni utenti come iulbrinner e misterxy vanno ripetendo; ossia che per le donne il sesso e' solo uno strumento con il quale usare gli uomini.
Ti chiedo: ma allora perche' tutta questa falsita', tutta questa derisione, tutto questo astio nei confronti degli uomini e della loro sesualita' ? Ma cosa credete di ottenere comportandovi in questo modo? Forse il rispetto? Be', non credo proprio, perche' alla lunga certi discorsi e atteggiamenti generano solo rancore e disprezzo. Sai, piu' tempo passa e piu' capisco i motivi per cui molti uomini, a un certo punto della vita, diventano misogini.

Carissimo Scorpion..... purtroppo è accaduto esattamente quello che temevo: se ci si aggancia alla letteralità di una locuzione e si perde il senso e lo spirito della comunicazione "globale".... succede proprio così!

Ognuno di noi, qui, credo che parli per quel che ha visto, conosciuto, sperimentato.... ma soprattutto "letto" a modo suo.

Tu parli da uomo (che ha beneficiato dell'esperienza narrata da altri uomini)... tanto quanto io parlo da donna (che ha beneficiato dell'esperienza narrata da altre donne).

Adesso andiamo in buona parte fuori tema, ma forse ne vale la pena.

NON POSSO essere IO a parlarti di donne che strumentalizzano il sesso: non per spirito di genere....no.... solo perchè non ho prova. Nel senso che non ho prova - ma davvero- di donne che si siano affacciate alla vita col preciso imput "io ce l'ho e non te le do".

Conosco ( è vero e non mi dispiace affatto) ANCHE donne che - ad un certo punto del loro percorso - hanno intrapreso la via che dici tu: quella della pura e semplice strumentalizzazione di un potere che si ritrovano (spesso incredule).

MA , carissimo Scorpion............ siccome credo che sia tanto vera quella premessa che ci è comune (sesso al maschile molto diverso dal sesso al femminile)........... a me verrebbe da dirti che - in base a quel che conosco davvero - le donne che hanno optato per la strumentalizzazione.... sono esattamente tutte quelle che non hanno trovato , nel sesso al maschile, ciò che sognavano del sesso al femminile!

E mi dispiace non sai quanto trovarmi a parlare così.... proprio io che ODIO la "guerra dei sessi"........... però ti dico solo quello che mi risulta vero: ho conosciuto tante donne "poco stimabili"...... tu puoi credermi oppure no, ma ... c'è stato un tempo, nella vita di ognuna di loro, in cui avrebbero affrontato qualunque difficoltà in nome della UNIONE vera col loro uomo... eppure.... nella loro storia trovi sempre la pietra miliare dell'uomo che di quel patrimonio di abnegazione.... non sapeva che farsene! Alcuni l'hanno solo sfruttato, altri non l'hanno neanche mai capito.........
Alcune hanno capito al volo dell'importanza di alcuni dettagli e hanno anche deciso di "sfruttarla" (basta poco, che ce vò?).... ma DENTRO questo atteggiamento c'è sempre la disperante consapevolezza della totale inutilità di qualunque "comunione".... PERCHE' DIAMO VALORI E SIGNIFICATI DIVERSI AGLI STESSI GESTI.

Mi piacerebbe tanto che intervenissero altre donne su questo punto: confermare o smentire che l'inizio della strumentalizzazione dei desideri maschili corrisponda, pressochè sempre, al femminile, con la "caduta" dell'illusione di condivisione.

E adesso ti faccio una domanda sciocchissima, che però - forse - non è del tutto inutile: al femminile esiste, è noto, è pure molto praticato .... il "brutto che piace" (se non erro... Marlon Brando era il portabandiera).
Scusa Scorpion: ne conoscii applicativi al femminile? Ossia: hai mai sentito parlare di un fantomatica "brutta che piace"
Lo so che è tutta OT e sembra anche una scemata.... solo che - forse - è un piccolo e modestissimo indice di come e quanto "il femminile vive di simboli"... intersecandosi con.... "un maschile che vive di materialità a percezione (neceessariamnete visiva) immediata".................... .

Che equivarrebbe a dire.... cedendo per mezzo secondo alla tentazione di giocare alla guerra dei sessi .... che : alcuni uomini pagano lo scotto delle discutibili coseguenze prodotte dall'incontro(/scontro) dell'immaginario femminile.... con.... il vissuto DI ALCUNI MASCHI................ (che non sono "tutti".... però sono - magari- quelli che segnano l'imprinting!)

N.B. : è una PROPOSTA di dialogo. Semplicemente.
donella is offline  
Vecchio 24-04-2008, 18.46.50   #190
Scorpion
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 84
Riferimento: Le donne..un incubo per me!

Citazione:
Originalmente inviato da donella
E adesso ti faccio una domanda sciocchissima, che però - forse - non è del tutto inutile: al femminile esiste, è noto, è pure molto praticato .... il "brutto che piace" (se non erro... Marlon Brando era il portabandiera).
Scusa Scorpion: ne conoscii applicativi al femminile? Ossia: hai mai sentito parlare di un fantomatica "brutta che piace"
Lo so che è tutta OT e sembra anche una scemata.... solo che - forse - è un piccolo e modestissimo indice di come e quanto "il femminile vive di simboli"... intersecandosi con.... "un maschile che vive di materialità a percezione (neceessariamnete visiva) immediata".................... .

Che equivarrebbe a dire.... cedendo per mezzo secondo alla tentazione di giocare alla guerra dei sessi .... che : alcuni uomini pagano lo scotto delle discutibili coseguenze prodotte dall'incontro(/scontro) dell'immaginario femminile.... con.... il vissuto DI ALCUNI MASCHI................ (che non sono "tutti".... però sono - magari- quelli che segnano l'imprinting!)

N.B. : è una PROPOSTA di dialogo. Semplicemente.
Ti rivolgo una domanda io: a tuo parere le donne sono sempre innocenti? Veramente credi che non esistano delle responsabilita' femminili a prescindere? Sei veramente convinta che le donne si comportino "di conseguenza" (sempre e comunque) a determinati atteggiamenti maschili? Ora, che in circolazione ci siano uomini che si comportano male, non lo discuto, ma ti chiedo: quand'e' che voi donne inizierete a crescere e ad assumervi la responsabilita' delle vostre azioni? Mai?
Scorpion is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it