Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalitÓ solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ci˛ che Ŕ, e ci˛ che non Ŕ spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia


Vecchio 27-10-2007, 17.53.22   #111
Marius
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-06-2007
Messaggi: 529
Riferimento: Sportello della relativita'

Citazione:
Originalmente inviato da SIMMETRIA
Buona idea pero' in questo caso non si avrebbe un "passaggio" ma sempre due.E' un po' come poter fare nello spessore del rotor al posto di un tunnel lineare uno a spirale.
Forse si complicherebbe di piu' il meccanismo.(Penso)
Per intensificare l'effetto temporale che ne dici di posizionare il rotor con la sua massa viaggiante su dei binari e dare anche a lui un movimento traslatorio?
Ciao.

Si, dovrebbe essere equivalente.

Immagino binari molto lunghi in un deserto per raggiungere la max velocitÓ possibile (non penso si possa andare, a terra, oltre gli 800 Km/h).

Si potrebbe pensare a un mc di massa, fatto ruotare in un anello con un sistema a levitazione magnetica e induzione lineare per eliminare gli attriti.

In realtÓ, se l'esperimento riuscisse, ritroveremmo la massa ?
Marius is offline  
Vecchio 28-10-2007, 02.13.06   #112
Marius
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-06-2007
Messaggi: 529
Riferimento: Sportello della relativita'

Citazione:
Originalmente inviato da Marius
Si, dovrebbe essere equivalente.

Immagino binari molto lunghi in un deserto per raggiungere la max velocitÓ possibile (non penso si possa andare, a terra, oltre gli 800 Km/h).

Si potrebbe pensare a un mc di massa, fatto ruotare in un anello con un sistema a levitazione magnetica e induzione lineare per eliminare gli attriti.

In realtÓ, se l'esperimento riuscisse, ritroveremmo la massa ?

Aggiungerei che, cmq, sarebbe necessario, per adattare meglio il modello teorico a quello sperimentale, simulare l'avanzamento dell'orologio ideale secondo il diametro del rotor.

Ci˛ si potrebbe fare o facendo variare la velocitÓ di rotazione della massa nell'anello (modulando in qualche maniera il campo di induzione magnetica), oppure utilizzando una doppia spirale, disposta a clessidra (guarda caso), in verticale e ortogonale alla direzione di moto....

Occorrerebbero calcoli molto precisi per verificare in quali intervalli di velocitÓ (di traslazione dell'anello e di rotazione della massa) si potrebbe verificare lo "scollamento" spazio - temporale.

Per l'osservatore "esterno" tutto dovrebbe avvenire in pochi secondi...

Mamma mia fermami
Marius is offline  
Vecchio 28-10-2007, 09.36.47   #113
SIMMETRIA
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-05-2007
Messaggi: 248
Riferimento: Sportello della relativita'

Citazione:
Originalmente inviato da Marius
Si, dovrebbe essere equivalente.

Immagino binari molto lunghi in un deserto per raggiungere la max velocitÓ possibile (non penso si possa andare, a terra, oltre gli 800 Km/h).

Si potrebbe pensare a un mc di massa, fatto ruotare in un anello con un sistema a levitazione magnetica e induzione lineare per eliminare gli attriti.

In realtÓ, se l'esperimento riuscisse, ritroveremmo la massa ?

Se sei daccordo a questo punto dovremmo cercare di sintetizzare quello che si puo' fare e quello che la relativita' esclude.
All'inizio sono partito con una constatazione cioe' quella di aver preso una bella cantonata.
Questo perche' ero partito da una considerazione sbagliata.
Riprendendo il rotor avevo affermato che la massa muovendosi lungo il diametro avrebbe accumulato un ritardo condizionato dal suo movimento e da quello del rotor.
Riflettendoci pero' un po' piu' serenamente posso dedurre che le cose non stanno cosi'.
Se un orologio dall'estremita' (circonferenza piu' esterna A) lo muovo verso il centro attraversa velocita' istantanee del rotor sulle quali posso applicare Lorentz.Se il movimento dell'orologio e' continuo cioe' non si ferma in un sistema inerziale il ritardo che ha accumulato in A viene compensato completamente quando l'orologio si posizionera' nel centro del rotor dove la velocita' e' zero come gia' riportato in un post precedente.
Quindi qualsiasi movimento di questo tipo non produce scarto temporale fra l'orologio e l'esterno.Se l'orologio prosegue il suo movimento verso l'altra parte del raggio avverra' l'opposto cioe' quando si trovera' nell'altro estremo della circonferenza piu' esterna avra' maturato un ritardo che poi perdera' nel proseguire il suo movimento.Tutto cio' in virtu' della deduzione fatta dallo stesso Einstein che la velocita' spaziale e quella temporale devono sempre dare c.
Per cercare di aggiustare le cose e avere un non sincronismo degli orologi dobbiamo sfruttare per forza la permanenza dell'orologio in un sistema inerziale.
Mi fermo qui per non appesantire e gradirei ,visto che l'obiettivo finale e' quello di capire, obiezioni ed eventualmente correzioni a quanto detto.
Marius se quanto detto risulta chiaro e condivisibile dovremmo riuscire ad allargare il tuo ultimo concetto per riuscire nel nostro intento dopo di che
potremmo analizzare le conseguenze alle quali fai riferimento.
Ciao.
SIMMETRIA is offline  
Vecchio 28-10-2007, 10.41.51   #114
Marius
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-06-2007
Messaggi: 529
Riferimento: Sportello della relativita'

Citazione:
Originalmente inviato da Marius
In realtÓ, se l'esperimento riuscisse, ritroveremmo la massa ?

Faccio come Gigi Marzullo

In effetti lo "scollamento" dovrebbe avvenire all'indietro.....Unica possibilitÓ credo.

Se lo spazio - tempo Ŕ un continuum avremmo, alla fine, quando i due sistemi sono in quiete tre coordinate spaziali uguali e quella temporale diversa....Quindi la massa sarebbe "persa" senza possibilitÓ di "ritorno", perchŔ esisterebbe in un altro spazio - tempo.

L'effetto che si misura con i satelliti mostra la de - sincronizzazione dovuta alla differenza tra la dilatazione temporale creata dall'effetto Doppler relativistico e la contrazione da attribuire alla riduzione della forza di gravitÓ in orbita (in RG dove il campo gravitazionale Ŕ maggiore il tempo scorre meno velocemente).

A questo punto anche un minimo scollamento temporale dovrebbe far "sparire" gli orologi

Forse ci˛ non avviene perchŔ non si ha sufficiente energia per superare gli autostati energetici in cui si trova la materia costituente gli orologi.....O meglio per superarli completamente...Si deve avere un completo "salto quantico" per "trasferire" una massa nel continuum spazio - tempo senza "strappi".

Marius is offline  
Vecchio 28-10-2007, 10.52.08   #115
Marius
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-06-2007
Messaggi: 529
Riferimento: Sportello della relativita'

Citazione:
Originalmente inviato da SIMMETRIA
Per cercare di aggiustare le cose e avere un non sincronismo degli orologi dobbiamo sfruttare per forza la permanenza dell'orologio in un sistema inerziale.

Questo, secondo me, Ŕ impossibile......

L'unica cosa che si pu˛ tentare Ŕ far permanere il meno possibile l'orologio in un sistema NON inerziale.
Marius is offline  
Vecchio 28-10-2007, 16.55.13   #116
SIMMETRIA
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-05-2007
Messaggi: 248
Riferimento: Sportello della relativita'

Citazione:
Originalmente inviato da Marius
Faccio come Gigi Marzullo

In effetti lo "scollamento" dovrebbe avvenire all'indietro.....Unica possibilitÓ credo.

Se lo spazio - tempo Ŕ un continuum avremmo, alla fine, quando i due sistemi sono in quiete tre coordinate spaziali uguali e quella temporale diversa....Quindi la massa sarebbe "persa" senza possibilitÓ di "ritorno", perchŔ esisterebbe in un altro spazio - tempo.

L'effetto che si misura con i satelliti mostra la de - sincronizzazione dovuta alla differenza tra la dilatazione temporale creata dall'effetto Doppler relativistico e la contrazione da attribuire alla riduzione della forza di gravitÓ in orbita (in RG dove il campo gravitazionale Ŕ maggiore il tempo scorre meno velocemente).

A questo punto anche un minimo scollamento temporale dovrebbe far "sparire" gli orologi

Forse ci˛ non avviene perchŔ non si ha sufficiente energia per superare gli autostati energetici in cui si trova la materia costituente gli orologi.....O meglio per superarli completamente...Si deve avere un completo "salto quantico" per "trasferire" una massa nel continuum spazio - tempo senza "strappi".


Ritengo molto interessanti le tue deduzioni circa gli effetti di uno scollamento
spazio-temporale.
Ritengo comunque che se si riuscisse ad effettuarlo l'occupante dell'ipotetico mezzo in effetti sarebbe sempre li' dove e' adesso e sarebbe solo tutto cio' che lo circonda a subire una proiezione nel suo futuro.
Se effettivamente il tempo fosse quantizzato manterrebbe sempre questa caratteristica anche nell'esperimento creandosi percio' un allontanamento spazio-temporale con le stesse caratteristiche di base che comunemente osserviamo tutti i giorni.

Circa poi come ottenere questo scollamento ritengo che purtroppo dobbiamo cedere ai sistemi inerziali e soprattutto al tempo della loro durata rispetto ad un sistema di riferimento esterno.
Ritengo che accelerazioni e decellerazioni abbiano il brutto vizio di annullare qualsiasi effetto dovuto al ritardo degi orologi.
Ma per la nostra "macchina" potrebbe non essere un problema.....
SIMMETRIA is offline  
Vecchio 28-10-2007, 18.11.29   #117
Marius
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-06-2007
Messaggi: 529
Riferimento: Sportello della relativita'

Citazione:
Originalmente inviato da SIMMETRIA
Se effettivamente il tempo fosse quantizzato manterrebbe sempre questa caratteristica anche nell'esperimento creandosi percio' un allontanamento spazio-temporale con le stesse caratteristiche di base che comunemente osserviamo tutti i giorni.

Tu lo sai che per me il tempo non Ŕ quantizzato.......
Marius is offline  
Vecchio 29-10-2007, 08.38.27   #118
SIMMETRIA
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-05-2007
Messaggi: 248
Riferimento: Sportello della relativita'

Citazione:
Originalmente inviato da Marius
Tu lo sai che per me il tempo non Ŕ quantizzato.......

Si. Penso che la quantizzazione sia solo determinata dal limite al quale i nostri strumenti tendono.Nella scala del tempo e non solo il concetto di infinito penso che possa valere nelle due direzioni.
Purtroppo comunque dobbiamo prendere i "pacchetti" temporali di Planck
senza cercare una ulteriore divisione anche perche' gia' con quelli possiamo orientarci.
Ritengo che quando svilupperemo gli effetti di una dilatazione temporale dovremmo tener conto della tua osservazione.
Ciao.
SIMMETRIA is offline  
Vecchio 29-10-2007, 17.22.07   #119
SIMMETRIA
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-05-2007
Messaggi: 248
Riferimento: Sportello della relativita'

Citazione:
Originalmente inviato da SIMMETRIA
Si. Penso che la quantizzazione sia solo determinata dal limite al quale i nostri strumenti tendono.Nella scala del tempo e non solo il concetto di infinito penso che possa valere nelle due direzioni.
Purtroppo comunque dobbiamo prendere i "pacchetti" temporali di Planck
senza cercare una ulteriore divisione anche perche' gia' con quelli possiamo orientarci.
Ritengo che quando svilupperemo gli effetti di una dilatazione temporale dovremmo tener conto della tua osservazione.
Ciao.

Marius cosa ne dici se ci avventuriamo ad ipotizzare gli effetti di uno scollamento temporale tra due sistemi di riferimento quali un'ipotetico meccanismo capace di cio' e tutto cio' che lo circonda?
SIMMETRIA is offline  
Vecchio 29-10-2007, 22.32.23   #120
Marius
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-06-2007
Messaggi: 529
Riferimento: Sportello della relativita'

Citazione:
Originalmente inviato da SIMMETRIA
Marius cosa ne dici se ci avventuriamo ad ipotizzare gli effetti di uno scollamento temporale tra due sistemi di riferimento quali un'ipotetico meccanismo capace di cio' e tutto cio' che lo circonda?

Temo di non aver capito.....

Prima di analizzare gli effetti o studiare un meccanismo avrei bisogno che tu mi chiarissi meglio il "principio di funzionamento".

Prima di tutto vorrei capire come fai a mantenere entrambi i sistemi di riferimento "inerziali".

Avevo inteso che la logica era quella di "sommare" l'effetto dovuto all'aumento di accelerazione centripeta con l'effetto Doppler relativistico, percorrendo rapidamente il diametro del rotor in maniera da "vedere" angoli al centro molto stretti e quindi "ingannare" la relativitÓ "cammuffando" da sistema inerziale un sistema non inerziale......
Marius is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright ę Riflessioni.it