Home Page Riflessioni.it
Le finestre dell'anima di Guido Brunetti

Le Finestre dell'Anima

di Guido Brunetti

 

La nostra Rubrica intende trattare temi prevalentemente legati sia ai più diversi campi della nuova, affascinante scienza del cervello, della mente e della coscienza che alla psichiatria e alla psicoanalisi. I nostri scritti hanno poi lo scopo di promuovere la nascita di un nuovo umanesimo, reso più razionale da una conoscenza più profonda del cervello e della mente umana, cercando di armonizzare le due culture: quella umanistica e quella scientifica.

È in atto una “rivoluzione scientifica” destinata - secondo autorevoli neuro scienziati - a “sconvolgere” non soltanto i metodi di diagnosi e cura in medicina e psichiatria, ma gli stessi sistemi di vita dell’essere umano e della società, a partire dai sistemi filosofici.

 

Invero, tutte le culture e le religioni hanno riconosciuto l’esigenza di un’anima immortale, cioè di qualcosa di immateriale che sopravvive dopo la morte. Oggi, l’uso universale del concetto di anima è stato sostituito dal concetto di mente. I neuro scienziati sostengono che la mente – l’anima -  è il risultato  dell’attività di 100 miliardi di neuroni che possediamo (Swaab). Il concetto di mente tuttavia è “sfuggente”, mentre quello di anima è addirittura “inafferrabile” (Kandel).

 

   Guido Brunetti

 

Indice articoli

Guido BrunettiL'AUTORE Dott. Prof. Guido Brunetti

Ha tenuto lezioni nelle Università di Roma, Lecce e Salerno. Scrittore. Autorevoli studiosi - citiamo per tutti Raffaello Vizioli, neuro scienziato di fama mondiale - hanno definito Brunetti un “umanista - scienziato” e uno “scrittore completo”. Un altro scienziato, Edoardo Boncinelli, ha affermato che “Brunetti è uno dei pochi autori capaci di scrivere un libro sul cervello e la mente”.

- Ha esercitato attività sanitaria nella cura delle malattie mentali nei Centri medico-psico-pedagogici, Istituti per disadattati e insufficienti mentali, Centri di riabilitazione, ecc. Ha anche svolto attività presso il Ministero della Giustizia, il Tribunale di Roma e la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Guido Brunetti vive e lavora a Roma.

  • A 11 anni si trasferisce  alle porte di Roma,  a Nemi, dove studia in collegio.

  • 1960 Assunto al Ministero di Grazia e Giustizia, lavora nel campo della riabilitazione dei minori disadattati.

  • 1968 Dopo la laurea tiene un corso di Psicologia nell’Università di Lecce.

  • 1969 E’ nominato Direttore negli Istituti per minori disadattati e insufficienti mentali.

  • 1970 Al Ministero della Giustizia riceve l’incarico di organizzare l’attività dei criminologi e psicologi nelle carceri italiane.

  • 1972 Pubblica i libri: “Il disegno nella vita del ragazzo”, “La condizione giovanile” e “Assistenza all’infanzia”.

  • 1974 Viene trasferito alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

  • 1976 E’ nominato giudice laico del Tribunale di Roma.

  • 1981 Pubblica i volumi: “Igiene mentale” e “Lo sviluppo psichico del bambino”.

  • 1996 Tiene lezioni al Corso post-laurea in psicopatologia, Istituto di criminologia, Università di Roma.

  • 2001 Inizia a collaborare alla “Rivista di Psichiatria” dell’Università di Roma.

  • 2002 Pubblica “Questioni di psicopatologia”

  • 2003 Viene insignito dal Capo dello Stato della Onorificenza di Ufficiale al merito della Repubblica Italiana.

  • 2004 E’ insignito di una Onorificenza dal Papa Giovanni Paolo II.

  • 2004 Gli viene attribuito, per la quarta volta, il “Premio della Cultura” dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

  • 2004 Pubblica “I colori della mente”.

  • 2006 Pubblica “Più grande del cielo. Lo straordinario dono del cervello”.

  • 2006  Il Capo dello Stato gli conferisce il titolo di “Benemerito della cultura e della scienza”.

  • 2007 Esce il volume “Pillole per vivere sereni e felici”.

  • 2007-2008 Insegna nell’Università di Salerno.

  • 2011   Pubblica il libro “Le misteriose finestre dell’anima. Gli ultimi progressi delle neuroscienze”.

  • 2011 Vince il Premio Nazionale Histonium “Cultura 2011”

  • 2012 Vince il premio Nazionale Histonium con il libro "Le misteriose finestre dell'anima".

  • Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti per “Gli alti meriti culturali e scientifici della sua opera e per le sue elevate qualità umane, intellettuali e morali”.

Il testo di questa pagina è distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported

 

I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2019

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT - Dove il Web Riflette! - Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo