Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 15-06-2004, 00.05.12   #11
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Citazione:
Messaggio originale inviato da dana
Condivido, ci sono tanti tipi di intelligenza, è per questo che il Q.I. e i vari test non significano molto, perchè nel migliore dei casi misurano un solo tipo di intelligenza, che può essere la capacità logico-matematica, o la memoria, o la capacità di adattamento, o di sopravvivenza, o l'intuizione.
A volte capita che chi è in difficoltà ad essere promosso abbia un Q.I. superiore alla media.
Forse c'è anche l'intelligenza emotiva, forse l'intelligenza in generale è la somma e l'equilibrio dei vari tipi di intelligenza.

ciao

non è assolutamente vero che misurino un solo tipo di intelligenza; la scala Welsher indaga diverse dimensioni cognitive fondamentali, come può essere la memoria breve termine, l'attenzione, la capacità di induzione, di esecuzione di operazioni matematiche e poi le abilità linguistiche... la psicologia non è una scienza minore che vanta scienziati minori; sia pure che il costrutto complessivo "intelligenza" è da sempre oggetto di discussione e non è mai stato il più chiaro degli oggetti d'indagine, pure sono state individuate delle dimensioni significative nell'ambito della capacità cognitiva.

poi, se il QI non avesse nessuna correlazione con le abilità cognitive di una persona, sarebbe quanto meno una coincidenza strana che se somministriamo questo tipo di test a persone che dimostrano notevoli difficoltà a livello quotidiano (ad esempio, capire che per non scottarsi nel mangiare la minestra è utile soffiare sulla cucchiaiata che si è si appena presa) riportano punteggi costantemente bassi; mentre se lo stesso lo somministriamo a professori universitari...
r.rubin is offline  
Vecchio 15-06-2004, 00.29.22   #12
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
poichè comunemente
usiamo solo una piccola parte
delle nostre capacità mentali
e alla formazione dell'Intelligenza
concorrono molte altre forze interiori
a noi ancora sconosciute
bisogna capire
che per quanto una scala welsher
possa indagare
talune reattività cerebrali
solo una parte minuscola
di questo immenso potenziale
viene presa in esame,di conseguenza
appare del tutto presuntuoso
dire che si possa
arrivare ad una effettiva
"misurazione dell'intelligenza"
da parte della scienza

<<<w.>>>
(diciamo che...
ci si giochicchia intorno)

Ultima modifica di dawoR(k) : 15-06-2004 alle ore 00.32.54.
dawoR(k) is offline  
Vecchio 15-06-2004, 01.05.33   #13
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Citazione:
appare del tutto presuntuoso
dire che si possa
arrivare ad una effettiva
"misurazione dell'intelligenza"
da parte della scienza

<<<w.>>>
(diciamo che...
ci si giochicchia intorno)



diciamo che la incarna e si guarda allo specchio, cercando di comprendere quali siano i tratti che le danno qeull'aspetto particolare;
comunque sia, la misurazione di un qualsiasi aspetto della psiche non può che essere parziale.

intelligenza (dico questa novità) è problem solving.
hai un problema, cerchi la soluzione, la trovi, sei soddisfatto.
sopracciglia aggrottate + lampadina accesa = sorriso disteso.
r.rubin is offline  
Vecchio 15-06-2004, 10.41.48   #14
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Citazione:
Messaggio originale inviato da r.rubin
già.... ma non può essere che ognuna delle intelligenze che citi sia riducibile, stringi stringi, alla comprensione delle relazioni tra elementi?

gia`, ma alla fine il mondo e` solamente relazioni tra oggetti.

dunque concordi come me.

ciao
epicurus is offline  
Vecchio 15-06-2004, 13.46.57   #15
leibnicht
Ospite abituale
 
L'avatar di leibnicht
 
Data registrazione: 06-09-2003
Messaggi: 486
Concordo perfettamente

con il punto di vista di rubin.
L'intelligenza è, in ultima analisi, la facoltà di individuare tra i dati di un problema (qualsiasi problema: matematico, esistenziale, logico, linguistico, spaziale, musicale, etc) le relazioni più semplici che permettano a quei dati di disporsi in un modo ordinato.
L'ordine stesso rappresenta la soluzione del problema.
Postulare l'insensatezza della ricerca scientifica in questo settore in forza della presunta sussistenza di misteriose e magnifiche potenzialità del cervello, sfortunatamente inaccessibili all'indagine, non è che il solito atteggiamento alla Don Ferrante, il quale riteneva inutile indagare le cause della peste di Milano.
Infatti era chiaro, per lui, che la peste dipendeva da una combinazione astrologica ineffabile e non certo dal contagio.
I suoi testi aristotelici lo confermavano: inutile andare in cerca di altro!
Simili pontificanti idioti, che hanno da sempre rallentato la crescita e la maturazione dell'umanità, un tempo blateravano da pulpiti scolastici, biblici e tolemaici: oggi citano il relativismo culturale, in forza del quale tutte le tesi sono ammesse indipendentemente dal fatto che siano argomentabili o no.
L'ala nera della stupidità, la "ragion pigra" è una patologia dell'intelligenza.
leibnicht is offline  
Vecchio 15-06-2004, 13.54.50   #16
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
non penso che l'intelligenza sia una sola.

gli esperti dicono che ve ne sono 5: logica-matematica, spaziale, etc...

ma io credo che, come ogni cosa, sia "sfumata", ossia ve ne esistano innumerevoli tipi, applicabili alle innumerevoli sfacettature del mondo.

ciao

Mettiamo che sia realmente così; cioè che esistano 5 tipi di intelligenza o più, ciascuna è applicabile, come dici tu, ad una sfaccettatura diversa del mondo
Per poterla valutare dovremmo quindi farlo considerando ognuna di esse... ma al termine di questa valutazione dovremmo in qualche modo riuscire a dare una visione completa del quadro "intelligenza".

E' possibile secondo voi ridurre questa capacità ad un semplice calcolo?
Se si trattasse effettivamente di calcoli, test e simili, questi dovrebbero essere fatti da qualcuno, per così dire, "al di sopra delle parti" (non credo che sia la definizione giusta, ma al momento non mi viene un'altro termine, spero di riuscire a farvi capire cosa intendo dire). Porto un esempiio banale: a scuola, per valutare la conoscenza di ogni alunno riguardo un determinato argomento, ognuno di loro esegue un compito in classe al termine del quale verranno valutati dal professore. Il professore in questo caso è considerato come l'unica persona capace di valutare ogni compito in quanto possiede (o dovrebbe possedere) la completa conoscenza dell'argomento... un alunno non potrebbe mai valutare se stesso in quanto la sua conoscenza non è attendibile. Al termine dell'anno scolastico viene dato un unico voto che sta a indicare la conoscenza globale dello studente.
Credete che l'intelligenza possa realmente essere calcolata secondo un simile ragionamento? Non sarebbe riduttivo, generalizzante e perciò troppo banale, quindi non veritiero?
(e in ultima istanza... chi potrebbe avere la capacità di valutare l'intelligenza altrui se egli stesso stesso è un individuo sottoposto a valutazione?)

Ciao
iris_1 is offline  
Vecchio 15-06-2004, 14.00.52   #17
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
il fatto della conoscenza e` una cosa differente dall'intelligenza.

comunque come ho detto poco piu` su (e come altri hanno detto), l'intelligenza in ultima analisi e` la capacita` di comprendere le relazioni tra entita`.

da qui la possibilita` di risolvere problemi in svariati campi della vita.

quello che vorrei sostenere e` che probabilmente i test Q.I. saranno efficaci nel sondare quelle 5 intelligenze (salvo test fatti in casa) ma cio` non completa il concetto di 'intelligenza'.

ciao
epicurus is offline  
Vecchio 15-06-2004, 14.07.02   #18
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Citazione:
Messaggio originale inviato da r.rubin

intelligenza (dico questa novità) è problem solving.
hai un problema, cerchi la soluzione, la trovi, sei soddisfatto.
sopracciglia aggrottate + lampadina accesa = sorriso disteso.

Potrebbe essere.
Intelligenza come capacità di adattamento, riuscire ad adattarsi ad ogni situazione trovando la soluzione più adeguata per superare ogni ostacolo.
Adattamento inteso non come un "farsi investire dagli eventi", ma come un mezzo tramite il quale riusciamo a trovare un giusto equilibrio tra noi e l'ambiente stesso.
Quindi un atteggiamento non passivo ma costruttivo nei confronti del rapporto persona:ambiente.
iris_1 is offline  
Vecchio 15-06-2004, 14.19.52   #19
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
riduttivo

il QI è un numero, risultato di una misurazione;
un pò come l'altezza, non è correlato con una vita soddisfatta, piena, felice, realizzata; diciamo che però, due metri di altezza vanno bene per giocare a basket anche da professionisti, ma magari ti causa un sacco di bernoccoli perchè sbatti continuamente la testa contro la cornice della porta, settanta centimetri non ti permettono di giocare a basket ma non impediscono di giocare a golf, magari ti provocano qualche problema a guidare l'auto.... insomma, ognuno ha le sue capacità particolari, i suoi limiti, e collegati a questi ognuno ha la sua strada.
r.rubin is offline  
Vecchio 15-06-2004, 14.22.10   #20
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
il fatto della conoscenza e` una cosa differente dall'intelligenza.

comunque come ho detto poco piu` su (e come altri hanno detto), l'intelligenza in ultima analisi e` la capacita` di comprendere le relazioni tra entita`.

da qui la possibilita` di risolvere problemi in svariati campi della vita.

quello che vorrei sostenere e` che probabilmente i test Q.I. saranno efficaci nel sondare quelle 5 intelligenze (salvo test fatti in casa) ma cio` non completa il concetto di 'intelligenza'.

ciao

Non intendevo intelligenza come conoscenza; si è trattato solo di un esempio per cercare di far capire che ritengo impossibile poter valutare l'intelligenza sulla base di soli calcoli.

Non intendevo neache dire che stavi sbagliando, perché ho capito perfettamente che non riduci il concetto d'intelligenza ad una semplice valutazione "di quei 5 tipi".
Sorry

ciao

Ultima modifica di iris_1 : 15-06-2004 alle ore 14.29.46.
iris_1 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it