Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 16-05-2008, 15.36.14   #11
Loris Bagnara
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-03-2008
Messaggi: 146
Riferimento: Siamo solo un ammasso di cellule?

Citazione:
Originalmente inviato da Dayasagaran
Siamo solo un ammasso di cellule?
Come rispondere no?
Le nostre azioni sono comandate reazioni chimiche obbligate: non siamo tanto diversi dai virus senza cervello.
Il libero arbitrio non esiste, è solo una illusione necessaria.
E' una cosa così fredda e logica che ancora oggi mi tormenta. Qualcuno saprebbe farmi superare questa concezione?
Credo che la più semplice dimostrazione che non siamo solo un ammasso di cellule sia questa che vado a dire.
Ciascuno ha dentro di sè la percezione certa e indubitabile della persistenza del proprio io. Il corpo, cervello incluso, è invece in perenne mutazione e disgregazione, ad ogni livello (macroscopico, molecolare, atomico, subatomico, energetico ecc.): a tutti gli effetti, non esiste il 'nostro' corpo, esiste un veicolo che muta i pezzi nel corso dell'uso. Dunque, se l'io fosse solo illusione, come ti spiegheresti il tenace aggrapparsi di un io illusorio ad un corpo che non esiste?
Loris Bagnara is offline  
Vecchio 16-05-2008, 16.21.09   #12
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Siamo solo un ammasso di cellule?

Citazione:
Originalmente inviato da Loris Bagnara
, se l'io fosse solo illusione, come ti spiegheresti il tenace aggrapparsi di un io illusorio ad un corpo che non esiste?
Già,concordo.
Quell'io,quella coscienza di essere dimostra che esiste una permanenza di essere,
in quanto riesce ad osservare l'impermanenza del corpo e delle sue emozioni e pensieri.
Semplice ma efficace dimostrazione..
Noor is offline  
Vecchio 16-05-2008, 23.12.21   #13
Dayasagaran
Ospite
 
Data registrazione: 12-05-2008
Messaggi: 10
Riferimento: Siamo solo un ammasso di cellule?

Istinto di sopravvivenza. Il cervello è complesso, ma non trascendentale.
Dayasagaran is offline  
Vecchio 17-05-2008, 20.42.12   #14
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Riferimento: Siamo solo un ammasso di cellule?

Citazione:
Originalmente inviato da Dayasagaran
E' così evidente che la selezione naturale ci ha portati fino a quelli che siamo.
Ed eravamo solo cellule: reazioni chimiche.
Quindi:

o ci dev' essere stato un preciso istante in cui dentro di noi è stata implementata un' "anima" (inteso come qualcosa di trascendente)

oppure c' è stata da sempre, e anche i gatti, i virus (ecco perchè mi riferivo a loro, intesi come entità obbligate) e il glucosio ce l' hanno.

Ma non eri tu che chiedevi "Qualcuno saprebbe farmi superare questa concezione?"

Io ti ho postato un po' di miei interventi in cui cerco di spiegare l'errore del tuo punto di vista. In più, come ti ho già scritto, oltre al "siamo solo cellule" non c'è solamente "siamo delle anime dentro a degli involucri di carne": esistono altre posizioni.

Se hai voglia di scoprire che cosa ti perdi, inizia leggendo quei miei post che ti ho incollato. Oppure puoi sempre leggere:

- "Rappresentazione e realtà", di Hilary Putnam
- "Mente e corpo", (antologia a cura) di De Palma e Pareti
- "La mente non funziona così", di Fodor


Almeno leggi un po' di libri di filosofia della mente a caso, per disporre di un ambiente concettuale in cui muoverti.

epicurus is offline  
Vecchio 18-05-2008, 03.57.42   #15
Il_Dubbio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-12-2007
Messaggi: 1,706
Riferimento: Siamo solo un ammasso di cellule?

Prendo questa frase da un riferimento che hai dato:

Citazione:
Originalmente inviato da epicurus
Arrivati a questo punto, la mia proposta consiste nel vedere le menti come un sistema di capacità emergenti dai cervelli, però irriducibili ad esso: le nostre menti sono immerse nell’ambiente e quindi non del tutto distinguibili da questo. Questo ci propone una visione pluralista del mondo, in cui lo statuto ontologico della mente è di tutto rispetto.

Puoi dare una definizione di "capacità emergente"?; altrimenti non si capisce cosa sia la mente secondo te.

Ne sento parlare tantissimo ma nessuno riesce a darmi una definizione esaustiva e chiarificatrice.
Comunque l'autore del topic chiedeva come si potesse giustificare il libero arbitrio se siamo solo un ammasso materiale di cellule. E come è giustificato il libero arbitrio secondo una realtà emergente (sempre che la preveda)? Allargando l'orizzonte dalla mente all'ambiente a mio modo di vedere aumentiamo il materiale, la massa (non solo cellule interne ma anche di ambiente esterno), ma non riesco a vedere alcuna libertà. Anzi questo è supporre che siamo come canne al vento,indeterminate si ma solo perchè è difficile coglierne la causa, per cui è possibile credere che se una farfalla batte troppo velocemente le ali in America ciò sarà causa di un nostro moto di angoscia (qui in Italia) e determinerà, senza alcuna libertà, la nostra azione successiva.
Il_Dubbio is offline  
Vecchio 18-05-2008, 18.38.02   #16
Dayasagaran
Ospite
 
Data registrazione: 12-05-2008
Messaggi: 10
Riferimento: Siamo solo un ammasso di cellule?

Quoto totalmente col dubbio, facendo inoltre notare che secondo la teoria riduttivistico-naturalista che il famoso (è vero ) epicurus cita in molte sue discussioni (ma con le quali non sembra essere daccordo), queste cose tutti stiamo scrivendo non le stiamo scrivendo perchè l' abbiamo scelto
Dayasagaran is offline  
Vecchio 18-05-2008, 20.02.39   #17
S.B.
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2006
Messaggi: 486
Riferimento: Siamo solo un ammasso di cellule?

Il libero arbitrio è un postulato. Non solo, è un postulato ragionevole tanto quanto quello circa l'esistenza di una realtà esterno e quello circa l'uniformità delle leggi di questa realtà.

Tutte e tre queste cose sono, mi sembra indimostrabili.

Il fatto che il libero arbitrio non sia dimostrabile non ci deve portare per forza a credere che tutto avvenga con necessità, anche le nostre azioni e i nostri pensieri.

Inoltre il fatto che in fisica si sia passati da una visione deterministica, che metteva seriamente in dubbio la libertà umana, ad una visione indeterministica, lascia aperto più d'uno spiraglio alla nostra libertà.
Non è detto che la stessa fisica che sembrava la maggior nemica di questa capacità umana riesca in qualche modo a darci ulteriori speranze.

Il libero arbitrio sarebbe, in sostanza, quella capacità umana che ci permette di compiere o non compiere un'azione, ad esempio alzare una mano.

Per essere certi di possedere il libero arbitrio noi dovremmo alzare e non alzare la nostra mano allo stesso tempo, il che, ovviamente, non è possibile.

Il fatto è che noi constateremo sempre una e una sola di queste azioni.

Immaginare un mondo senza libero arbitrio è possibile, ma è aberrante, a mio avviso (per questo ho sempre provato una certa ostilità verso gli stoici, Spinoza & company). Inoltre parlandone si corre il rischio di cadere continuamente in contraddizione, caduta che, comunque non potrebbe essere evitata.
S.B. is offline  
Vecchio 18-05-2008, 20.08.02   #18
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Breve transito...

Ah, quanto tempo è trascorso... anni, eppure sembra un giorno od una vita, chissà... ma le domande sono sempre le stesse... ne sa qualcosa Epicurus, eh? E ne so qualcosa anch’io... ... forse questo è l'uomo: una domanda su se stesso.

Al proponente della discussione vorrei fare una proposta: alzati (e cammina!), trova uno specchio e stai per un po’ lì davanti a guardarti negli occhi. Fissa lo sguardo proprio sugli occhi per parecchi minuti, senza chiederti, né risponderti nulla, solo osservare, contemplare. Fallo, ok? Guarda che ti vedo...

... poi vieni qui e riferisci, aggiungendo cosa intendi con “cellula” e “reazione chimica” ed anche il libro, sito web o persona da cui lo hai appreso.

E non seguire il consiglio di Epicurus, non toccare i libri di filosofia, prosegui per la tua strada. La filosofia è l’oppio delle sinapsi, come ebbe a dire non mi ricordo chi... ... così come tutti quei termini “riduttivistico-naturalista”... e che vorranno mai dire...

Poi, se proprio ti devo dire la mia, penso che tu sia un mio sogno, una mia costruzione, sono molto creativo. Dunque ti ho fornito un modo per uscire dal tuo dilemma, anche se probabilmente non ci crederai (ed ho inventato un -ismo anche per questo)...

... ho sogni molto resistenti, non c’è che dire, sono tutti attaccati alla loro illusione di esistere.

Antonio
nexus6 is offline  
Vecchio 19-05-2008, 08.01.20   #19
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
W gli "ismi" (!?)

Citazione:
Originalmente inviato da nexus6
penso che tu sia un mio sogno, una mia costruzione, sono molto creativo. Dunque ti ho fornito un modo per uscire dal tuo dilemma, anche se probabilmente non ci crederai (ed ho inventato un -ismo anche per questo)...
E tu di chi sei sogno ,Antonio?
...già..ho imparato qui che devo sempre scegliere...ad esempio:o sono un teista o un ateista..
Non ho ancora deciso ,ma devo uscire al più presto,da questo dilemma
Ciao
Gigi
Noor is offline  
Vecchio 19-05-2008, 08.19.32   #20
Il_Dubbio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-12-2007
Messaggi: 1,706
Riferimento: Siamo solo un ammasso di cellule?

Citazione:
Originalmente inviato da S.B.
Inoltre il fatto che in fisica si sia passati da una visione deterministica, che metteva seriamente in dubbio la libertà umana, ad una visione indeterministica, lascia aperto più d'uno spiraglio alla nostra libertà.
Non è detto che la stessa fisica che sembrava la maggior nemica di questa capacità umana riesca in qualche modo a darci ulteriori speranze.


ciao, andrei leggermente fuori tema, ma ciò che dici è confutabile. Se vuoi sapere come la penso dovresti leggere qui: https://www.riflessioni.it/forum/scie...cienza-22.html

leggi (oltre il pdf che ho dato da leggere) le pagine che seguono da 22 in poi. So che non è semplice anche perchè bisogna aver in testa i concetti di determinismo e indeterminismo (soprattutto quest'ultimo) ben chiare e tentare di rapportarlo alla mente umana, e poi pensare al concetto di libertà. Bisogna stare attenti a identificare bene il concetto di libertà, molti lo annacquano, per me esiste solo un concetto ed anche abbastanza definito e poi verificare con le leggi trovate se è compatibile con loro.
Nessuna di quelle trovate è compatibile, quindi o esistono altre leggi che legittimano il libero arbitrio oppure semplicemente non esiste.

ciao
Il_Dubbio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it