Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 17-02-2008, 01.00.06   #81
Miky
Ospite
 
Data registrazione: 09-02-2008
Messaggi: 7
Riferimento: Dio non esiste

Citazione:
Originalmente inviato da Orabasta
Ebbene sì, proprio così. Lo so per certo e quando dico CERTO, intendo SICURO, verificato, provato, visto e toccato con mano.
Sull'inesistenza di questo personaggio non ho + dubbi di quanti ne abbia sull'inesistenza di Babbo Natale.

Devo anche fare una precisazione; di tutti i significati che alla parola "Dio" si possono attribuire, quello che qui intendo è ben delineato e presto detto: "Entità cosciente e dotata di volontà, arteficie diretto dell'intero universo".
Il che abbraccia una gran quantità di religioni a cominciare dalla Cattolica che ancora tristemente imperversa e fa danni nel ns paese.

Le ragioni del mio scetticismo, sono le solite identiche ragioni che mi facevano dubitare da bambino quando iniziavano i primi condizionamenti cattolici; dubbi che repressi per questioni di "autorità"; dopo N volte che un "grande" dall'aria premurosa e sapiente tratta le tue legittime contestazioni come infondate ed ingenue e ti porge un'insostenibile verità salvifica, e lo fa facendoti capire che se non l'accetti soffrirai per l'eternità..... Bhe, è facile per un bambino cadere nel tranello, sarebbe certamente insolito il contrario.

"Ma se Dio è onnipotente e tanto buono, perchè c'è tanta sofferenza al mondo?"

Questa è forse la più evidente contraddizione che l'ipotesi di questo bizzarro personaggio fa saltare agli occhi.
Il mondo che percepiamo, il mondo che conosciamo non sembrerebbe in linea con la presunta benevolezza ed onnipotenza di Dio. Come si fa a credere ad un Dio onnipotente e buono che lascia che il mondo vada come attualmente sta andando? E non mi si venga a dire che le sofferenze del mondo sono tutte colpa degli uomini, non sono gli uomini a causare terremoti, tsunami, alluvioni, epidemie, tutte queste sarebbero create direttamente da Dio che sarebbe pertanto il diretto responsabile della sofferenza e morte di tutti i bambini innocenti che si sono trovati in quel momento proprio sotto la "benevola volontà di Dio".
Questa cosa, questa palese e lampante evidenza è in assoluta contraddizione con l'idea di un Dio onnipotente e benevolo. Per quanto ci si giri intorno, per quanto ci si possa impegnare, nessuno è in grado di spiegare perchè il buon Dio riservi tanta sofferenza ai suoi figli. Non esiste papa, prete, imam, padre pio o altro che possa dare una sopiegazione ragionevole e sensata di questa contraddizione. Il massimo che si può ottenere è il mitico ed inossidabile "tappabuchi spirituale" che ben si adatta a tutte le occasioni in cui la realtà non è coerente con le bizzarre ipotesi teiste. Il mitico "tappabuchi spirituale", quello che mette a tacere ogni dissenso, quello che disarma in modo totale il più armato degli atei...... "MISTERO DELLA FEDE" noi uomini siamo troppo piccoli per capire l'immenso disegno universale.

Il che fa un po' sorridere poichè, generalmente, chi ci propina ciò, non è ne Dio ne qualcuno in grado di capire 'sto disegno universale. Generalmente chi ci dice ciò, spesso con la pretesa di essere creduto, è prioprio un'altro essere umano.... Che pertanto, per sua stessa ammissione, non può come tale capire ciò che ci sta spiegando. Inzomma, non ci può far capire niente, semplicemente ci offre un'opzine che possiamo solamente scegliere di credere.
...a voi la scelta.

Non sei molto cresciuto dai tempi di Babbo Natale, vero?
Che sarai? Un adolescente con problemi in famiglia? Che si lamenta di cose idiote?
Se fossi Dio, leggendo certe cose, aumenterei i terremoti e gli tsunami

Tu vieni a lamentarti di Dio, io ti rispondo DIO ESISTE FINO A PROVA CONTRARIA e che DIO ESISTE FINO A QUANDO GLI UOMINI CI CREDERANNO.

A posto di preoccuparti, teneramente, della fede altrui, perché non pensi a te?
Ti invito a riflettere su un problema maggiore, IL CALCIO, centinai di "cretini" spendono i loro guadagni per il calcio, una volto nello stadio si uccidono...

Ho riassunto il più possibile perché non ho voglia di scrivere


SEDNA
Miky is offline  
Vecchio 17-02-2008, 04.14.08   #82
el topo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-08-2007
Messaggi: 43
Riferimento: Dio non esiste

Tra il teismo e l'ateismo non c'è il nulla, bensì il panteismo.
Tale filosofia(anche se esistono molti panteismi diversi) integra e supera molti banali problemi della religione tradizionale.
Dio più che un concetto è un principio, naturalistico, ovvero riscontrabile nella realtà immanente. Il Dio monoteistico e personale è una proiezione dell'uomo ideata per deresponsabilizzarsi della penosa condizione in cui versa. Ma il sacro ed il divino ci circondano e compenetrano, e nonostante il mistero rimane, esso diventa intelleggibile attraverso l'esperienza e soprattutto attraverso sistemi di pensiero non ideati per contenere e controllare le persone in gabbie di paura e peccato(e soprattutto ignoranza).
Dio, in realtà, è la totalità creante presente in ogni respiro, è il ritmo incessante che ognuno di noi deve imparare a ballare, se non vuole affannarsi in un conflitto eternamente tragico. Ma come potrebbe pensarsi Dio se non c'è qualcuno che pensa? Come potrebbe sentire, se qualcuno non sente?
Comprendiamo la nostra identità e la causa, il mezzo ed il fine di Tutto diverrà più comprensibile ed intuitivo. Ma attenzione, Dio è 'nascosto' nel fluire incessante di ogni cosa, ed è facile fissarsi su un'impressione sbagliata dovuta ad un contesto pregiudicante. L'amore alla fine trionfa!
el topo is offline  
Vecchio 27-02-2008, 21.01.55   #83
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Riferimento: Dio non esiste

Come ha genialmente esposto pegasus82d (e come feci tra l'altro io con le stesse parole) Dio non è logico.

Secondo l'assunto finale DIo potrebbe essietere SOLO se lo consideriamo NON BUONO.

QUindi neutrale, un Guardone assenteista, o peggio ancora un malvagio.

DIo DEVE essere logico. Dato che noi essendo la sua creazione dotata di Logos, ne dovremmo trarre delle conseguenze logiche , altrimenti sarebbe ancora peggio (creati a immagine e somiglianza di idioti)

Qui non ce via di fuga che tenga. Anche questi giorni un auto a folle velocità ha spazzato via un gruppo di bambini che aspettavano l'autobus.....

Guardone assenteista qui suona bene.


Non e da escludere la creazione intelligente, tutto e possibile a questo universo.

Anzi, non mi stuperei affatto se tra qualche migliaia di anni anche noi non inizieremo a creare vita artificiale su altri pianeti (come in effetti gia si sta pensando per marte).
E le creature che vi abiteranno sotto il nostro stretto controllo, quelle si che crederanno in Dio.

CREDERANNO COn decisione. Con sicurezza, senza dubbio. Guerderanno il cielo e pregheranno Dio.

E noi da lassu osserveremo come dei guardoni assenteisti.
alessiob is offline  
Vecchio 28-02-2008, 00.47.05   #84
petalidiluna
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 27-02-2008
Messaggi: 1
Riferimento: Dio non esiste

Che sia esitito io lo credo..

Ma sono propensa a pensare che, per qualche strano mistero, ora sia "morto"..
petalidiluna is offline  
Vecchio 28-02-2008, 14.31.06   #85
emmeci
Ospite abituale
 
L'avatar di emmeci
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 1,272
Riferimento: Dio non esiste

Forse, petalidiluna, non è un mistero, visto che tutto diviene, cioè nasce e muore come ogni cosa di questo mondo, compreso quello che le religioni chiamano Dio. Però si può chiedersi, visto che le religioni sono tante, “qual è il vero Dio?” O Dio, nella sua essenza, non è il Dio di questa o quest’altra religione, cioè un essere di questo mondo, ma è ciò che possiamo solo definire “assoluto”? Ebbene, muore il Dio di una religione, come è stato in passato e sarà in futuro (quanti ne sono morti dalla nascita dell’homo sapiens ad oggi?), ma non un Dio che è “solo” assoluto, privo degli attributi che gli assegnano le religioni in contraccambio del favore che dà loro dichiarandole sue rappresentanti in terra con potere di grazia e giustizia - il che non basta a farle vincere visto che le religioni sono ancora tante, e non sempre benevoli l’una all’altra.
Dirai che non si può dimostrare neanche l’esistenza di un Dio assoluto? Ma che fa l’uomo quando cerca una prova dell’esistenza di un Dio? Lo porta al suo livello, crede cioè che egli ragioni come ragiona lui, al massimo come un super-filosofo, col che lo ha già perduto incorrendo in una insuperabile contraddizione. Perché l’alternativa è: se Dio è un essere relativo può essere dimostrato inesistente, e solo se è l’assoluto nessuno lo può sottoporre a giudizio, chiedendogli di dimostrare qual è la sua identità e quali le sue prerogative perché equivarrebbe a trasformare l’assoluto in relativo. Ed è su quel mistero dell’assoluto che si fonda la fede nel senso più universale e più puro.
emmeci is offline  
Vecchio 07-03-2008, 10.06.17   #86
nuages
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-12-2007
Messaggi: 196
Riferimento: Dio non esiste

certo è che se Dio lo intendiamo come il grande vecchio che dal nulla ha ctreato tutte le cose, i conti non tornano, ma se lo intendiamo come il software di base che per permea tutto l'universo e che ne fa parte integrante, allora non possiamo più farne a meno.
nuages is offline  
Vecchio 15-03-2008, 09.39.46   #87
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: Dio non esiste

Io invito tutti coloro che intendono mettere in dubbio od addirittura negare l'esistenza di Dio a rispondere un pò sensatamente alle domande che quì in seguito andrò ad esporre.

E' vero che tutti i popoli di questo pianeta,al fine di poter raggiungere una armoniosa convivenza sociale si è dovuta dotare di un ipotetico Dio? Si o No?

E' vero che questo ipotetico Dio la maggioranza delle popolazioni di questo pianeta se lo sono tramandato fino ai giorni nostri avendolo ritenuto indispensabile per i motivi sopra esposti? Si o No?

Andando a spulciare nalla storia possiamo notare che quelle popolazioni che
hanno affievolito questa credenza anno avuto esiti alquanto sfavorevoli?SI o no?
Coloro che intendono negare l'esistenza di Dio mi sanno spiegare lo scopo ed a quale risultato desiderano arrivare?

Coloro che oggi pensano di annullare questi valori definiti essenziali per una maturità morale e sociale,non stabiliti da mè,ma da una tradizione millenaria portata fino ai giorni nostri da una stragrande maggioranza, peccano a mio avviso di voler, (anche se in possesso di altissimo intelletto)annullare quanto stabilito nei secoli da una enormità di persone forse anche con maggior intelletto di loro. Io in proposito ci farei una profonda riflessione.Non vi pare?

Un caro saluto a tutti,ma in special modo a coloro chiamati in causa.
Espert37
espert37 is offline  
Vecchio 15-03-2008, 12.58.03   #88
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Riferimento: Dio non esiste

Rispondo alle domande di espert37 che ha voltuto giustamente chiamare in cusa i
coloro che sono rpeda del dubbio.

1- "E' vero che tutti i popoli di questo pianeta,al fine di poter raggiungere una armoniosa convivenza sociale si è dovuta dotare di un ipotetico Dio? Si o No?"

- No. PErche lo scopo primario non è mai stata una armoniosa convivenza, bensì spiegare il mondo attorno a se, dargli un significato per poterlo controllare piu facilmente e avre meno paura. Inoltre la reliigone serve anche per unire i popoli contro altri popoli quindi in questo secondo caso armoniosa convivenza e relativa all solo Gruppo chaimato in acusa e non ha una generica umanità.

2-"E' vero che questo ipotetico Dio la maggioranza delle popolazioni di questo pianeta se lo sono tramandato fino ai giorni nostri avendolo ritenuto indispensabile per i motivi sopra esposti? Si o No?"

-No. LE religioni che vediamo ossi sono solo quelle sopravvissute alla "Guerra" tra religioni che va avanti da migliaia di anni e tuttora è aperta. Migliaia di religioni sono morte. Religioni che prima avevano dalla loro tutti i fedeli del mondo, pensiamo solo alla relisione politeista Zeus era il dio per l'itera grecia, e tutto l'imepro romano (benche si chiamassa Giove). QUesto Dio e morto.
Anche il culto di Mitra identico al cristianesimo e enormemente diffuso e morto, assieme a questi migliaia di altre religioni sono state dimenticate. QUelle di oggi sono solo quelle che hannoa vuto amggior fortuna e determinazione nel sapersi imporre con al violenza e la forza di cuoi noi tutti sappiamo.

3-"Andando a spulciare nalla storia possiamo notare che quelle popolazioni che
hanno affievolito questa credenza anno avuto esiti alquanto sfavorevoli?SI o no?"

-Non ho ben capito al domanda, Riformulala.

4-"Coloro che intendono negare l'esistenza di Dio mi sanno spiegare lo scopo ed a quale risultato desiderano arrivare?"

- MAnca il soggetto. Se Intendi "Noi non credenti" Lo scopo, almeno personalmente e una semplcie liberazione di un potere antico, inutile in questa forma, e decisamente ingombrante epr l'espansioe del progresso umano.
Se intendi quale è los copo delle religioni invece e semplcie: AUTOCOSERVAZIONE. SOPRAVVIVENZA.
NEssuna religione vuole morire e combattera finoa lal fine per sopravvivere.

PEnsaci bene: da cosa è formata una religione? Da persone. Prendiamo il cristianesimo. Esso e formato da un gruppo di persone (quasi tutti uomini per altro) che NOn lavorano. Vivono tutti a spese degli altri ossia sopravvivono garzie ai soldi che i lavoratori danno loro.
PErche dovrebebro volere la propria disfatta? SOno un gruppo di potere come una altro. HAnno i loro interessi, i loro scopi, sfruttano altri uomini per mantenersi altrimenti morrirebbero, e in cambuio promettono Salvezza in un altra vita.

5-"Coloro che oggi pensano di annullare questi valori definiti essenziali per una maturità morale e sociale,non stabiliti da mè,ma da una tradizione millenaria portata fino ai giorni nostri da una stragrande maggioranza, peccano a mio avviso di voler, (anche se in possesso di altissimo intelletto)annullare quanto stabilito nei secoli da una enormità di persone forse anche con maggior intelletto di loro. Io in proposito ci farei una profonda riflessione.Non vi pare?"

- VAlori?? Quali valori? I valori delle religioni non esistono. SOno MUtevoli, precari. CAMBIANO. Se cambiano Non sono valori assoluti, ma relativi a quella data società e a quel dato periodo storico. Nel medioevo bruciare una persona era il volere di Dio adesso e l'atto più orripilante per dio.
Nel medioevo uccidere un infedele provocava la remissione di tutti i peccati, oggi comporta l'inferno eterno.

I valori delle religioni sono solo leggi, e le leggi servono per governare un popolo a continuare a lavorare per il gruppo di potere.
alessiob is offline  
Vecchio 20-04-2009, 15.19.14   #89
Sejanoz
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 19-04-2009
Messaggi: 1
Riferimento: Dio non esiste

Miky se non ritieni un problema del genere una cosa fondamentale, ti suggerisco di rifletterci su a lungo : fanno più morti le botte negli stadi o cose simili, o le guerre scatenate dalla fede in questa o quell'altra religione?
Pensa solo alle crociate, per citare un esempio banale, o agli estremsti islamici che massacrano persone ogni giorno?

Non mi sembra dunque che sia un problema di basso livello. Inoltre stiamo affrontando quello in questa discussione, perciò non puoi di certo svalutarne l'argomento
Sejanoz is offline  
Vecchio 23-04-2009, 11.05.36   #90
emmeci
Ospite abituale
 
L'avatar di emmeci
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 1,272
Riferimento: Dio non esiste

Capisco che il tema è importante, e per questo riemerge nel forum almeno una volta al giorno: non solo, ma che il problema dell’esistenza di Dio ha assillato non solo teologi e filosofi (e adesso scienziati), ma anche uomini senza qualità, uomini – come dire? - semplici nello spirito. Se volessi riassumere i loro sforzi e quelli di tanti di voi, dovrei dire che dopo questa battaglia di prove e controprove il risultato è però ancora zero.
Tanto per essere chiaro: io non credo né nel Dio delle chiese, né in quello dei visionari, né in quello del cuore: nel Dio dei selvaggi, in quello dei mistici o in quello di Kant. Dio forse resiste alle critiche di scienziati e filosofi, resiste ai fulmini della storia cioè all’avvento di una nuova religione e una nuova specie di Olimpo: ma non resiste a colui che è il suo nemico da sempre, cioè all’idea e al potere dell’assoluto. Sì, il grande nemico di Dio non è l’ateo e non è Lucifero, ma l’assoluto. Infatti, se per dimostrare che Dio c’è si sono spese notti insonni e argomentazioni cavillose e alla fine senza successo, la certezza che una verità assoluta c’è è incontestabile, anche se non la conosciamo o proprio perché non la conosciamo e potrebbe essere qualunque cosa, potrebbe essere il nulla anziché l’essere, fisica anziché metafisica, un Dio leviatano e non un Dio dolce e misericordioso. Dio resiste a tutte le prove ma non al potere dell’assoluto, che non ha né nome né forma e proprio per questo sovrasta ogni altro potere.
Dunque Dio c’è se non c’è, perché se è quello del cuore, se è quello dei visionari, o se è il dio delle chiese - dotato di queste o queste altre qualifiche, cioè se è il Dio giusto e misericordioso piuttosto che onnipotente e signore - potrà sempre essere contestato, e solo se è l’assoluto e nient’altro, appare invincibile. Del resto, non è questo il Dio della fede? Che gli servono tante qualifiche, che gli serve d’avere un nome e una fisionomia quando qualcuno si rivolge a lui con un grido di amore o disperazione?
emmeci is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it