Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 11-04-2008, 01.14.22   #201
xman
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-07-2007
Messaggi: 43
Riferimento: Cos'e' veramente Il maschilismo?

Questa mattina stavo seguendo distrattamente sulla 7 una trasmissione di approfondimento con Berlusconi come ospite.
A un certo punto un giornalista gli pone la questione maschile:
gli affidi dei figli sono sempre a favore delle donne , nei divorzi gli uomini sono quelli più vessati economicamente.
Non sapevo se stavo ancora dormendo o veramente un giornalista stava rivolgendo a Berlusconi delle questioni così scandalose.
Qui viene il bello: dopo un breve preambolo generale, Berlusconi dice:
la ringrazio di avere parlato delle donne, in effetti le donne sono le più intelligenti, le più colte, le più lavoratrici ecc. ecc. tutte cose che sappiamo.
Insomma stavo ancora dormendo...
Secondo me Berlusconi è il Mike Bongiorno della politica: entrambi apparentemente rincogliniti si producono in equivoci che sono studiati e tutt'altro che casuali.
xman is offline  
Vecchio 11-04-2008, 22.57.56   #202
Sùmina
Ospite abituale
 
L'avatar di Sùmina
 
Data registrazione: 23-05-2006
Messaggi: 143
Riferimento: Cos'e' veramente Il maschilismo?

Citazione:
Originalmente inviato da pallina
Vorrei però dire qualcosa riguardo al levirato. A parte il fatto che mi pare appartenga al Diritto antico Ebraico e in uso in regioni primitive, nella regione del centro-sud dove vivo era raramente praticato ma NON per evitare di lasciare in miseria una vedova e i suoi figli ma per far sì che i beni non andassero dispersi o finissero in mano di un'altra famiglia in caso di nuovo matrimonio.

Posso assicurarti che nessuno sposava vedove "più anziane" e soprattutto non c'era nessun obbligo morale che lo imponesse.

Scusa pallina, ma se le vedove non si sposavano....come facevano ad andare persi i beni della famiglia, rimanevano ai figli ... no?


Citazione:
Originalmente inviato da pallina
Ho letto tutti gli interventi sempre "dall'alto" (ma senza nessuna presunzione) tenendo sempre presente, mai dimenticando, l'educazione che "hanno tentato" di darmi le donne della mia famiglia:tutte matriarche della peggior specie. Tranne mia madre, unico anello debole della catena, per fortuna mia e delle mie sorelle.
Non basta: ho osservato anche cosa diventano "gli uomini" che fanno parte o che entrano a far parte di famiglie dove vige il matriarcato.
E bada bene ho scritto "cosa" e non "come"....

E quì mi trovi pienamente d'accordo, infatti io sostengo, e da tempo, che il patriarcato, da noi, non è mai esistito (forse 2.000 anni fa, ma sicuramente non negli ultimi secoli), perchè si chiama così quello che è il realtà un matriarcato-patrilineare , cioè ha l'apparenza di un patriarcato perchè c'e' la discendenza sulla linea paterna, ma dietro all'apparenza (di comodo), alla funzione operativa del Pater, il potere vero, insomma quella che è seduta sul trono e che detta che cosa va fatto, è la Mater.

Basta parlare con gli uomini di una certa età, e tutti rispondono nella stessa maniera....ovvero "che in casa comandava Lei".

Lo stesso mio padre, che non è certo stato un uomo "docile" , in fondo, seppur con contrasti e lotte, ha fatto sempre fatto quello che voleva mia madre.

E' insomma del tutto simile alla mafia (cammorra,'ndrangheda), sembrano strutture a connotazione maschile (eppero' iniziamo a vedere che sono declinate tutte al femminile), al cui vertice appare esserci un uomo, il padrino (ma se è così potente, perchè è espresso come diminuitivo di padre? Padrino è infatti un piccolo padre...) e se andiamo a vedere in profondità, in una struttura dove vigono faide familiari e si ammazzano come animali, c'e' una legge non scritta (ma va?) che dice "che i membri femminili" delle famiglie non si toccano......al cui vertice del femminile c'e' ovviamente "la mamma santissima"....

Il padrino <-> la mamma santissima....
I maschi si ammazzano come bestie<-> le femmine sono intoccabili....

-> I maschi hanno il potere. (!?!?)

Il problema "nostro", è che l'uomo moderno, è talmente instupidito da non riuscire piu' a riconoscere la facciata per quella che è, e non vedere cosa c'e' appena dietro a quell'apparenza....

Il "problema" della donna moderna, è che un uomo così, non serve davvero a nulla....
Sùmina is offline  
Vecchio 12-04-2008, 09.16.15   #203
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Cos'e' veramente Il maschilismo?

Citazione:
Originalmente inviato da Sùmina
Scusa pallina, ma se le vedove non si sposavano....come facevano ad andare persi i beni della famiglia, rimanevano ai figli ... no?


Il levirato era praticato (ma come ho scritto non era la regola) quasi esclusivamente quando un uomo moriva lasciando moglie giovane e figli ancora piccoli. Per evitare che la donna si risposasse con un estraneo (con conseguente "dirottamento" del patrimonio) poteva succedere che fosse un fratello del morto a sposarla. Ovvio che non si parla di persone di una certa età e con figli adulti.
pallina is offline  
Vecchio 12-04-2008, 10.55.25   #204
Scorpion
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 84
Riferimento: Cos'e' veramente Il maschilismo?

Citazione:
Originalmente inviato da Sùmina
E quì mi trovi pienamente d'accordo, infatti io sostengo, e da tempo, che il patriarcato, da noi, non è mai esistito (forse 2.000 anni fa, ma sicuramente non negli ultimi secoli), perchè si chiama così quello che è il realtà un matriarcato-patrilineare , cioè ha l'apparenza di un patriarcato perchè c'e' la discendenza sulla linea paterna, ma dietro all'apparenza (di comodo), alla funzione operativa del Pater, il potere vero, insomma quella che è seduta sul trono e che detta che cosa va fatto, è la Mater.

Basta parlare con gli uomini di una certa età, e tutti rispondono nella stessa maniera....ovvero "che in casa comandava Lei".

Lo stesso mio padre, che non è certo stato un uomo "docile" , in fondo, seppur con contrasti e lotte, ha fatto sempre fatto quello che voleva mia madre.


E' insomma del tutto simile alla mafia (cammorra,'ndrangheda), sembrano strutture a connotazione maschile (eppero' iniziamo a vedere che sono declinate tutte al femminile), al cui vertice appare esserci un uomo, il padrino (ma se è così potente, perchè è espresso come diminuitivo di padre? Padrino è infatti un piccolo padre...) e se andiamo a vedere in profondità, in una struttura dove vigono faide familiari e si ammazzano come animali, c'e' una legge non scritta (ma va?) che dice "che i membri femminili" delle famiglie non si toccano......al cui vertice del femminile c'e' ovviamente "la mamma santissima"....

Il padrino <-> la mamma santissima....
I maschi si ammazzano come bestie<-> le femmine sono intoccabili....

-> I maschi hanno il potere. (!?!?)
La fai troppo facile, esattamente come le femministe, le quali sostengono che il potere e' sempre stato in mani maschili. Tu fai altrettanto, a rovescio, pero'; ovvero sostenendo che il potere e' sempre stato nelle mani delle donne.
Io, invece, dico che il discorso e' ben piu' complesso e che i ripettivi poteri maschili e femminili si intrecciano in una maniera tale da non riuscire piu' a capire bene dove inizia e finisce sia l'uno che l'altro...

Altrimenti, ragionando come fai tu, bisognerebbe dedurre che tutti gli uomini (quindi anche tu), sono solo burattini mossi da invisibili fili femminili.
Scorpion is offline  
Vecchio 12-04-2008, 11.20.33   #205
Sùmina
Ospite abituale
 
L'avatar di Sùmina
 
Data registrazione: 23-05-2006
Messaggi: 143
Riferimento: Cos'e' veramente Il maschilismo?

Citazione:
Originalmente inviato da pallina
Il levirato era praticato (ma come ho scritto non era la regola) quasi esclusivamente quando un uomo moriva lasciando moglie giovane e figli ancora piccoli. Per evitare che la donna si risposasse con un estraneo (con conseguente "dirottamento" del patrimonio) poteva succedere che fosse un fratello del morto a sposarla. Ovvio che non si parla di persone di una certa età e con figli adulti.

Ok, ma non ho capito chi è che lo voleva evitare...non era certo il fratello del defunto, i soldi non erano già piu' suoi, e nemmeno della famiglia (cioè i nonni), inoltre cosa ha fatto quel poveretto di male per meritarsi una famiglia riciclata e non una sua, oltre al fatto, che in quanto uomo ed avendo un fratello, il solo pensare di dovermi accoppiare, per tutta la vita poi, con la moglie di un mio fratello defunto, mi farebbe ribrezzo.....come se la perdita di un fratello non fosse già un danno esistenziale sufficientemente gravoso.

A me invece pare evidente un'altra cosa, e cioè che sacrificando il fratello, era un altro il patrimonio che "veniva salvato", non quello già dato, ma proprio quello che sarebbe toccato al fratello stesso nel caso di formazione di una nuova famiglia.

Se c'era una vittima (sacrificale) di quel sistema, questo era indubbiamente il fratello del defunto.
Sùmina is offline  
Vecchio 12-04-2008, 11.53.05   #206
Sùmina
Ospite abituale
 
L'avatar di Sùmina
 
Data registrazione: 23-05-2006
Messaggi: 143
Riferimento: Cos'e' veramente Il maschilismo?

Citazione:
Originalmente inviato da Scorpion
La fai troppo facile, esattamente come le femministe, le quali sostengono che il potere e' sempre stato in mani maschili. Tu fai altrettanto, a rovescio, pero'; ovvero sostenendo che il potere e' sempre stato nelle mani delle donne.
Io, invece, dico che il discorso e' ben piu' complesso e che i ripettivi poteri maschili e femminili si intrecciano in una maniera tale da non riuscire piu' a capire bene dove inizia e finisce sia l'uno che l'altro...

Altrimenti, ragionando come fai tu, bisognerebbe dedurre che tutti gli uomini (quindi anche tu), sono solo burattini mossi da invisibili fili femminili.

Primo, a livello di fenomeni sociali , quando si parla di categorie (gli uomini, i lavoratori, gli automobilisti, le casalinghe, etc,etc,etc), non si intende dire tutti senza eccezione alcuna, ma la "maggioranza" (o almeno qualcosa che è legato alla curva normale), e del resto, anche la fisica, che è una scienza ben piu' esatta della sociologia, quando dice, ad es., che la temperatura di un corpo è "quella", non ci dice che le molecole hanno tutte la medesima energia cinetica, ma appunto, è una media tra l'energia cinetica di tutte le molecole, cio nonostante le differenze "individuali" delle molecole, la temperatura rimane quella.

Secondo, se la faccio "troppo facile" e tu vedi le cose con maggior precisione, ti basta portare dei controesempi, si chiama confutare (giusto?) è così che si fa, sempre che tu ne sia in grado, anche se mi appare evidente, viste le premesse, che tu non lo sia affatto......

Saluti.
Sùmina is offline  
Vecchio 12-04-2008, 16.14.57   #207
Scorpion
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 84
Riferimento: Cos'e' veramente Il maschilismo?

Citazione:
Originalmente inviato da Sùmina
Secondo, se la faccio "troppo facile" e tu vedi le cose con maggior precisione, ti basta portare dei controesempi, si chiama confutare (giusto?) è così che si fa, sempre che tu ne sia in grado, anche se mi appare evidente, viste le premesse, che tu non lo sia affatto......

Saluti.
Benissimo, allora dimostrami in maniera chiara e inconfutabile - e non solo a chiacchiere - che hai ragione, insomma che i fatti stanno esattamente come li racconti tu, perche' qualora fosse cosi', dovrei dedurre che tu sei in grado di "vedere" delle cose che neanche i piu' grandi geni del passato sono stati in grado di vedere...
Sai cosa penso, invece, basandomi sui tuoi pochi posts? Che sei un gran sbruffone, nient'altro.


P.s. Immaginavo che certi discorsi "non riguardassero" te... era "scontato" che riguardassero solo "gli altri uomini"...
Scorpion is offline  
Vecchio 12-04-2008, 16.20.58   #208
webmaster
Ivo Nardi
 
L'avatar di webmaster
 
Data registrazione: 10-01-2002
Messaggi: 957
Exclamation

Se la discussione si trasformerà in una disputa personale saremo costretti come da regolamento a chiudere la discussione.
Grazie
webmaster is offline  
Vecchio 13-04-2008, 10.21.56   #209
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Cos'e' veramente Il maschilismo?

Citazione:
Originalmente inviato da Sùmina
Ok, ma non ho capito chi è che lo voleva evitare...non era certo il fratello del defunto, i soldi non erano già piu' suoi, e nemmeno della famiglia (cioè i nonni), inoltre cosa ha fatto quel poveretto di male per meritarsi una famiglia riciclata e non una sua, oltre al fatto, che in quanto uomo ed avendo un fratello, il solo pensare di dovermi accoppiare, per tutta la vita poi, con la moglie di un mio fratello defunto, mi farebbe ribrezzo.....come se la perdita di un fratello non fosse già un danno esistenziale sufficientemente gravoso.

A me invece pare evidente un'altra cosa, e cioè che sacrificando il fratello, era un altro il patrimonio che "veniva salvato", non quello già dato, ma proprio quello che sarebbe toccato al fratello stesso nel caso di formazione di una nuova famiglia.

Se c'era una vittima (sacrificale) di quel sistema, questo era indubbiamente il fratello del defunto.

Qui non si parla di "soldi" o almeno non nel senso di moneta circolante. I beni erano, oltre alla casa, terreni a pascolo, seminati, vigne, che venivano tramandati di padre in "figlio" e che appartenevano alla stessa famiglia da generazioni. In caso di vedovanza un nuovo matrimonio all'interno della stessa famiglia significava mantenere inalterato lo stato delle cose.
pallina is offline  
Vecchio 13-04-2008, 11.21.28   #210
frollo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 286
Riferimento: Cos'e' veramente Il maschilismo?

Riconosco qualche ragione alle tesi di Sùmina. In effetti, secondo me, contrariamente alla "debolezza" tanto pubblicizzata del sesso appunto "debole", le donne hanno molto più potere di quello che appare.
Tuttavia, non so se lo abbiate già scritto, è pur vero che fino agli inizi del secolo scorso le donne non potevano votare e, sul lavoro, si occupavano di cose molto umili.
La mia esperienza mi ha portato a pensare che il "potere" in mano alle donne sia un potere molto più "subdolo" di quello in mano agli uomini. Le donne arrivano ad ottenere quello che vogliono per vie meno dirette, ma altrettanto efficaci. Non so se il mio sia un atteggiamento "maschilista", io cerco di essere obiettivo, ma non posso fare a meno di notare che, almeno nella mia famiglia, nonostante io sembri il prepotente, alla fine si fa sempre quello che vuole mia moglie...
frollo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it